Connect with us

Sport

“Hockeytown”, triplice sold out all’UCI Cinema: proiezione aggiuntiva il 10 maggio al Cristallo

Pubblicato

-

Quale tra i giocatori caricava la squadra urlando a squarciagola nello spogliatoio del Palaonda come si vede fare nei film americani? Che stratagemma ha ideato l’ex coach Kai Suikkanen per rimotivare i giocatori di una squadra ultima in classifica a 40 punti dalla prima?

Conclusa da poco una stagione in cui i Foxes non sono riusciti a difendere il titolo, riuscendo comunque a brillare in Champions Hockey League, i tifosi biancorossi e gli appassionati di hockey possono rivivere la straordinaria stagione 2017 – 2018 grazie ad un documentario di 90 minuti realizzato dallo scrittore bolzanino Daniele Rielli.

La prima proiezione di “Hockeytown”, questo il titolo del film, avrà luogo il 9 maggio alle ore 20 presso l’UCI Cinema del Twenty di Bolzano, con repliche previste per il 10 e 11 maggio (sempre alle ore 20).

Pubblicità
Pubblicità

Tutti i biglietti in prevendita per le tre serate sono andati esauriti nella giornata di domenica, per questo è stata creata una data aggiuntiva: la proiezione avrà luogo venerdì 10 maggio al Teatro Cristallo con inizio alle 21 (biglietti alle casse del teatro due ore prima della proiezione e su http://midaweb03.midaticket.it/MidaTicket/AOL/AOL_Default.aspx?Negozio=28).

Nella prima parte del documentario, pensata anche per un pubblico nazionale, Rielli ripercorre alcuni dei momenti clou degli 85 anni di storia biancorossa in cui hanno giocato fianco a fianco stelle che hanno fatto la storia dell’hockey mondiale come Jaromir Jagr (due Stanley Cup, un oro olimpico e secondo miglior marcatore della storia della NHL dietro soltanto al mostro sacro Wayne Gretzky) e leggende locali come Gino Pasqualotto, recentemente omaggiato con il ritiro della mitica maglia numero 33.

Lo scrittore bolzanino racconta quindi l’epica cavalcata della stagione 2017/2018 dalla vittoria grazie a cui il Bolzano ha lasciato l’ultimo posto in classifica, passando per la fondamentale e rocambolesca partita casalinga contro lo Znojmo che ha consentito l’ingresso in extremis ai playoff, per arrivare, turno dopo turno, alla emozionante vittoria finale.

“Hockeytown” è un racconto corale in cui, prima di tutto, è “la città dell’hockey” ad essere protagonista attraverso la narrazione di quello che accade sugli spalti, fra collezionisti di autografi, incontri ravvicinati per spronare i giocatori e tifosi che distribuiscono chili di caramelle ai bambini.

Una curva quella biancorossa che, a detta di tutti giocatori, non ha eguali nel mondo. Nel corso del film riaffiorano i ricordi di vecchie glorie come Gino Pasqualotto, Martin Pavlu e Lucio Topatigh e i protagonisti della stagione scorsa, dal capitano Alex Egger, a Mike Halmo, Angelo Miceli, Alex Petan, oltre, naturalmente, all’ex coach Suikkanen.

Conferenza stampa per presentazione del docufilm – Hockeytown – Luca Tommasini, Daniele Rielli

Conferenza stampa per presentazione del docufilm – Hockeytown – Luca Tommasini, Daniele Rielli

Sport

Il derby è biancorosso: al Palaonda i Foxes piegano l’Innsbruck per 4 a 1

Pubblicato

-

Grande serata per l’HCB Alto Adige Alperia al Palaonda. I biancorossi piegano l’HC TWK Innsbruck per 4 a 1, aggiudicandosi il “derby del Brennero”.

Match convincente da parte dei padroni di casa, che soltanto nel terzo tempo però riescono a prendere le distanze, violando la guardia del goalie ex-NHL Scott Darling, protagonista di un’ottima prova (41 i tiri scagliati verso la porta tirolese da parte dei Foxes). Praticamente perfetto dall’altra parte il collega Leland Irving, che chiude la serata con il 95,8%. 

Coach Clayton Beddoes recupera Jamie Arniel, ancora out invece Dan Catenacci. 

Pubblicità
Pubblicità

Il match stenta a decollare ed è avaro di emozioni nei primi minuti. L’Innsbruck prova a suonare la carica con due grosse occasioni, la prima sulla stecca di Sedivy e la seconda su quella di Herbert, ma Irving è bravo in entrambi i frangenti.

I Foxes resistono in penalty killing e poi alzano il ritmo, andando vicini al goal con Frigo e Miceli, poi è Giliati che nell’uno contro zero si fa fermare da Darling. Biancorossi più pimpanti nel finale, ma Sylvestre non riesce a concretizzare dopo un’azione personale. 

Foxes che partono con il piede giusto nel periodo centrale e Frank si fa fermare da un grande intervento di Darling al termine di un contropiede condotto in inferiorità numerica. Poi ancora biancorossi, questa volta con Sylvestre che recupera un gran disco in forechecking, senza però riuscire a trovare lo spiraglio giusto.

Nuova occasione poco dopo, ma Insam lanciato a tu per tu con Darling conclude fuori di poco. Il goal è maturo è arriva al minuto 25:00: Marchetti verticalizza per Alberga, che dalla media distanza scarica un gran siluro all’incrocio dei pali.

Millesimo goal in regular season in Erste Bank Eishockey Liga per l’HCB.

L’Innsbruck continua a faticare e il Bolzano si ritrova in powerplay, ma nonostante un ottimo giro disco il raddoppio non arriva: anzi, uno scivolone sulla blu di Giliati apre al contropiede tirolese, concluso in maniera vincente da Lukas Bär, appena rientrato dalla panca puniti. 1 a 1 alla seconda sirena.  

Nel nel terzo drittel i Foxes sono una macchina da guerra. L’Innsbruck va in sofferenza e rischia anche con l’uomo in più, con Robertson che in contropiede non riesce a battere Darling. Il goalie ex-NHL si rivela mostruoso per due volte anche su Bernard, con il capitano che si vede negare un goal fatto da due passi.

Anche le difese di Darling però devono abbassarsi con il passare dei minuti e al 47:07 il Bolzano torna a condurre, grazie a un siluro di Marco Insam dalla sua mattonella.

Con Sylvestre in panca puniti sembra che i tirolesi possano rimettere in piedi il match, ma il penalty killing biancorosso si rivela ancora una volta un meccanismo perfetto e capace di colpire: Arniel parte in contropiede, chiama Darling al rebound e Kevin Spinozzi ribadisce in rete.

Per i Foxes è il quinto goal in inferiorità numerica della stagione. Il 3 a 1 piega le gambe agli ospiti, che al 56:48 incassano anche il poker: gran giocata di Bernard, da dietro alla porta il disco va da Luca Frigo che spolvera il “sette”, per il 4 a 1 finale.  

I biancorossi torneranno sul ghiaccio del Palaonda già venerdì 15 novembre, alle 19:45, quando ospiteranno gli ungheresi dell’Hydro Fehervar AV19. 

Continua a leggere

Sport

Poker della Stelvio Marathon il 13 giugno. “Magic Pass”, iscrizioni aperte.

Pubblicato

-

Correre è lo spazio aperto dove vanno a giocare i pensieri. (Mark Rowlands)

Tutti pronti? Il comitato organizzatore della Stelvio Marathon apre le iscrizioni per partecipare alla corsa podistica lungo la mitica serpentina sul “Magic Pass”.

La quarta edizione si disputerà il 13 giugno a Prato allo Stelvio in Alto Adige, vivendo un’autentica avventura di 42,195 km partendo dai 915 metri di Prato allo Stelvio, passando da Glorenza, la “Bomboniera dell’Alto Adige” circondata da mura di cinta, sfilando lungo i pendii del Parco Nazionale dello Stelvio al cospetto dell’imponenza dell’Ortles e tagliando il traguardo con la sensazione di essersi resi protagonisti di un’autentica impresa.

Pubblicità
Pubblicità

I meno allenati non dovranno temere, la Stelvio Marathon ‘va per gradi’ offrendo a tutti la possibilità di partecipare.

La manifestazione offrirà infatti anche una distanza più breve di 26 km, competitiva (Classic) e non (Marcia Stelvio), senza dimenticare la “Short Distance” ancor più ‘agevole’ di 14 km.

Il menù di gara è allettante così come quello di contorno, e in questo spettacolare angolo montano nulla viene lasciato al caso.

Le quote di partecipazione recitano 70 euro per la maratona, per Classic e Marcia Stelvio, e 35 euro per la Short Distance.

L’esperienza finale sarà la medesima per tutti, assaporando uno dopo l’altro i tornanti del Passo dello Stelvio che hanno reso leggendarie le imprese degli sportivi di ogni disciplina.

A circa 230 giorni dalla partenza è già ora di cominciare a sognare, la Stelvio Marathon deve essere sulla “bucket list” di ogni corridore.

Continua a leggere

Sport

AC Virtus Bolzano: la Juniores nazionale vince con lo Sporting Franciacorta

Pubblicato

-

La Juniores nazionale della Virtus Bolzano, allenata da mister Pasquali e mister Favero, ha vinto la partita con lo Sporting Franciacorta.

I biancorossi hanno concluso il primo tempo con due gol di vantaggio grazie a un’autorete dei padroni di casa e al gol di Guerra al 20’, ma nella seconda ripresa gli avversari si sono riportati in pari con due palloni a segno al 76’ e al 78’.

A decretare il risultato finale di 2 a 3 è stato il bolzanino Monastero all’83’.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza