Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Mamma&Donna

Coronavirus: fuggi fuggi dai bordelli cinesi

Pubblicato

-

“Con la scusa del Coronavirus ti toccherà restare a casa e fare sesso con il tuo partner“.

E’ solo una delle tante frasi scherzose che si leggono in questi giorni sui vari social. Un argomento che punta il dito solitamente verso l’uomo traditore o bisognoso di avventure sessuali atte a rallegrare l’abbondanza di testosterone ma che in realtà, e sempre più spesso, punta anche verso le donne.

Molte infatti passano fasi della vita in cui non cercano una relazione seria e stabile ma solo del sano buon sesso.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Sul tradimento e sul bisogno di sfogare le proprie pulsioni sessuali senza una relazione fissa, ci studiano moltissimi psicologi. Anche se alla fine tutto si basa sul fatto che siamo esseri umani con derivazione animale e per questo non monogami per natura. E disposti anche a pagare per soddisfarci, se necessario.

Non c’è quindi da meravigliarsi se il proprio compagno o la propria compagna non ci fanno vedere il telefonino!

Le App dedicate alle chat erotiche e all’incontro di persone nelle vicinanze vogliose di incontri intimi e segreti sono ormai centinaia. Il web abbonda di persone che nella realtà sono sposate mentre risultano vedove sui social.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Forse è per questo che lì, dove fino a un paio di giorni fa c’era un panificio, adesso  sorge un centro massaggi cinese dal look ambiguo che con la sua insegna illumina la strada buia la sera.

Locali che prolificano come funghi, sempre aperti, eppure non si vede mai entrare nessuno. Quasi non si capisce perchè i dati indicano questi posti come una delle poche attività commerciali in forte espansione.

Probabilmente la richiesta è alta.

Eppure, a quanto si legge, i cinesi vedono il sesso come un tabù: ne fanno poco dopo il matrimonio, al quale arrivano ancora vergini, non ne parlano quasi mai e, a quanto viene raccontato, evitano di baciare il proprio compagno in pubblico.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Certo, è così. Ma vale forse per le vecchie generazioni! Quelle nuove sono più libertine e sono molto più inclini ad incontrare stranieri piuttosto che i propri connazionali. Una questione di misure? Beh, anche.

Sembra però che il problema principale sia che i maschi cinesi non sanno come far eccitare una donna, a causa della poca comunicazione e delle scarse indicazioni ricevute mentre le femmine, al contrario, sono brave a soddisfare chi hanno di fronte.

Ma nei centri massaggio non ci vanno solo i maschi!

Uomini poco abili, zero voglia di impegnarsi, perdita di fiducia nell’amore, poco tempo da dedicare ad un partner e mille altre scuse sono il motivo per cui i centri massaggi hanno ampliato la clientela anche alle donne vogliose di qualche attenzione in più, offrendo uomini in grado di trattamenti (che vanno ben oltre l’effetto sciogli tensioni) non previsti ufficialmente dal menu del negozio ma pagati a parte e decisi attraverso parole allusive, direttamente sul lettino.

Detto ciò, ai maschi e alle femmine bisognosi di eros, che già impazzivano per nascondere le prove ai rispettivi partner o alle amiche curiose senza farsi scoprire, che già dovevano minimizzare il piacere con un profilattico per proteggersi dal virus dell’Aids, l’arrivo del  Covid-19 non ci voleva proprio.

Stessa cosa vale per queste “case chiuse non legalizzate” dove accedi ad un trattamento speciale attraverso una parola d’ordine, con una media di tre lavoratrici che “massaggiano” dalle 10 alle 23 tutti i giorni della settimana, domeniche e festivi compresi, il virus del 2020 è un problema enorme.

Di colpo le richieste nei centri massaggio sono iniziate a cambiare: in prima battuta veniva richiesto di indossare la mascherina durante il “massaggio colpo a colpo“.

Un fuggi fuggi sfrenato: sempre più spaventati, gli afecionados dell’eros hanno iniziato a disertare i locali lasciando i massaggiatori a bocca asciutta con il destino di chiuderla per sempre.

Ebbene sì. La psicosi da coronavirus ha varcato le porte dei centri di massaggi orientali e per convincere i clienti, anche quelli più affezionati, a continuare la frequentazione non basta più leggere un “Free virus, no virus o paghi una e prendi due”.

E così, anche questa parte di mercato, gestito principalmente da giovani cinesi rimane bloccata di fronte al Covid-19 che ha fatto allontanare anche i più abitudinari.

Hanno tutti una gran paura del contagio. Speriamo che questo brutto periodo passi presto” ha detto una massaggiatrice cinese. Stesso pensiero del suo cliente, costretto anche oggi a fingere l’ennesimo mal di testa mentre chatta con l’amica virtuale conosciuta su Facebook.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Sport11 ore fa

«Rudbeckia Amarillo Gold» brilla insieme all’FCS, testimonial della splendida pianta dell’Associazione Floricoltori altoatesini

Alto Adige13 ore fa

Tavolo di coordinamento per la prevenzione della violenza di genere

Alto Adige13 ore fa

Sono 23 gli uomini che hanno completato la loro formazione da vigile del fuoco professionista

Bolzano13 ore fa

In 31 pronti a diventare segretario comunale: consegnati a Palazzo Widmann i diplomi

Alto Adige14 ore fa

I Carabinieri di Silandro e dei NAS di Trento chiudono un supermercato a causa dei topi

Bressanone14 ore fa

Centro di mobilità di Bressanone, sabato 28 maggio il taglio del nastro e la consegna del premio “Stazione dell’anno”

Alto Adige15 ore fa

Borse di studio in medicina: 18 posti all’UMCH di Amburgo

Arte e Cultura15 ore fa

Martedì 24 maggio alla biblioteca provinciale “Friedrich Teßmann”, autori altoatesini propongono una serie di letture dedicate al conflitto in Ucraina

Alto Adige15 ore fa

Coronavirus: 9 casi positivi da PCR e 212 test antigenici positivi

Val Venosta17 ore fa

Alloggi Ipes in val Venosta, italiani penalizzati, Urzì: «criteri di assegnazione da rivedere»

Merano17 ore fa

Merano: serata informativa sui lavori in via Portici e via Leonardo Da Vinci

Alto Adige18 ore fa

Scritte filorusse, imbrattata l’insegna del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia

Politica18 ore fa

Italia Viva Alto Adige Südtirol sul referendum provinciale del 29 maggio a favore del Sì

Ambiente Natura18 ore fa

Giornata mondiale delle api: se le api stanno bene, anche l’ambiente sta bene

Alto Adige18 ore fa

Sono 52 gli studenti che beneficeranno delle borse di studio della Regione per andare a scuola in Europa

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, auto esce di strada e finisce nel giardino di una casa

Bolzano2 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Sport2 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Benessere e Salute3 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Musica3 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Merano3 settimane fa

Referendum abrogativi popolari del 12 giugno 2022

Val Pusteria4 settimane fa

Era scomparsa a Valdaora: trovata dopo tre mesi la salma di Marianne Sagmeister

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: tre i nuovi decessi, inoltre14 casi positivi da PCR e 536 test antigenici positivi

Italia ed estero4 settimane fa

Stop al canone RAI in bolletta. Cosa cambia dal 2023?

Alto Adige1 settimana fa

Bolzano: controlli della Polizia di Stato nel capoluogo, un denunciato per detenzione di cocaina e due espulsioni

Bolzano4 settimane fa

Ipertrofia Prostatica Benigna: a Bolzano i nuovi trattamenti non chirurgici

Archivi

Categorie

di tendenza