Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Bomba day: cosa si farà per senzatetto e bivacchi abusivi? Urzì interroga Comune e Provincia

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

L’operazione di disinnesco dell’ordigno bellico in centro a Bolzano prevista per domenica 2o ottobre prevede l’evacuazione dei 4mila residenti della cosiddetta “zona rossa” e il coprifuoco per gli altri circa 61mila bolzanini che dovranno rimanere in casa o in luoghi chiusi durante l’intera durata delle operazioni.

Qualche perplessità suscita l’effettiva validità dell’ordinanza comunale per coloro che occupano bivacchi abusivi e per i numerosi senzatetto del capoluogo. Per la bomba sarà sgomberata mezza città di Bolzano. Le medesime regole varranno anche per gli occupanti che hanno trasformato gli argini del fiume Isarco in accampamenti a cielo aperto trasformatisi in veri e propri bazar della droga e regni dell’illegalità?

Lo chiede con forza alle autorità comunali e provinciali il consigliere Alessandro Urzì che in una nota scrive:

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

“Proprio alle spalle del ponte Loreto gli argini (dietro i muraglioni di contenimento che si spingono sino a nord verso Campiglio) ormai è sorta una città parallela fatta di capanne e tende, con relativo via vai di tossicodipendenti ed relativi inquietanti nomignoli per questi insediamenti: la farmacia.

Per paradosso basta cercare su Google Earth la zona per trovare traccia anche nelle immagini del grande fratello della incresciosa baraccopoli visibile anche dall’altra parte del fiume.

La nostra richiesta è che contestualmente allo sgombero della città di Bolzano sia allontanata ogni struttura illegale anche lungo gli argini del fiume in particolare quelle nell’ambito della zona rossa e di quella gialla. Insomma la legge è eguale per tutti!

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

E con l’occasione si chiede che queste realtà siano smantellate e con esse il traffico illegale che vi gira attorno. Nella immediata vicinanza fra il ponte nel mezzo del tratto fra ponte Campiglio e ponte Loreto una semplice osservazione mostra come esista un andirivieni continuo attraverso le reti collocate senza grande successo per chiudere la zona.

Si notano spesso anche dei pali (persone che controllano i movimenti attorno a questa zona di nessuno) che minacciano le persone che dovessero gettare un occhio oltre il muro. Una situazione che ha cominciato ad allarmare i residenti e chi ha aziende nella zona.

E allora chiediamo che se la città dovrà essere svuotata domenica prossima siano allontanate anche le persone che hanno realizzato questi insediamenti abusivi e che questi stessi insediamenti siano abbattuti.

Attenzione, preveniamo le obiezioni di qualche zelante buonista: se queste persone hanno titolo per vivere in città ed in Italia (ossia non sono clandestini) potranno rivolgersi alle strutture che permettono di dormire, di lavarsi e sfamarsi. Ne avrebbero pieno diritto.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Se sono clandestini devono essere solamente fatti sloggiare e possibilmente rimpatriare.

Ultima osservazione: se fosse adottato un nuovo concetto di tolleranza zero verso gli insediamenti abusivi probabilmente la persona deceduta sotto ponte Langer non sarebbe deceduta. Se l’Italia e la rossa Bolzano invece ritengono che tutto debba e possa essere tollerato ci troveremo sempre a piangere qualche sventura. Ma almeno poi ci risparmino le lacrime di coccodrillo”.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bressanone11 minuti fa

Vola via da Bressanone il Pelikan 2?

Italia ed estero29 minuti fa

Attenzione agli SMS delle banche con link, è una truffa

Alto Adige53 minuti fa

Coronavirus: 11 casi positivi da PCR e 617 test antigenici positivi, un decesso

Laives1 ora fa

Apertura ritardata degli sportelli SEAB lunedì 3 ottobre 2022

Bolzano2 ore fa

La Giunta comunale di Bolzano approva proposte per il risparmio energetico

Bolzano2 ore fa

A place to B(z). Usi temporanei, un’opportunità di rigenerazione urbana partecipata

Merano3 ore fa

Femminicidio Merano, Cassazione conferma la condanna di 30 anni a Beutel

Laives3 ore fa

Vecchia casa in fiamme a San Giacomo Agruzzo: lunghe le operazioni di spegnimento

Laives14 ore fa

Violento schianto auto-furgone sulla Strada del Brennero: gravi due persone

Alto Adige18 ore fa

Per essere ammessi all’esame di maturità è necessario aver svolto un periodo di alternanza scuola lavoro

Vita & Famiglia18 ore fa

Giornata aborto sicuro. Pro Vita Famiglia: «Di sicuro solo la morte di un bambino. Necessario aiutare donne e nascituri»

Bolzano20 ore fa

Bolzano, pessime condizioni igienico sanitarie e presenza di stupefacenti: disposta la chiusura del “Bar Ristoro Baccio” in via Milano

Alto Adige20 ore fa

Abitare nella terza età, simposio a Bolzano

Eventi21 ore fa

«The In – The Out»: sabato a Salorno la sfilata che mette al centro le storie delle persone

Val Pusteria23 ore fa

Trattore in fiamme a San Lorenzo di Sebato: decisivo l’intervento dei vigili del fuoco

Val Pusteria4 settimane fa

Pannelli fotovoltaici da balcone per attutire il caro-bollette

Vita & Famiglia3 settimane fa

Peppa Pig. Pro Vita Famiglia: RAI non trasmetta episodio con “due mamme”

Bolzano3 settimane fa

Giorgia Meloni sabato pomeriggio a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

IPES, insostenibili per le famiglie gli importi delle spese condominiali richieste a partire da settembre

Italia ed estero3 settimane fa

Morta la regina Elisabetta, aveva 96 anni. Fine del regno più lungo della storia

Bolzano3 settimane fa

Benno Neumair in aula: tanta arroganza e poca chiarezza

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, crolla un albero secolare nel centro città: un ferito in ospedale – L’IMPRESSIONANTE VIDEO

Alto Adige3 settimane fa

Sanità: formati dodici nuovi medici di medicina generale

Merano3 settimane fa

Il Vice Questore aggiunto Carlo Casaburi è il nuovo dirigente del Commissariato di P.S. di Merano

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, arrestato dalla Squadra Mobile un rapinatore seriale

Laives3 settimane fa

Tragico scontro auto – moto che prendono fuoco, due morti

Val Pusteria3 settimane fa

Incidente in moto nel tardo pomeriggio di ieri sulla strada tra Brunico e Falzes

Bolzano3 settimane fa

Furto del monopattino elettrico, subito individuati dalla Polizia di Stato ladro e ricettatore

Alto Adige4 settimane fa

Percorre la corsia telepass in contromano al casello di Bolzano sud, fermato dalla Polizia Stradale

Bolzano3 settimane fa

Minacce di morte in una lettera anche ad Alessandro Urzì e Alessia Ambrosi

Archivi

Categorie

di tendenza