Connect with us

Sport

Carezza apre il sipario sulla coppa del mondo di snowboard

Pubblicato

-

Ieri, al Four Points by Sheraton di Bolzano, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della FIS World Cup Parallel Giant Slalom di snowboard in programma il 19 dicembre a Carezza.

Sono intervenuti il presidente del comitato organizzatore Andreas Obkircher, il responsabile della pista e presidente di Carezza Dolomites Georg Eisath, il sindaco di Nova Levante ed ex campione del mondo di sci su erba 1983 Markus Dejori: “Sport, natura, ambiente sano, ingredienti vincenti presenti a Carezza. Aspettiamo tutti, sportivi e non”, e gli atleti della squadra nazionale Nadya Ochner, Roland Fischnaller, Mirko Felicetti e Daniele Bagozza, con la prima campionessa in carica dell’evento altoatesino.

Lo snowboard ha fatto passi da gigante, da quando uno dei precursori – il recentemente scomparso Jake Burton Carpenter – grazie ai suoi materiali diede un forte impulso alla disciplina: “Fin dall’inizio ci ho intravisto uno sport”, fu una delle sue frasi più celebri.

Pubblicità
Pubblicità

La località di Carezza è tappa fissa della Coppa del Mondo di snowboard, un appuntamento che anche quest’anno ritornerà puntuale nel mese di dicembre.

Tra le Dolomiti Patrimonio UNESCO la pista “Pra di Tori” regalerà una delle sfide più interessanti della stagione, con la nazionale azzurra pronta a dare il meglio sulla pista “di casa”.

Il presidente Obkircher ha iniziato fin da giovane a praticare la disciplina, ed ora si trova dall’altra parte della scrivania: “Fortunatamente a Carezza possiamo già presentare piste magnifiche ed aperte, la neve è scesa anche stanotte e la Coppa del Mondo è appuntamento fisso da 9 anni”.

Georg Eisath è invece lo “studioso” della neve, impegnato anche nel rendere il comprensorio Carezza Dolomites il più possibile “green” riducendo i consumi.

E chi è già stato a Carezza a provare la “neve di Eisath” è l’eterno Roland Fischnaller che qualcuno (Daniele Bagozza) sostiene sia già in splendida forma: “La mia bacheca è ricca, ma a me interessa il futuro – afferma “Capitan Fisch” – io ho ancora tantissima passione per questo sport, ero a Carezza anche stamattina a provare e mi sono goduto il panorama innevato. Ora avremo le prime gare di stagione in Russia, e a Carezza avremo quindi già rotto il ghiaccio, mentre solitamente quella altoatesina era la prima tappa”.

E la pista?
Sempre bella, abbiamo un’ottima qualità di neve, anche i colleghi delle altre nazioni ci dicono sia una delle meglio realizzate”.

Divertente siparietto tra gli atleti, con il navigato Fischnaller ad essere quasi costretto dal suo principale sponsor (Red Bull) ad usare i social network: “Per i miei colleghi è tanto divertimento – afferma -, io lo faccio perché devo, ma è bello far vedere ai nostri amici a casa dove ci troviamo nel mondo”.

Nadya Ochner ha invece il difficile compito di riconfermarsi: “La preparazione è andata bene, ci siamo allenati sullo Stelvio e tra poco inizieremo con le gare. Difficile dire come andrà, ma daremo il nostro meglio. Lo scorso anno partii senza aspettative e anche quest’anno si riparte da zero”.

Il più critico nei confronti della “Pra di Tori” è invece Felicetti, dove non vi ha mai brillato: “La pista non è proprio nelle mie corde, sono reduce da uno stop ma sto sciando bene, e questo per Carezza mi fa ben sperare”.

Daniele Bagozza è infine l’atleta dal quale ci si potranno aspettare più sorprese, e tutte in positivo: “Nessuno si aspettava i miei risultati e nemmeno io. Mi piacerebbe solo essere un po’ più costante. Vado forte però solo sulle piste in cui mi trovo bene, e questo un po’ mi penalizza. Vedrò di migliorare su questo punto”.

I convocati azzurri di coach Rudy Galli sono dunque Daniele Bagozza, Maurizio Bormolini, Edwin Coratti, Mirko Felicetti, Roland Fischnaller, Marc Hofer, Aaron March e Gabriel Messner, mentre tra le ragazze ci saranno Elisa Caffont, Jasmin Coratti, Lucia Dalmasso, Giulia Gaspari, Alice Lombardi, Aline Moroder, Nadya Ochner e Sindy Schmalzl, con un lotto di nazioni comprendente attualmente Austria, Bulgaria, Canada, Cina, Repubblica Ceca, Francia, Georgia, Germania, Italia, Irlanda, Giappone, Korea, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Svizzera, Slovenia, Slovacchia, Ucraina e Stati Uniti.

La lista dei concorrenti potrà subire aggiunte o variazioni con iscrizioni aperte fino al 9 dicembre.

Sport

Berretti, sconfitta in casa contro l’Albinoleffe. Un pareggio e una sconfitta per U17 e U15

Pubblicato

-

Nel weekend, sabato 18 e domenica 19 gennaio le formazioni Berretti, Allievi Under 17 e Giovanissimi Under 15 nazionali dell’FC Südtirol sono scese in campo per i rispettivi impegni.

La massima formazione giovanile ha ospitato l’Albinoleffe, subendo una sconfitta, pur disputando una buona gara, mentre le altre due compagini nazionali sono state impegnate sul campo del Carpi. In terra emiliana. Gli Allievi hanno pareggiato per 2-2, mentre i Giovanissimi hanno perso per 3-1. 

BERRETTI

Pubblicità
Pubblicità

Il campionato si è rimesso in moto, dopo poco più di un mese di sosta, con la 12esima giornata. I biancorossi di Giampaolo Morabito hanno affrontato in casa l’Albinoleffe, perdendo 0-2. La sfida, sul campo dell’FCS Center, è stata equilibrata e decisa da episodi a favore dei bergamaschi, tra i primi del girone e mediamente di un anno più “anziani” dei biancorossi.

Ospiti in vantaggio al 10’ con Fondi. Il raddoppio al 67’, quando il direttore di gara ha punito un intervento sulla palla di un biancorosso con il calcio di rigore che Berbenni ha trasformato, chiudendo di fatto una gara caratterizzata anche da un episodio da chiarire, ovvero le sostituzioni ospiti, avvenute in quattro soste.

FC SÜDTIROL – ALBINOLEFFE 0-2 (0-1)

FC SÜDTIROL: Grbic, Ronci (46’ Gambato), Colucci, Gabrieli, Sade, Jamai (78’ Simonetta), Calabrese, Truzzi (63’ Ghiotti), Bertuolo, Grezzani, Giocondo. (Pircher, Brunialti, Cernetti, Catino, Saad, Adi). All. Giampaolo Morabito.

ALBINOLEFFE: Carlini, Maffi (66’ Micheli), Bonazzi, Rodolfi, Bertocchi, Ghezzi, Regantini (80’ Cattaneo), Piccoli, Fondi (56’ Njie), Poma (63’ Baggetta), Berbenni. (Paganessi, Viganò, Giunta, Zoma, Muzio, Toure). All. Biava

ARBITRO: Tonini di Bolzano (Picca di Merano e Macri di Bolzano)

GOL: 10’ Fondi (A); 67’ rig. Berbenni (A).

UNDER 17 

L’under 17 di mister Paolo Goisis, dopo 3 vittorie consecutive, pareggia per 2-2 in casa del Carpi. Apre le marcature Forchigioni, pareggia a dieci dalla fine del fine primo tempo Sartori. Nella ripresa passano avanti i biancorossi con Margoni ma il Carpi pareggia con Sassi per il definitivo 2-2. 

CARPI – FC SÜDTIROL 2-2 (1-1)

CARPI: Ferretti, Malavasi, Mazzali, Deratti, Castorri, Dall’Asta, De Siati (90’ Rrushi), Macario, Mengoli (46’Albertini), Forchigione (90’ Libonati), Sassi (75’ Arcopinto). (De Prisco, Vitiello, Grassi, Grazia)

All. Alessandro Bertoni

FC SÜDTIROL: Pircher, Bacher, Sinn (84’ Bazzanella), Heinz, Sonnenburger, Bussi, Sartori, Cominelli (63’ Salaris), Violino (63’ Lohoff), Margoni (75’ Vasilico), Vinciguerra. (Marano, Hannachi)

All. Paolo Goisis

ARBITRO: Mozzillo Pasquale di Reggio Emilia 

GOL: 14’ Forchigioni (CAR), 35’ Sartori (FCS), 55’ Margoni (FCS), 59’ Sassi (CAR)

UNDER 15 

La squadra di mister Davide Reffatto perde per 3-1 in casa del Carpi. I padroni di casa passano in vantaggio con Parraccino, i biancorossi pareggiano su rigore con Rottensteiner ma gli emiliani tornano avanti, sempre dagli 11 metri, con Caligiuri a due minuti dalla fine del primo tempo. Nel finale di match il neo entrato Sollini sigla il definitivo 3-1.  

CARPI – FC SÜDTIROL 3-1 (2-1)

CARPI: Castellani, Amedei (64’ Caruso), Corradini, Carnevali, Jaouadi, Valentini, Sternieri (64’ Colistra), Caputo (64’ Bellinati), Parracino (49’Frazzoni), Caligiuri (70’ Marinelli), Ferrari (49’ Sollini) (Mantovan, Diazzi, Borsari)

All. Gian Loris Rossi

FC SÜDTIROL: Harrasser, Jakomet (66’ Theiner), Tschigg (49’ Giacomin Slemmer), Buccella, Rottensteiner, Prosch (49’Obexer), Loncini, Bruni (58’ Arman), Messner (58’ Reale), Uez (66’ Deporta), Straudi (36’ Guarnaccia) (Dregan, Villgrater)

All. Paolo Goisis

ARBITRO: Albrizio Amedeo di Bologna

GOL: 13’ Parracino (CAR), 30’ Rottensteiner (FCS), 33’ Caligiuri (CAR), 73’ Sollini (CAR)

Continua a leggere

Sport

Biathlon, Wierer torna sul podio: “La mia? Una passione tutta italiana”

Pubblicato

-

Dorothea Wierer riesce a conquistare il terzo posto per la 7.5 Km sprint della Coppa del Mondo di Biathlon di Ruhpolding, in Germania.

L’atleta altoatesina è riuscita a non commettere alcun errore al poligono, e come lei stessa ha ammesso “… è stato importante, sapevo che per fare il podio non avrei dovuto sbagliare“.

Vittoriosa della gara è stata invece  la 29enne norvegese Tiril Eckhoff, che è riuscita a concludere la gara quasi perfetta. Seconda invece la svedese Hanna Oeberg, arrivata con un distacco di 29”7. Wierer invece ha raggiunto il traguardo con un distacco di 36”8.

Pubblicità
Pubblicità

In questo momento Eckhoff è l’avversaria più pericolosa, ha commentato “però la storia del biathlon insegna che chi rincorre ha spesso la possibilità di recuperare. Adesso c’è il bisogno che si rimanga tutti concentrati, la norvegese è fortissima e si merita tutti i risultati che sta ottenendo”.

La mia gara sta andando bene, anche perché ho in questo periodo mi sta tornando un po’ di mal di schiena, ci sto lavorando con degli esercizi specifici”.

Insomma, l’atleta altoatesina riesce a riconquistare il podio a quasi un mese di distanza dal suo secondo posto ad Annecy del 22 dicembre.

Wierer ha sempre sottolineato il suo forte legame con l’Italia, recentemente in una intervista aveva detto:“La erre moscia è l’unica cosa forse non italiana. La mia passione è tutta italiana, sin dal cuore tricolore che ho messo sul fucile. Non vorrei essere mai rigida come una tedesca. Molti pensano che noi altoatesini non ci sentiamo italiani. Macché. E poi io adesso vivo a Predazzo, mi sono trasferita nel paese di mio marito.”

Continua a leggere

Sport

Südtirol, poker al Druso nella prima del nuovo anno

Pubblicato

-

L’FC Südtirol inizia il nuovo anno in casa conquistando i tre punti. Nella terza giornata del girone di ritorno del campionato di serie C girone B (22esimo turno) e nella prima gara interna del 2020, i biancorossi di Stefano Vecchi ospitano il Rimini, nel primo di due incontri casalinghi consecutivi ravvicinati e si impongono con un perentorio 4-1.

Dopo 7’ la prima rete: Tait avanza per vie centrali e, poco prima del limite dell’area ospite, imbecca sulla destra Mazzocchi, pronto a calibrare un perfetto rasoterra che si insacca sul palo più lontano per il vantaggio dei padroni di casa. Uno-due dei biancorossi di casa.

Al 10’ cross dalla sinistra di Fabbri, la palla, deviata, arriva sul destro di Simone Mazzocchi che insacca da un paio di metri e firma il decimo centro personale. Al 25’ accorciano i romagnoli: batti e ribatti in area Südtirol, la palla arriva sui piedi di Letizia in diagonale da distanza ravvicinata fa partire una conclusione dal basso in alto che finisce in rete.

Pubblicità
Pubblicità

Il tris dopo 18” dall’inizio della ripresa: è Marco Beccaro a raccogliere il cross di Tait e ad infilare di piatto alle spalle di Sala. Prima rete in biancorosso per il neo acquisto, in campo per la prima volta dall’inizio. Poker al 27’: Silvestro atterra in area Daniele Casiraghi: calcio di rigore. Dal dischetto batte lo stesso Casiraghi, destro potente e centrale, portiere spiazzato: 4-1.

Mercoledì 22 gennaio, al “Druso”, è in programma il recupero della prima giornata di ritorno (20esima) con la Vis Pesaro (calcio d’inizio alle ore 16.00).

MATCH PREVIEW

Ancora indisponibili in casa biancorossa capitan Fink e Crocchianti, entrambi vicino ormai al completo recupero. All’ultimo momento l’indisponibilità di Romero, che non va in panchina in quanto indisposto. Nel Rimini turno di squalifica per il neo acquisto Remedi.

Mister Vecchi presenta il 4-3-1-2 con tra i pali Taliento; in difesa Fabbri, Polak,Vinetot, Ierardi; Tait, Beccaro, Gatto, con Casiraghi dietro le punti Mazzocchi e  Petrella.

Giovanni Colella presenta il Rimini con il suo 3-4-2-1: Sala; Ambrosini, De Vito, Paramatti; Silvestro, Montanari, Agnello, Finizio; Letizia, Palma; Mendicino.

FC SÜDTIROL – RIMINI 4-1 (2-1)

FC SÜDTIROL (4-3-1-2): Taliento; Fabbri, Polak,Vinetot, Ierardi; Tait, Beccaro (32’ st Berardocco), Gatto (39’ st Gigli); Casiraghi (39’ st Trovade); Mazzocchi (39’ st Toci), Petrella (20’ st Rover).
A disposizione: Cucchietti, Grbic, Gabrieli, Turchetta, Davi, Alari.
Allenatore: Stefano Vecchi

RIMINI (3-4-2-1): Sala; Ambrosini (16’ st Ventola), De Vito, Paramatti; Silvestro, Montanari, Agnello (40’ pt Cigliano), Finizio (6’ st Messina); Letizia (6’ st Gerardi), Palma; Mendicino (16’ st Arlotti).
A disposizione: Santopadre, Picascia, Mancini, Pari, Lionetti.
Allenatore: Giovanni Colella

ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno (Gabriele Bertelli di Busto Arsizio e Mattia Segat di Pordenone)

RETI: 7’pt 1:0 Mazzocchi (FCS), 10’ pt 2:0 Mazzocchi (FCS); 25’ pt 2:1 Letizia (R): 1’ st Beccaro (FCS), 27’ st rig. Casiraghi (FCS).

NOTE: cielo sereno, pomeriggio freddo, campo in discrete condizioni.
Ammoniti: 37’ pt Tait (FCS), 38’ pt Agnello (R), 43’ pt Ambrosini (R), 44’ pt Gatto (FCS); 9’ st Messina (R), 26’ Silvestro (R), 29’ Paramatti (R).
Angoli: 4-1 (2-0). Recupero: 1’ + 3’

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza