Connect with us

Merano

Cade da una seggiovia a Merano, morto 76enne di Lana

Pubblicato

-

Si chiamava Alberto Edmund Burger l’uomo di 76 anni che questa mattina (24 maggio) dopo le dieci è morto sul colpo in seguito alla caduta dalla seggiovia monoposto che collega Merano a Tirolo.

L’uomo, originario di Lana, ha riportato gravi ferite precipitando per molti metri sul basamento di un traliccio dell’impianto di risalita.

A causa delle operazioni di recupero del corpo da parte dei vigili del fuoco e dei rilievi di rito da parte dei carabinieri, la struttura è rimasta ferma per più di tre ore.

Pubblicità
Pubblicità

Un dinamica ancora da chiarire quella della tragedia, dato che sul posto non c’erano testimoni.

Merano

MEMC: mobilità sostenibile per i dipendenti

Pubblicato

-

L’obiettivo del progetto, sostenuto anche dal Comune di Merano, è quello di rendere più efficiente, sicuro e sostenibile il traffico di servizio e quello dei dipendenti.

Vogliamo migliorare i collegamenti e l’offerta del trasporto pubblico e promuovere la mobilità ecologica, ad esempio l’utilizzo di biciclette e di e-bikes“, ha spiegato il capo del personale della MEMC Mauro Bertolini. “Del resto una gestione efficace della mobilità aziendale soddisfa non solo le esigenze dei dipendenti ma contribuisce a rendere più attraente l’azienda stessa“.

Dopo questo primo workshop, la MEMC vuole ora prendere contatto e dialogare con le altre aziende di Sinigo che hanno interesse a migliorare la mobilità dei propri dipendenti.

Pubblicità
Pubblicità

A questo scopo verrà organizzata, a fine gennaio, una serata informativa per scambiare inputs e idee.

Nella zona produttiva di Sinigo lavorano circa 1.000 persone.
Di queste, una parte è residente a Merano, un’altra parte invece nei Comuni limitrofi.

Il Piano urbano del traffico (PUT) prevede interventi per organizzare in modo più efficiente e sostenibile la mobilità dei pendolari. “Le lodevoli iniziative di carpooling e di management aziendale della mobilità, pianificate ora dalla MEMC assieme al Comune di Merano, sono elementi fondamentali per l’attuazione del PUT, per ridurre i disagi provocati dal traffico e per migliorare la mobilità dei lavoratori“, ha ribadito l’assessora alla mobilità Madeleine Rohrer.

Il nostro auspicio è che alla serata informativa prevista a gennaio partecipino molte altre aziende decise a seguire l’esempio della MEMC“, ha aggiunto Rohrer.

Continua a leggere

Merano

Merano: arriva il bus a guida autonoma

Pubblicato

-

Per un’intera settimana, dalle 9 alle 17, i cittadini interessati avranno come punto di ritrovo lo stand informativo in Datei herunterladen: PDFvia Giardini.

Là dove partiranno, a ciclo continuo, le corse dello shuttle che percorrerà, in poco meno di 10 minuti, un anello urbano chiuso al traffico, lambendo il centro storico.

Merano sarà così al centro della sperimentazione italiana sulla guida autonoma grazie al progetto Mentor, finanziato con 1,5 milioni di euro dal programma di cooperazione europea Interreg V/A Italia-Svizzera.

Pubblicità
Pubblicità

Un progetto europeo che vede come capofila i Comuni di Merano e Brig-Lis (in Svizzera) e come partner tecnologici NOI Techpark, il polo dell’innovazione dell’Alto Adige, Sasa e PostAuto, due aziende che da sempre mettono insieme servizi di mobilità e nuove tecnologie.

Percorsi in città

A fornire lo shuttle è Navya, azienda francese fra i leader mondiali per quanto riguarda la guida autonoma.

Il piccolo bus arriverà in città venerdì 22 novembre.

Da allora, per un paio di giorni, saranno previste delle prove guidate del percorso.
Lo shuttle, infatti, combina un sistema di moderna sensoristica, collegato ad un segnale Gps, alla memorizzazione del percorso.

A ogni corsa il bus trasporterà fino a un massimo di 12 passeggeri, più due tecnici: uno per eventuali interventi, in caso di bisogno, l’altro per spiegare ai passeggeri le funzionalità del mezzo.

MENTOR

MENTOR è un progetto della durata di tre anni che punta a ripensare la mobilità delle regioni alpine di Alto Adige e Svizzera.

Comune di Merano e Sasa, infatti, sono in costante contatto con i partner di progetto a Sion, la cittadina svizzera dove si sta svolgendo una delle più importanti sperimentazioni al mondo di questi mezzi.

Mentor, in particolare, adotterà un sistema ad hoc, funzionale per territori dove non ci sono metropoli ma tante città di dimensioni ridotte da collegare fra loro.

Sono tre gli assi sui quali si muove il progetto: costruire e implementare un servizio di bike sharing, creare la cultura (e una piattaforma) per il car pooling e ripensare il concetto del trasporto pubblico in chiave on demand, raccogliendo le richieste degli utenti e creando per loro un servizio tailor made.

Continua a leggere

Merano

Merano: rete idrica, lavori in via dei Campi

Pubblicato

-

Lunedì 11 novembre sono iniziati in via dei Campi (nel tratto compreso fra il civico 13 e via Winkel) i lavori per la sostituzione della tubazione dell’acquedotto, con una durata presunta di quattro settimane.

Le interruzioni del servizio verranno tempestivamente comunicate agli utenti interessati.

L’Azienda servizi municipalizzati si scusa con i Clienti della zona interessata per gli eventuali disagi provocati.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza