Connect with us

Spettacolo

Geologia dell’Alto Adige: un film la racconta

Pubblicato

-

L’Alto Adige, i suoi multiformi paesaggi e la sua composizione geologica sono in grado di dirci molto sulla storia della Terra, dalle eruzioni vulcaniche alla nascita e morte di montagne nel corso di milioni di anni.

Il film documentario in tedesco “Lebendige Berge – Die Geologie Südtirols” (Montagne viventi – La geologia dell’Alto Adige), recentemente apparso, compie un viaggio nella genesi di questo territorio.

Protagonista di questi 50 minuti è, accanto alle rocce, alle pietre, alla terra, il geologo del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige Benno Baumgarten.

La prima del film si terrà giovedì 21 marzo 2019, alle ore 18, al Filmclub di Bolzano, in via Dr. Streiter 8/d. L’ingresso è libero.

Al termine, il regista, sceneggiatore e cameraman Christoph Wieser e Benno Baumgarten saranno a disposizione del pubblico per rispondere alle domande. Modera la serata David Gruber, direttore del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.

È gradita la prenotazione entro domenica 17 marzo chiamando il Museo di scienze al numero telefonico 0471 412964. Dopo questa data, per accedere ai posti restanti bisognerà rivolgersi alla cassa del Filmclub.

Il film è una produzione di Wieser Media in collaborazione con il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, l’Ufficio Film e media della Provincia autonoma di Bolzano e RAI Südtirol.

Pubblicità
Pubblicità

Spettacolo

Game of Thrones, si ricomincia: dal 15 aprile l’ultima stagione

Pubblicato

-

Dopo due lunghi anni di attesa ricomincia il 15 aprile (data italiana) la celebre saga di Game of Thrones.

Le aspettative per l’ottava serie sono alte e c’è chi è pronto a giurare che sarà un bagno di sangue.

24 mesi di lavorazione, dieci mesi di riprese, centinaia tra comparse e addetti ai lavori per il gioiello di Hbo.

L’ultima stagione in sei episodi, in onda su Sky Atlantic e disponibile su NowTv da lunedì, è costata quasi 100 milioni di dollari (il debutto americano avverrà domenica 14 aprile, mentre in Italia, causa fuso orario, lunedì 15 aprile alle 03.00).

Nata come l’adattamento di una serie di libri fantasy, “Le cronache del ghiaccio e del fuoco” di George RR Martin, la serie delle serie, la più piratata di sempre, la più famosa e vista di Hbo, dopo dieci anni è alla fine del viaggio.

Diverse famiglie, diversi casati, una sola lotta:  da una parte i Lannister, dall’altra gli Stark. Quindi i Targaryen, i legittimi detentori del potere, che ritornano a Westeros, il continente dell’ovest, per reclamare quello che è loro di diritto.

Prevedere chi, o cosa, vincerà, quale fazione delle tante prevarrà, resta difficile. Intanto HBO, dopo il teaser Aftermath ha rilasciato anche un inquietante poster, che trovate qui sotto. Un trono fatto non di spade, ma di cadaveri. E viene il dubbio che la Battaglia di Grande Inverno volgerà a favore del Re della Notte.

 

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

Tv: Ballando con le stelle supera Amici nella sfida del sabato sera

Pubblicato

-

Foto oggi.it

La seconda sfida degli ascolti del sabato sera (6 aprile) tra Ballando con le stelle e Amici, va a Rai 1.

Lo show condotto da Milly Carlucci ha sfiorato i 4 milioni di telespettatori (3 milioni 966mila) con il 22,8 di share.

Un sorpasso a sorpresa su Maria De Filippi, che a canale 5 ha raccolto 3 milioni 665mila spettatori. Il talent Amici ha raggiunto uno share pari al 19.94%.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Spettacolo

Game of Thrones, Emilia Clarke quasi morta per due aneurismi: “Temevo di non farcela”

Pubblicato

-

Due aneurismi al cervello hanno fatto rischiare seriamente la vita a Emilia Clarke, famosa per il ruolo di Daenerys Targaryen nella serie tv Game of Thrones.

La 32enne attrice britannica ha svelato al “New Yorker” il dramma che la colpita nel 2011 e nel 2013.

Nel 2011, a 24 anni, quando aveva appena finito le riprese della prima stagione di GoT, subì il primo intervento. Ci mise due settimane a riprendersi e per un certo periodo fu affetta da una lieve forma di afasia e non riusciva a ricordarsi il suo nome.

Nel 2013, dopo l’uscita della terza stagione di GoT, un controllo medico a New York evidenziò che “la crescita nell’altro lato del cervello era raddoppiata”: l’operazione non andò bene e fu necessario farne un’altra, molto più dolorosa.

La convalescenza in ospedale durò un mese: parte del cranio venne sostituito con pezzi di titanio.

Proprio quando tutti i miei sogni di bambina sembravano avverarsi, ho quasi perso la testa e poi la vita. Non ho mai raccontato questa storia pubblicamente, ma adesso è arrivato il momento di farlo“, ha scritto sul quotidiano americano.

Nei momenti peggiori volevo spegnere le macchine. Ho chiesto ai medici di lasciarmi morire. Il mio lavoro, l’intero sogno di quella che avrei voluto fosse la vita, ruotava intorno al linguaggio, senza mi sentivo persa. Ma sono sopravvissuta e da allora sono guarita oltre le mie più irragionevoli speranze“.

La prossima e ultima stagione di “Trono di Spade” andrà’ in onda dal 14 aprile.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza