Connect with us

Mamma&Donna

Coronavirus: fuggi fuggi dai bordelli cinesi

Pubblicato

-


“Con la scusa del Coronavirus ti toccherà restare a casa e fare sesso con il tuo partner“.

E’ solo una delle tante frasi scherzose che si leggono in questi giorni sui vari social. Un argomento che punta il dito solitamente verso l’uomo traditore o bisognoso di avventure sessuali atte a rallegrare l’abbondanza di testosterone ma che in realtà, e sempre più spesso, punta anche verso le donne.

Molte infatti passano fasi della vita in cui non cercano una relazione seria e stabile ma solo del sano buon sesso.

Pubblicità
Pubblicità

Sul tradimento e sul bisogno di sfogare le proprie pulsioni sessuali senza una relazione fissa, ci studiano moltissimi psicologi. Anche se alla fine tutto si basa sul fatto che siamo esseri umani con derivazione animale e per questo non monogami per natura. E disposti anche a pagare per soddisfarci, se necessario.

Non c’è quindi da meravigliarsi se il proprio compagno o la propria compagna non ci fanno vedere il telefonino!

Le App dedicate alle chat erotiche e all’incontro di persone nelle vicinanze vogliose di incontri intimi e segreti sono ormai centinaia. Il web abbonda di persone che nella realtà sono sposate mentre risultano vedove sui social.

Forse è per questo che lì, dove fino a un paio di giorni fa c’era un panificio, adesso  sorge un centro massaggi cinese dal look ambiguo che con la sua insegna illumina la strada buia la sera.

Locali che prolificano come funghi, sempre aperti, eppure non si vede mai entrare nessuno. Quasi non si capisce perchè i dati indicano questi posti come una delle poche attività commerciali in forte espansione.

Probabilmente la richiesta è alta.

Eppure, a quanto si legge, i cinesi vedono il sesso come un tabù: ne fanno poco dopo il matrimonio, al quale arrivano ancora vergini, non ne parlano quasi mai e, a quanto viene raccontato, evitano di baciare il proprio compagno in pubblico.

Certo, è così. Ma vale forse per le vecchie generazioni! Quelle nuove sono più libertine e sono molto più inclini ad incontrare stranieri piuttosto che i propri connazionali. Una questione di misure? Beh, anche.

Sembra però che il problema principale sia che i maschi cinesi non sanno come far eccitare una donna, a causa della poca comunicazione e delle scarse indicazioni ricevute mentre le femmine, al contrario, sono brave a soddisfare chi hanno di fronte.

Ma nei centri massaggio non ci vanno solo i maschi!

Uomini poco abili, zero voglia di impegnarsi, perdita di fiducia nell’amore, poco tempo da dedicare ad un partner e mille altre scuse sono il motivo per cui i centri massaggi hanno ampliato la clientela anche alle donne vogliose di qualche attenzione in più, offrendo uomini in grado di trattamenti (che vanno ben oltre l’effetto sciogli tensioni) non previsti ufficialmente dal menu del negozio ma pagati a parte e decisi attraverso parole allusive, direttamente sul lettino.

Detto ciò, ai maschi e alle femmine bisognosi di eros, che già impazzivano per nascondere le prove ai rispettivi partner o alle amiche curiose senza farsi scoprire, che già dovevano minimizzare il piacere con un profilattico per proteggersi dal virus dell’Aids, l’arrivo del  Covid-19 non ci voleva proprio.

Stessa cosa vale per queste “case chiuse non legalizzate” dove accedi ad un trattamento speciale attraverso una parola d’ordine, con una media di tre lavoratrici che “massaggiano” dalle 10 alle 23 tutti i giorni della settimana, domeniche e festivi compresi, il virus del 2020 è un problema enorme.

Di colpo le richieste nei centri massaggio sono iniziate a cambiare: in prima battuta veniva richiesto di indossare la mascherina durante il “massaggio colpo a colpo“.

Un fuggi fuggi sfrenato: sempre più spaventati, gli afecionados dell’eros hanno iniziato a disertare i locali lasciando i massaggiatori a bocca asciutta con il destino di chiuderla per sempre.

Ebbene sì. La psicosi da coronavirus ha varcato le porte dei centri di massaggi orientali e per convincere i clienti, anche quelli più affezionati, a continuare la frequentazione non basta più leggere un “Free virus, no virus o paghi una e prendi due”.

E così, anche questa parte di mercato, gestito principalmente da giovani cinesi rimane bloccata di fronte al Covid-19 che ha fatto allontanare anche i più abitudinari.

Hanno tutti una gran paura del contagio. Speriamo che questo brutto periodo passi presto” ha detto una massaggiatrice cinese. Stesso pensiero del suo cliente, costretto anche oggi a fingere l’ennesimo mal di testa mentre chatta con l’amica virtuale conosciuta su Facebook.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]
  • Dalla Francia all’Italia:nel 2020 Il cinema estivo cambia forma e approda in acqua
    L’esigenza di migliorare sfruttando al meglio il nostro ambiente e il nostro territorio unito alla voglia di scongiurare l’arrivo di una prossima pandemia, ha spinto e obbligato molti organizzatori di eventi e molte aziende a ripensare gli spazi e quindi le attività dedicate al pubblico rispetto al distanziamento sociale. Dopo l’esperimento dal sapore vagamente vintage […]
  • Dall’America arriva lo “specchio della verità”, racconta quanto sei dimagrito e quanto sei in forma
    “Specchio spettro delle mie brame.”: iniziava così la celebre frase della matrigna di Biancaneve che intimava il suo specchio interrogandolo per assicurarsi ogni giorno il primato di più bella del reame nella nota favola. Se questa è la fantasia, uno strumento simile è ora disponibile anche nella realtà, dando un supporto concreto e mirato alla […]

Categorie

di tendenza