Connect with us

Alto Adige

Controlli carabinieri nel week end: 9 denunce e 2 arresti in Alto Adige

Pubblicato

-

Un ampio servizio di controllo del territorio è stato disposto dal Comando Provinciale di Bolzano su diverse aree dell’Alto Adige nel fine settimana.

Il servizio, che si è svolto sabato e domenica (18 e 19 maggio), con l’impiego di oltre 60 uomini, ha visto l’esecuzione di numerosi posti di controllo con la verifica di oltre 200 veicoli e 250 persone.

In particolare, a Bolzano, i Carabinieri hanno denunciato per tentato furto un marocchino di 31 anni che si era allontanato da un negozio del centro senza pagare dei vestiti. L’uomo è stato bloccato e la merce restituita.

Pubblicità
Pubblicità

E ancora un cittadino tunisino 32enne, è stato fermato a bordo di una bicicletta rubata. Per lui è scattata la denuncia e la bici è stata riportata al legittimo proprietario, un italiano residente a Bressanone che ne aveva segnalato la scomparsa pochi giorni prima.

Nell’area dei giardini di piazza Stazione invece, un tunisino di 34 anni è stato denunciato perché senza permesso di soggiorno e quindi irregolare sul territorio.

Sempre nel corso dello stesso servizio i Carabinieri hanno denunciato anche un cittadino rumeno di 56 anni, poiché durante una lite per futili motivi con un cinquantenne italiano, ha estratto una bomboletta spray al peperoncino del tipo non legale.

Da una perquisizione domiciliare è poi emerso che l’uomo deteneva una pistola giocattolo tipo Softair a gas, sprovvista del riconoscimento di arma non letale (il cosiddetto “tappo rosso”), un Taser modello 80 KV e un coltello a serramanico con lama lunga oltre 20 cm. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro e l’uomo denunciato alla Procura di Bolzano.

I Carabinieri di Appiano e di Tesimo, nella notte tra sabato e domenica sono poi intervenuti in un locale notturno di Appiano, dove era stato segnalato un violento litigio fra un gruppo di giovani. L’intervento dei militari ha interrotto l’alterco fra quattro persone, due venticinquenni e due ventenni del posto, che sono stati tutti denunciati per rissa.

Ulteriori accertamenti sono in corso sull’accaduto, poiché alcuni dei partecipanti sono ricorsi anche alle cure mediche per le lesioni riportate. Due in particolare hanno riportato contusioni e alcune ferite al braccio. Uno di loro, in particolare, è stato anche sottoposto ad un intervento per una ferita prodotta da un coltello con prognosi di diversi giorni.

Sul luogo i Carabinieri hanno effettivamente trovato e sequestrato un coltello a serramanico con una lama lunga circa 7 centimetri.

Sempre ad Appiano i Carabinieri della Stazione hanno controllato e segnalato un ventenne italiano residente a Nova Ponente, mentre con fare sospetto si stava aggirando in un parco. Il giovane è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana.

Nel comprensorio di San Candido, i Carabinieri della Stazione di Valdaora, a seguito di una chiamata da parte di alcuni cittadini, hanno fermato e controllato a Rasun di Anterselva un ventiduenne di Bressanone, il quale alla vista dei militari ha tentato di allontanarsi velocemente.

Dal controllo il giovane è risultato in possesso di circa 6 grammi di Marijuana e un “grinder”, uno strumento usato per tritare lo stupefacente, con evidenti tracce e residue di droga al suo interno.  Il ragazzo è stato segnalato.

I Carabinieri del Comando Compagnia di Ortisei e di Fiè allo Sciliar hanno invece rintracciato una 25enne cittadina slovacca, sulla quale pendeva un mandato di cattura internazionale per alcuni furti commessi all’estero. La giovane donna, dopo gli accertamenti di rito è stata portata in Carcere a Trento.

Sempre nel comprensorio della Compagnia di Ortisei, i Carabinieri di Castelrotto hanno segnalato al Commissariato del Governo di Bolzano due ventiduenni di Bressanone, poiché trovati in possesso di alcune dosi di Marijuana.

Dalle successive perquisizioni nelle loro abitazioni, sono stati anche trovati e sequestrati una “pipa” da cocaina e due narghilè con tracce di droga ed un bilancino di precisione anch’esso con residui di sostanze stupefacenti.

Tutto il materiale sequestrato è stato trasmesso al Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti di Laives e i due sono stati segnalati quali assuntori.

I Carabinieri della Stazione di Lagundo infine, hanno identificato un cittadino senegalese di 25 anni, domiciliato nel padovano, dopo che aveva provato a pagare con una banconota falsa alcuni acquisti in un negozio.

Il denaro è stato sequestrato e l’uomo denunciato alla Procura della Repubblica di Bolzano per il reato di spendita di monete falsificate.

Pubblicità
Pubblicità

Merano

Vacanze assistite per 86 anziani meranesi

Pubblicato

-

Ottantasei seniores meranesi hanno preso parte ai soggiorni estivi organizzati dal Comune di Merano a Bellaria dal 13 al 27 giugno e a Viserba dal 28 giugno al 12 luglio.

Gli anziani concittadini che hanno trascorso un periodo di vacanza al mare hanno molto apprezzato anche quest’anno le località scelte dall’amministrazione comunale e i servizi offerti.

La partecipante più anziana ha compiuto i 97 anni.

Pubblicità
Pubblicità

Il successo di questi soggiorni estivi – ha precisato l’assessore Stefan Frötscherdipende come sempre anche molto dalla qualità dell’assistenza garantita ai partecipanti. In questo senso desidero ringraziare il team, presente nei luoghi dei soggiorni, per l’amorevole impegno e per avere assicurato alle/ai partecipanti tutto il sostegno possibile“.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Alto Adige

Manuale dell’Alto Adige: formato consolidato, layout nuovo

Pubblicato

-

l manuale dell’Alto Adige è da decenni un compendio consolidato e pratico che riassume informazioni essenziali sulla storia, l’amministrazione e la politica dell’Alto Adige. Oltre alle informazioni generali sull’autonomia e sulle istituzioni in Alto Adige, contiene anche i risultati elettorali delle ultime elezioni a livello europeo, statale e locale.

L’Agenzia di stampa e comunicazione ha rivisitato questa brochure dal punto di vista grafico e dei contenuti. Un’importante novità di questo manuale è l’integrazione delle tre più importanti basi giuridiche dell’autonomia dell’Alto Adige: la Costituzione italiana, l’Accordo De Gasperi-Gruber e lo Statuto di autonomia.

Il manuale dell’Alto Adige è disponibile sia online all’indirizzo www.provincia.bz.it/news sia nella sua consolidata forma stampata. Il manuale può essere ritirato presso il Palazzo provinciale 1 di Bolzano (Piazza Silvius Magnago 1) in tedesco e in italiano.

Pubblicità
Pubblicità

A breve saranno disponibili anche negli uffici provinciali distaccati di Merano, Silandro, Egna, Bressanone, Vipiteno e Brunico. Attualmente si lavora a una versione ladina del manuale dell’Alto Adige che sarà disponibile online tra qualche mese.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Alto Adige

Sinergie tra Alto Adige e Stiria su agricoltura e grandi predatori

Pubblicato

-

L’assessore all’agricoltura della Stiria Johann Seitinger ha fatto visita nella giornata di ieri (10 luglio) al suo omologo altoatesino Arnold Schuler.

Il tema centrale del viaggio della delegazione stiriana è stato lo sviluppo dell’agricoltura alla luce della presenza nelle Alpi dei grandi predatori, la cui gestione, insieme ad altri fattori, crea sempre più spesso tensione tra mondo dell’agricoltura e società. Seitinger e Schuler hanno concordato sul fatto che questo è un ambito nel quale occorre fare chiarezza.

Seitinger ha riferito che il tema dei lupi è di grande attualità anche in Stiria e che pertanto è a favore di una strategia comune per i grandi predatori nella regione alpina.

Pubblicità
Pubblicità

Schuler e Seitinger sostengono quindi la richiesta, recentemente rinnovata dalla Comunità di lavoro regioni alpine Arge Alp, secondo cui le aree alpine e montane devono essere definite zone sensibili. Almeno in queste aree lo stato di protezione del lupo dovrebbe essere allentato (e passare dall’allegato IV della direttiva Habitat all’allegato V).

I due assessori hanno parlato anche delle possibilità di sviluppo dell’agricoltura in termini di produzione, trasformazione e commercializzazione. Hanno inoltre discusso della politica di sostegno, sia per quanto riguarda il futuro sviluppo della politica agricola comune (PAC) e la sua attuazione a livello nazionale.

Dobbiamo concentrarci in particolare sulle piccole e medie aziende agricole di montagna svantaggiate, poiché i costi agricoli sono molto elevati e il valore aggiunto economico della conservazione del paesaggio e dell’offerta regionale è fondamentale non solo per il turismo ma anche per la società nel suo complesso“, ha sottolineato Seitinger.

L’assessore Schuler ha evidenziato l’importanza della cooperazione transfrontaliera: “Ci sono molti interessi comuni in Stiria e Alto Adige. L’agricoltura deve essere vista in un contesto più ampio. È quindi necessario uno scambio regolare“.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza