Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Festa dei patroni diocesani: vescovo Muser per l’Europa e contro “nazionalismi e populismi”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Con la tradizionale processione cittadina, la Diocesi ha celebrato ieri (5 maggio) a Bressanone la festa dei santi patroni diocesani Cassiano e Vigilio. Nella sua omelia il vescovo Ivo Muser ha invitato a difendere il sentimento del noi che portò alla creazione della casa comune europea e che oggi è messo a rischio da nazionalismi e populismi.

La festa dei patroni diocesani san Cassiano e san Vigilio, che si celebra a Bressanone da oltre 300 anni, è iniziata con l’ingresso in duomo dei fedeli, accorsi da tutto il decanato per il pontificale solenne presieduto dal vescovo Ivo Muser. La processione di San Cassiano, con le sante reliquie portate lungo le strade della città, si è snodata subito dopo la celebrazione, per concludersi in piazza Duomo con la benedizione finale.

Con le elezioni europee alle porte, il vescovo ha osservato che la comunità europea è a un bivio: “Prevarrà l’egoismo nazionale o potremo trovare una collaborazione solidale oltre i confini e le differenze, basata su valori che uniscono e vincolano“?

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Muser ha poi ricordato che “l’Unione europea è stata fondata, dopo le drammatiche esperienze delle dittature e della Seconda guerra mondiale, proprio anche come comunità di valori cristiani e umanistici“, ma oggi quello spirito europeo perde forza: “Il sentimento del noi torna a vacillare – ha ammonito il vescovo – e si frantuma in tanti noi sempre più piccoli. Nella casa Europa, gli abitanti si stanno sempre più ritirando dentro le loro quattro mura. Toni nazionalistici, xenofobi, populisti e discriminanti sono diventati nuovamente presentabili“.

Lo spirito di questo isolamento, ha aggiunto il presule, “appare non di rado sotto le insegne cristiane, ad esempio per salvare il cosiddetto Occidente cristiano. Ma il pensiero audace dei primi cristiani era un altro, ha precisato Muser.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

E ha fatto l‘esempio dell’apostolo Paolo, che portò il Cristianesimo in Europa e che disse: non c’è più giudeo né greco; non c’è più schiavo né libero; non c’è più uomo né donna, poiché tutti voi siete uno in Cristo Gesù. “Questa è l‘identità cristiana – ha ricordato il vescovo – un’identità che conosce le proprie radici, le cura, le difende e le vive, in un dialogo aperto e costruttivo con le identità di altri. Sta a noi decidere se anche oggi vogliamo diventare, essere e restare cristiani“ Secondo Muser è questa la responsabilità dei cristiani: “E non dobbiamo lasciarci distogliere da questo impegno, non dobbiamo creare e alimentare paure rispetto alle diversità“.

 

NEWSLETTER

Alto Adige6 giorni fa

In fuga dalla giustizia si è rifugiato in montagna, ma è stato tradito dalla propria personalità

Bolzano3 settimane fa

Tifoso bolzanino istiga dei giovani alla violenza contro dei supporters albanesi. Scatta il daspo triennale

Bolzano2 settimane fa

Scoperto magazzino di droga a Bolzano: 42enne denunciato

Bolzano3 settimane fa

Ancora problemi per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Il questore chiude il bar Cristallo

Alto Adige3 settimane fa

Frana a Longiarù, Val Badia (Video) proseguono senza sosta i lavori per limitare i danni. Evacuate 56 abitazioni

Italia ed estero3 settimane fa

Strage a La Mecca: almeno 800 morti tra i pellegrini durante l’Hajj: cosa è successo

Bolzano4 settimane fa

Casa e lavoro del domani: visione sinergica per progettare il futuro di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige flagellato dal maltempo, alberi abbattuti, grandine e forte vento

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Tragedia sui binari: donna investita e uccisa da un treno a Salorno

Sport3 settimane fa

Il Bolzano Baseball Club coglie la seconda vittoria sul campo amico

Bolzano3 settimane fa

Danneggia le autovetture in sosta in zone diverse della città e minaccia gli agenti

Alto Adige3 settimane fa

ConnX: La Rivoluzione della Mobilità Urbana Presentata da Leitner

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: 43 nuovi agenti rinforzano la Polizia di Stato

Politica4 settimane fa

La giunta regionale ha approvato il piano d’azione per il reinserimento sociale dei detenuti

Bolzano3 settimane fa

Magazzini pieni e poca liquidità: negozi altoatesini in difficoltà

Archivi

Categorie

più letti