Connect with us

Politica

Coronavirus, Galateo: “Rimanete in casa, rischiate una denuncia penale, e informatevi solo da fonti ufficiali”

Pubblicato

-

“Oggi purtroppo sul Coronavirus stanno girando sulle chat e sui social un sacco di fake news. Audio, video, messaggi di cui non si conosce nulla. Ricordate di condividere e soprattutto credere solamente alle fonti ufficiali del Governo, della Provincia e dell’OMS”.

Con queste parole il consigliere Marco Galateo (Fratelli d’Italia) in una diretta sui social da casa invita i cittadini ad informarsi bene sulle notizie che girano in Internet sul Coronavirus.

“Ad esempio, la notizia riguardante l’Ibuprofene, che si è rivelata successivamente una bufala, era stata condivisa (purtroppo) direttamente dal Ministro della Salute francese sulla sua pagina Twitter”.

Pubblicità
Pubblicità

E sulla questione delle misure prese dal Governo e dal Comune per limitare al minimo gli spostamenti di persone in città: “Ho parlato con il Sindaco Caramaschi, le persone devono rimanere a casa. Si può uscire solo per 3 motivi: lavoro, salute e necessità impellenti con l’apposito modulo. Ho parlato con gente che mi ha riferito di aver visto persone portare a giocare al Parco delle Semirurali bambini o cani.

Questo non si può fare, se la polizia vi becca rischiate una denuncia penale, quindi la vostra fedina rimane macchiata.

Questo molta gente non l’ha capito, e continuano ad uscire anche per andare al supermercato 2-3 volte al giorno per motivi futili. La spesa andrebbe fatta almeno settimanalmente, ricordo a tutti che finora a Bolzano sono state sporte 18 denunce.

La percentuale di infetti cresce ogni giorno, e se non seguiamo le regole rischiamo di trovarci in una situazione simile a quella di Bergamo, dove i morti sono centinaia e troviamo 9 pagine di necrologi sui giornali. Oltre a questo hanno anche finito i posti in terapia intensiva, e anche qui a Bolzano la situazione delle strutture ospedaliere non è affatto rosea.

Per quanto riguarda la sanificazione delle strade in questi giorni ben venga, anche se purtroppo non è la panacea a tutti i mali. In questo caso gli esperti hanno detto che bisognerebbe sanificare gli ambienti, visto che sono chiusi.

Colgo l’occasione per ringraziare Marco Zanotti, che d’accordo con il Comune ha deciso di mettere a disposizione la sua azienda e le sue competenze a titolo gratuito per sanificare le strutture e gli uffici del Comune. Non risolverà tutti i mali, ma almeno abbasserà i rischi del contagio.

Dobbiamo tenere basso il numero di contagi, il virus purtroppo girerà ancora a lungo. Soltanto se tutti noi seguiremo le regole potremmo presto ritornare alla normalità, anche perché è altamente probabile che il periodo di quarantena verrà prorogato oltre la data del 3 aprile”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza