Connect with us

Sport

Bolzano cede a Klagenfurt: match spettacolare deciso all’overtime

Pubblicato

-

Foto: HCB/VannaAntonello

La prima battaglia è dell’EC KAC.

Gli austriaci si aggiudicano una spettacolare gara 1, battendo l’HCB Alto Adige Alperia per 5 a 4 grazie al goal di Kozek dopo soli 41 secondi dell’overtime.

Prima un botta e risposta durato 60 minuti, con i Foxes tre volte in vantaggio e tre volte rimontati, ma anche capaci di pareggiare i conti dopo il provvisorio 4 a 3 dei padroni di casa. In grande spolvero capitan Anton Bernard, autore di una straordinaria doppietta che purtroppo non è bastata per portare a casa il primo incontro della serie.

Pubblicità
Pubblicità

Per il loro esordio sulla panca del Bolzano, coach Clayton Beddoes e l’assistant coach Alexander Egger rinunciano agli infortunati Findlay, Crescenzi, MacKenzie e Irving. Rientrano Geiger, Insam e Catenacci, tra i pali c’è Jake Smith.

Il Klagenfurt si rende subito pericoloso con un paio di tiri dalla distanza, ma la prima grossa occasione del match la creano i biancorossi, con Miceli che serve a rimorchio Nordlund, che spara però clamorosamente fuori.

Al 07:05 ecco il vantaggio del Bolzano: Miceli serve Bernard davanti alla porta, si scatena una mischia risolta proprio dal capitano, che supera Madlener.

Pochi minuti dopo il KAC risponde: conclusione di Petersen, rebound concesso da Smith e tocco vincente di Andrew Kozek. I Foxes non mollano e colpiscono l’esterno del palo con Carozza, poi Smith abbassa la saracinesca con il Klagenfurt in powerplay: fondamentali le sue parate su Kozek e Neal. 1 a 1 dopo 20 minuti.

I biancorossi possono giostrare in powerplay in avvio di periodo centrale e colpiscono ancora: Petan consegna il disco a Nordlund, che con un siluro batte Madlener e sigla il 2 a 1. Passano appena 58 secondi, però, e il KAC pareggia nuovamente, con un missile questa volta di Unterweger. I padroni di casa aumentano il ritmo, il Bolzano tiene e quando si ritrova nuovamente con l’uomo in più torna a condurre: ancora Nordlund protagonista, questa volta con un tiro deviato da Blunden.

Il Klagenfurt però non desiste e, sostenuto dal proprio pubblico, lancia l’assedio: Smith si oppone su Liivik, poi in powerplay Kozek colpisce prima una traversa e poi un palo, infine però al 36:26 Bischofberger riesce a infilarsi tra le maglie della retroguardia biancorossa e tutto solo davanti a Smith non sbaglia. 3 a 3 e grande spettacolo alla seconda sirena.

Klagenfurt subito in powerplay nei primi minuti nel terzo drittel e Thomas Koch, con un tiro al volo sull’assist di Petersen, porta per la prima volta in vantaggio i suoi. Il Bolzano non ci sta, sfiora il pareggio con Petan e poi lo ottiene, al 47:14, con una meraviglia di Anton Bernard, che da posizione defilata piazza il disco all’incrocio dei pali.

I ritmi sono altissimi, si lotta su ogni disco e le squadre non si risparmiano. Nel finale brividi per i Foxes: prima Smith mette una pezza su un disco vagante davanti alla porta, poi si appella alla dea bendata quando Petersen semina il panico nella retroguardia biancorossa e Kozek colpisce il palo a porta praticamente sguarnita.

Si va all’overtime e al Klagenfurt bastano appena 41 secondi: Kozek riceve il disco da Petersen, prende la mira e batte Smith sul palo lontano.

Il prossimo appuntamento è al Palaonda, venerdì 15 marzo alle 19:15, per gara 2.

La prevendita continua online e al Palaonda (giovedì dalle 15 alle 18 e venerdì dalle 11 alle 14, con le casse serali che apriranno alle 17).

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza