Connect with us

Società

Coronavirus, Muser: “Precauzioni a Messa. No al segno della pace e all’uso dell’acquasantiera”

Pubblicato

-

In via cautelativa, nel quadro delle precauzioni adottate per contenere il contagio da Coronavirus, la diocesi di Bolzano-Bressanone invita a cambiare alcune modalità della celebrazione: ricevere la comunione in mano e non in bocca, evitare lo scambio del segno della pace e inoltre non servirsi dell’acqua nell’acquasantiera della chiesa.

Con preoccupazione molte persone osservano l’evolversi della situazione relativa al contagio da Covid-19 (Coronavirus): anche la Diocesi di Bolzano-Bressanone è rimasta in contatto costante con le autorità e gli uffici provinciali competenti e al momento, come precisano il vescovo Ivo Muser e il vicario generale Eugen Runggaldier, non si ravvisa alcun motivo per sospendere le celebrazioni. 

In aggiunta alle raccomandazioni già rivolte ai cittadini dal presidente della Provincia Arno Kompatscher e dall’assessore alla protezione civile Arnold Schuler, i vertici diocesani prendono le misure necessarie per tutelare la salute dei fedeli.

Pubblicità
Pubblicità

Come società civile – sottolinea la Diocesi – siamo chiamati a vivere questa fase di attenzione e prudenza con senso di responsabilità, senza creare allarmismi e paure ingiustificate.

Come cristiani – conclude il vescovo Musercon la preghiera siamo vicini in particolare alle persone malate e ai loro familiari, ma anche a quanti si stanno impegnando con competenza e professionalità per la salute pubblica e soprattutto per le persone più deboli e anziane. Li ringraziamo per il loro lavoro”.

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza