Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Mamma&Donna

Festa della donna: “Who’s She, un gioco dedicato a quelle che hanno cambiato il mondo

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Prima di raccontare un gioco davvero speciale, la nostra redazione vuole approfittare di questo spazio per ringraziare tutti gli uomini e le donne che in questo periodo stanno mettendo a rischio la propria vita per salvare quella degli altri: medici, infermieri, tecnici ospedalieri, microbiologi, soccorritori del 118.

Persone che stanno combattendo la guerra contro il coronavirus affrontandolo in prima linea. Grazie.

Tornando al nostro titolo, la “Festa della donna”, non si è sempre festeggiata l’8 marzo: la prima fu organizzata dal Partito socialista americano il 28 febbraio del 1909 e fu una manifestazione in favore del diritto di voto femminile.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Negli anni sono nate diverse storie, spesso fantasiose e infondate, a proposito delle origini della Giornata internazionale della donna, anche a causa delle sue alterne vicende e dell’interruzione durante la Seconda guerra mondiale.

In Italia si deve arrivare agli anni Settanta per vedere la nascita di un vero e proprio movimento femminista.

L’8 marzo 1972 in Piazza Campo de Fiori a Roma si è svolta la manifestazione della festa della donna, durante la quale le donne hanno chiesto, tra le varie cose, anche la legalizzazione dell’aborto.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

Insomma, riassumendo possiamo dire che la Festa della donna ha origine dei movimenti femminili politici di rivendicazione dei diritti delle donne di inizio Novecento.

Oggi la festa della donna ha un po’ perso il suo valore iniziale. Mentre le organizzazioni femminili continuano a cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica molte donne considerano questa giornata come l’occasione per uscire da sole con le amiche.

Data che si festeggia ogni anno per ricordare le conquiste sociali, economiche e politiche, le lotte contro le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in quasi tutte le parti del mondo.

Proprio per ricordare che le battaglie delle donne per la conquista dei propri diritti non è ancora finita, è bello scoprire quali sono le donne forti e coraggiose che, grazie alle loro azioni, sono passate alla storia.

Per farlo basta un gioco: “Who’s She”, un “Indovina chi” in versione completamente al femminile che non si concentra sull’aspetto dei personaggi, ma sulle azioni di 28 donne, scienziate, artiste, esploratrici di età e nazionalità diverse, che hanno cambiato il mondo.

Tra i personaggi del gioco da tavolo ci sono, la pittrice messicana Frida Kahlo, l’aviatrice statunitense Amelia Earhart, la prima governatrice di Tokyo Yuriko Koike. Ma anche Yoko Ono, Malala Yousafazai e Serena Williams, la regina egizia Hatshepsut, Lella Lombardi, la prima pilota di Formula Uno donne che non hanno mai ricevuto alcun riconoscimento nella nostra società e donne brillanti in un mondo dominato dagli uomini.

Zuzanna Kozerska-Girard, fondatrice di Playeress è l’ideatrice di questo bellissimo gioco realizzato da lei stessa in legno di betulla e protetto da olio di lino con i ritratti delle 28 donne straordinarie dall’artista Daria Gołąb realizzati a mano, ad acquerello.

Lanciato sul sito Kickstarter al prezzo base di 65€, ha raccolto più di 400mila€ sui 15mila richiesti da Suzanna, in meno di un mese.

Il bello del gioco è che non si chiederà più “E’ bionda? Ha gli occhiali? Porta il cappello?” ma “Ha vinto un premio Nobel? Ha fatto una grande scoperta?”

Un regalo ricco di significato, perfetto non solo per ricordare chi ha avuto un ruolo nella storia ma per ispirare e incoraggiare le bambine a distinguersi e a sognare e progettare sempre in grande.

Sarebbe meraviglioso se il gioco “Who’s She?” si potesse trovare nei negozi e perchè no, anche nelle scuole!

NEWSLETTER

Alto Adige1 settimana fa

In fuga dalla giustizia si è rifugiato in montagna, ma è stato tradito dalla propria personalità

Bolzano4 settimane fa

Tifoso bolzanino istiga dei giovani alla violenza contro dei supporters albanesi. Scatta il daspo triennale

Bolzano3 settimane fa

Scoperto magazzino di droga a Bolzano: 42enne denunciato

Bolzano3 settimane fa

Ancora problemi per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Il questore chiude il bar Cristallo

Alto Adige4 settimane fa

Frana a Longiarù, Val Badia (Video) proseguono senza sosta i lavori per limitare i danni. Evacuate 56 abitazioni

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige flagellato dal maltempo, alberi abbattuti, grandine e forte vento

Italia ed estero4 settimane fa

Strage a La Mecca: almeno 800 morti tra i pellegrini durante l’Hajj: cosa è successo

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Tragedia sui binari: donna investita e uccisa da un treno a Salorno

Sport4 settimane fa

Il Bolzano Baseball Club coglie la seconda vittoria sul campo amico

Bolzano4 settimane fa

Danneggia le autovetture in sosta in zone diverse della città e minaccia gli agenti

Bolzano4 settimane fa

Magazzini pieni e poca liquidità: negozi altoatesini in difficoltà

Alto Adige4 settimane fa

ConnX: La Rivoluzione della Mobilità Urbana Presentata da Leitner

meteo4 giorni fa

Allerta Meteo: temporali e venti forti previsti in Alto Adige

Alto Adige3 settimane fa

Bolzano: 43 nuovi agenti rinforzano la Polizia di Stato

Bolzano3 settimane fa

Irrompe negli uffici della provincia, minaccia gli impiegati ed aggredisce gli agenti

Archivi

Categorie

più letti