Connect with us

Alto Adige

Auto in fiamme nel bosco a Varna: intervengono i vigili del fuoco

Pubblicato

-

Alto Adige

Transumanza patrimonio UNESCO, soddisfazione in Alto Adige

Pubblicato

-

Dopo le Dolomiti tocca alla transumanza.

L’Alto Adige aggiunge un secondo tassello alla lista dei patrimoni tutelati dall’UNESCO, e questa volta si tratta della transumanza, ovvero la pratica pastorale di migrazione stagionale del bestiame verso condizioni climatiche migliori.

La decisione è stata presa il giorno 11 dicembre, a Bogotà, a conclusione dell’iter procedurale per l’inserimento tra i patrimoni culturali immateriali dell’UNESCO portato avanti da tre paesi diversi: Austria, Grecia e Italia, con la Provincia di Bolzano rappresentata dall’Associazione culturale Senales.

Soddisfatta l’assessore provinciale competente, Maria Hochgruber Kuenzer, la quale sottolinea che “è un grande onore ricevere un nuovo riconoscimento da parte dell’UNESCO a 10 anni di distanza da quello riguardante le Dolomiti. La transumanza rappresenta un aspetto caratteristico della vita di montagna, e in un certo senso la rappresenta in maniera ideale. Ora, prosegue la Hochgruber Kuenzer, spetta a noi fare tutto il possibile per tutelare al meglio questo patrimonio. L’esperienza maturata con le Dolomiti ci dimostra che la tutela UNESCO non rappresenta un “marchio” da vendere, bensì un tesoro da conservare“.

Continua a leggere

Merano

Centro sportivo e ricreativo, una chance per Sinigo

Pubblicato

-

Caratterizzato dai tratti architettonici tipici degli anni Trenta, il centro sportivo e ricreativo dell’ex Dopolavoro di Sinigo dispone attualmente di un campo da calcio e di uno di allenamento, di due campi da tennis, di un bocciodromo, di un laghetto per la pesca sportiva, di un ampio prato per feste ed eventi, di locali per associazioni nell’edificio principale, di un bar con ristorante e di un parcheggio gratuito.

L’obiettivo dell’amministrazione è quello di riqualificare l’area e trasformarla in un luogo di incontro e di aggregazione per tutta la cittadinanza.

Lo studio di ingegneria, geologia e pianificazione dell’ambiente in.ge.na è stato incaricato dalla Giunta comunale di elaborare uno studio di fattibilità per valorizzare maggiormente la struttura.

La prima bozza è stato presentata pubblicamente lunedì scorso in occasione di un’assemblea civica svoltasi presso la sala parrocchiale di piazza Vittorio Veneto.

Il nuovo centro sportivo e ricreativo di Sinigo rappresenta un’opportunità unica per Sinigo. Nessun altro quartiere può contare su un’area così estesa da dedicare alle attività sportive e ricreative. Proprio per la sua importanza abbiamo ritenuto doveroso e utile coinvolgere sin dall’inizio associazioni e cittadini e tenerli informati sugli sviluppi del progetto“, ha ricordato Zaccaria.

“I feedback ricevuti dalla popolazione sono stati molto positivi e costruttivi e ci hanno consentito di migliorare alcuni dettagli del progetto stesso”.

“Gli interventi previsti vanno ben oltre la manutenzione straordinaria. Vogliamo trasformare quest’area polifunzionale in un moderno luogo di incontro per tutta Sinigo: per i bambini e gli anziani, per i giovani e per le famiglie. Dovremo tenere in debita considerazione le esigenze delle associazioni culturali e sportive ma anche quelle delle persone che non sono iscritte a un sodalizio. Vogliamo realizzare spazi adatti a ospitare grandi feste. Anche il paesaggio dovrà essere strutturato nel rispetto della biodiversità. Sarà importante anche il collegamento del centro sportivo al centro città e agli altri quartieri attraverso sentieri pedonali e ciclabili”, ha aggiunto Strohmer.

Gli architetti incaricati hanno elaborato tre varianti che non prevedono la presenza del laghetto per la pesca sportiva.

Per lo specchio d’acqua tanto amato dagli appassionati della pesca bisognerà trovare quindi un’altra soluzione.

L’attuale posizione non soddisfa pienamente le esigenze dei pescatori. Insieme troveremo un sito più adatto, possibilmente più vicino all’Adige, in modo tale da poter risparmiare anche sui costi di gestione“, ha ribadito Zaccaria che, assieme alla collega Strohmer, incontrerà prossimamente l’assessore provinciale Arnold Schuler per discutere della questione.

I lavori verrebbero comunque suddivisi in più lotti.

Per quanto riguarda i tempi di realizzazione, che dipendono anche dall’iter progettuale e dalla variante scelta, si prevede un arco di 5-10 anni.

Le tre varianti

La prima variante prevede un riposizionamento dell’attuale campo da calcio.

L’operazione consentirebbe di recuperare spazio utile per ampliare le strutture e, in particolare, di realizzare un campo da calcio e da rugby (65×107 metri), un campo da calcio di allenamento (40×80 metri), due campetti polifunzionali (di 20×25 metri ciascuno), un campo da beach volley (12×22 metri), un nuovo edificio per le associazioni con una superficie complessiva di 1.145 metri quadrati (attualmente ne sono disponibili 250), una zona fitness all’aperto, un biotopo di 2.200 metri quadri, una zona di rinaturazione del fiume, un filare di alberi lungo 220 metri parallelamente alla strada e una siepe naturalistica di 2.200 metri quadri.

Secondo questa variante l’attuale parcheggio verrebbe trasformato in un giardino con una fontana.

A ospitare le auto dei visitatori sarebbero due parcheggi coperti (con complessivi 140 stalli; attualmente i posti auto sono 88) situati rispettivamente al confine nord e al confine sud dell’area.

Nella seconda variante i tecnici propongono, oltre agli interventi contemplati dalla prima variante, anche la realizzazione di un ciclodromo all’aperto di 618 metri di lunghezza.

La terza variante suggerisce invece di mantenere il campo dal calcio nella sua attuale posizione e di procedere quindi a interventi di riqualificazione più contenuti.

Le tre varianti verranno ora approfondite ulteriormente e sviluppate assieme alla popolazione finché verrà individuata la soluzione più idonea e condivisa dalla maggior parte dei cittadini.

Continua a leggere

Merano

Merano: Chain of lights, iniziativa di solidarietà

Pubblicato

-

I Mercatini di Natale faranno da cornice a questa iniziativa alla quale sono possono partecipare persone di ogni età, meranesi e ospiti della città.

L’invito dell’Azienda di Soggiorno e dell’organizzazione no-profit Circle di Merano è dunque per il 22 dicembre, con ritrovo tra le 16.30 e le 17.00 all’Infopoint dei Mercatini sul Lungo Passirio (il grande albero presso la passerella delle Terme).

Tutti gli aderenti formeranno una catena umana e accenderanno la candela precedentemente acquistata alle 17.10 circa, al suono delle campane del Duomo di San Nicolò.

Si formerà così una grande catena di luci che illuminerà il centro città.

Anche il sindaco Paul Rösch ha annunciato la sua partecipazione.

Meran-o CHAIN OF LIGHTS” è un gesto di solidarietà nei confronti delle fasce più vulnerabili della società e delle persone che soffrono la povertà, la fame, la guerra, la miseria nei paesi del Terzo mondo.

L’intero ricavato dell’azione sarà devoluto ai progetti dell’associazione Circle.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

  • Cantina Sociale di Avio e il suo vino, un viaggio nei sapori del Trentino
    La bontà del clima, la grande varietà di vitigni e la comprovata bravura nella cura e nella dedizione delle uve, fanno dell’Italia una vera e propria terra d’eccellenza per quello che una volta veniva chiamo “il nettare di Bacco”. Da secoli infatti, il vino è parte essenziale della cultura eno-gastronomica e della storia italiana, tanto […]
  • Gioielli Mastro 7: la perfetta unione tra arte e bellezza
    I gioielli rappresentano da sempre il regalo più gradito sia dalle donne che dagli uomini. Mastro 7 è una oreficeria di Trento che dal 1970 realizza preziose opere d’arte perfette per rendere uniche e indimenticabili le occasioni importanti. Il nome di questa piccola azienda a conduzione famigliare si riferisce a Settimo Tamanini, in arte “Mastro […]
  • “Climate Change Calendar 2020”, Un calendario per capire e vedere un mondo che sta cambiando
    Venti afosi, glaciazioni improvvise e tempeste tropicali comunicano chiaramente che il nostro mondo si sta velocemente e irrimediabilmente trasformando. Questa fase di cambiamento, è stata meravigliosamente riassunta e interpretata in 12 scatti ispirati ed interamente dedicati ai cambiamenti climatici. Immagini originali e suggestive, una per ogni mese, nate per essere le protagoniste assolute del calendario: […]
  • Moda Green: dai jeans biodegradabili alle piume riciclate
    L’industria della moda negli ultimi anni si sta affacciando sempre di più al mondo dell’ecosostenibilità. Il settore dell’abbigliamento, secondo i recenti dati statistici, sfrutta il 20% delle risorse idriche mondiali ed è causa di elevate emissioni di anidride carbonica. Per contrastare il grande impatto ambientale, i grandi marchi di moda (e non solo) stanno adottando […]
  • Cantina Sociale di Trento, dove la tradizione si fonde con l’innovazione
    Il Trentino è una regione famosa in tutto il mondo per i suoi vini di altissima qualità. Il clima, la natura e le materie prime genuine donate dal territorio permettono di coltivare e produrre vini apprezzati anche dai palati più sopraffini. Il luogo simbolo di questa eccellente proposta enogastronomica trentina è la Cantina Sociale di […]
  • Visita dei cinque sensi alla Distilleria Marzadro: un’esperienza enogastronomica indimenticabile
    Il Trentino è una regione famosa per il suo turismo enogastronomico unico al mondo. Tra i prodotti tipici del territorio occupano un posto speciale nel cuore dei trentini e dei turisti, i distillati. A tal proposito, l’antica Distilleria Marzadro, presente in Trentino dal 1949, propone ai propri visitatori la visita dei “Cinque sensi”, un tour […]
  • Le proprietà benefiche dei fiori
    I fiori sono perfetti per adornare gli ambienti di casa, le loro essenze vengono spesso utilizzate nei prodotti di cosmetica e rappresentano un regalo molto apprezzato, soprattutto dalle donne. Forse però, non tutti sanno che i fiori presentano importanti proprietà benefiche per l’organismo. Qui di seguito, andremo ad elencare alcuni fiori in grado di apportare […]
  • Antica Birreria Pedavena: l’arte della birra artigianale
    Dal 1921 l’Antica Birreria Pedavena è il punto di ritrovo preferito degli amanti della birra in Trentino. Si tratta di un locale grande e accogliente situato nel centro di Trento, caratterizzato da un’ampia proposta di birre artigianali di alta qualità accompagnate da pietanze ricercate e deliziose. L’Antica Birreria Pedavena è un luogo perfetto per organizzare […]

Categorie

di tendenza