Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Identificata pirata della strada fuggita dopo investimento di una ciclista in via Buozzi.

Pubblicato

-

Pubblicità


Pubblicità

BOLZANO – Il Nucleo Infortunistica del Comando di Polizia Municipale di Bolzano è giunto a capo di un’indagine che ha portato all’identificazione di una giovane automobilista, resasi autrice dell’investimento di una ciclista in via Buozzi pochi giorni prima di Natale.

La conducente, dopo aver provocato la caduta della ciclista, una bolzanina di 46 anni, causandole lesioni di media gravità, si è allontanata proseguendo la marcia.

Agenti ed ispettori si sono da subito impegnati in una complessa ed articolata attività di indagine. Attraverso la minuziosa analisi di diversi filmati delle telecamere di videosorvegianza del Comune e di alcune telecamere di privati, gli inquirenti hanno identificato la marca ed il modello della vettura, una Audi nera di grossa cilindrata.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Da alcuni particolari individuati attraverso la visione dei filmati e da alcuni elementi acquisiti dalle testimonianze, dopo un’attività di analisi delle banche dati in proprio possesso, i coordinatori del Nucleo hanno fornito indicazioni agli agenti, concentrando la ricerca su alcuni veicoli che avevano caratteristiche peculiari ed escludendo contestualmente un buon numero di vetture.

Pochi giorni fa, nelle prime ore del mattino, gli ispettori che coordinano la viabilità esterna hanno individuato il veicolo in questione, in sosta in un’area periferica.

L’Audi presentava danni corrispondenti a quelli riscontrati sulla bicicletta. L’attività di indagine si è quindi concentrata sul nucleo familiare del proprietario della vettura e gli ispettori del Nucleo Infortunistica sono giunti ad identificare compiutamente la conducente, una ventenne bolzanina di origine macedone, che sarà ora denunciata per fuga ed omissione di soccorso. Tali reati prevedono la reclusione da sei mesi a 3 anni il primo, e da uno a tre anni il secondo, con sospensione della patente da un minimo di un anno e mezzo fino a cinque anni.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

La donna ora rischia fino a 3 anni di prigione.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Bressanone6 minuti fa

Bressanone, inquinamento luminoso, il Comune conferma: fari luminosi spenti alla discoteca Max

Italia ed estero12 minuti fa

Misure urgenti e soluzioni «fai da te» contro il caro bollette

Salute26 minuti fa

Prima di tutto la sicurezza: la conferenza si è svolta all’Ospedale di Bolzano

Alto Adige37 minuti fa

Coronavirus: due decessi nelle ultime 24 ore in Alto Adige, 331 i nuovi positivi

Bolzano60 minuti fa

Jackie salvata da un pezzo di plastica

Val Venosta3 ore fa

Tragedia in Val Venosta, muore nello schianto contro un camion: Glorenza piange il 58enne Kurt Warger

Alto Adige3 ore fa

Camion carico di fertilizzante prende fuoco in A22, in due riescono a mettersi in salvo: proseguono i lavori di bonifica

Ambiente Natura3 ore fa

Tutela del suolo: conferenza internazionale il 29 settembre a Bolzano

Alto Adige17 ore fa

Ritorna la truffa del finto parente arrestato: la Polizia di Stato invita alla massima attenzione

Sport18 ore fa

Le nuove sfide delle giovanili nazionali

Val Venosta19 ore fa

Tragico schianto auto-camion sulla Statale della Val Venosta: muore una persona

Politica19 ore fa

Svendere il patrimonio Unesco agli amici? Il Team K chiede chiarimenti

Sport20 ore fa

Lega B: il calcio tuteli le proprie risorse

Arte e Cultura21 ore fa

La scuola italiana saluta il nuovo anno: storie di successo formativo

Hi Tech e Ricerca21 ore fa

Secondo l’indagine ASTAT, la spesa per la ricerca e l’innovazione in Alto Adige è aumentata del 12,9% tra il 2019 e il 2020

Archivi

Categorie

di tendenza