Connect with us

Alto Adige

E’ braccio di ferro tra Roma e Bolzano sulla scuola

Pubblicato

-

Roma e Bolzano ai ferri corti sulle direttive per la frequenza. La tensione è scaturita sull’obbligo di effettuare tamponi o autotest nasali per essere ammessi alle lezioni in presenza. La provincia di Bolzano li ha resi obbligatori mentre il governo ha ribadito più volte la propria contrarietà alla coercizione.

Il ministero quindi dice no alla Provincia sottolineando che il ritorno in classe non si può subordinare all’obbligo del test. Kompatscher dal canto suo ribadisce il proprio no alla direttiva statale ed è scontro.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza