Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Il ricordo di chi viene dimenticato: gli attentati di Selva dei Molini e di Sesto Pusteria

Pubblicato

-

Morivano in queste settimane di fine estate degli anni Sessanta, rinfrescati dal vento delle Alpi, trucidati per mano di chi oggi viene ricordato come “combattente per la libertà” tre giovani Carabinieri. Rinnovarne il ricordo e raccontare le loro storie troppo spesso dimenticate è un nostro dovere.

Vittorio Tiralongo – Chissà cosa pensava il Carabiniere Vittorio Tiralongo la mattina del 3 settembre del 1964 mentre svolgeva le mansioni quotidiane in caserma, forse pensava al padre che lavorava al ministero del tesoro a Roma, oppure alla madre la tipica donna di casa di un’Italia nel pieno dello sviluppo economico.

O forse pensa ai fratelli che indossano uniformi diverse dalla sua. Ma una cosa è certa, quella mattina Vittorio era triste…triste perché il 29 agosto sua figlia aveva compiuto il primo anno di vita, e lui non ha potuto essere lì con lei.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il maresciallo gli ha promesso che appena possibile verrà mandato in licenza, e Vittorio aspetta trepidante quel giorno.

Giorno in cui monterà sulla Vespa appena comprata e percorrerà con il cuore in gola i 150 km che dividono la caserma di Selva dei Molini dalla sua casetta vicino a Trento. Franca Cornella, la sua ragazza, è lì che lo aspetta; i due si sono conosciuti nella città di Trento, ed è subito stato un colpo di fulmine.

Il suo collega rimasto di guardia nella casermetta era andato in paese a svolgere delle commissioni. Vittorio accusa dei dolori di stomaco ed esce dalla casupola per andare verso il bagno esterno all’edificio, ed è proprio lì che la mano assassina riesce in pochi attimi a distruggere tutto, l’amore, la gioia, gli affetti, tutto finisce con uno sparo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pochi giorni dopo, in seguito ai funerali, arriva a Trento una lettera, spedita nella mattinata del 3 settembre, viene accennato il pericolo, ma poi solo parole d’affetto.

Palmerio Ariu e Luigi De Gennaro – Anche i due giovani Carabinieri di Sesto Pusteria probabilmente avevano pensieri simili; Luigi pochi giorni dopo, il 29 agosto 1965, avrebbe compiuto 24 anni. Alle 21 di quella sera, dopo una giornata di intenso lavoro, Palmerio si trovava in cucina a svolgere le mansioni previste; aveva imparato molto presto a badare a se stesso, essendo rimasto fin da piccolo orfano di padre.

Gli attentatori si trovavano in quel momento appostati su un prato antistante la caserma, fanno fuoco, sparano verso Palmerio raffiche di mitragliatrice; il collega si precipita in cucina e cerca di aiutare l’amico ferito, ma anche lui viene colpito.

Una ragazza che stava camminando lì vicino vede i terroristi, che senza un minimo di pietà provano ad eliminare anche lei, me ella si da alla fuga. Palmerio muore sul colpo mentre l’amico e collega Luigi morirà poco dopo nell’ospedale di San Candido.

…T’hanno ammazzato quasi per gioco
Per dimostrare alla gente
Che tra quei monti la voce del tempo
Degli uomini uccisi
Non deve contare più niente…

(Pooh, Brennero 66)

Fonti: “Carabinieri per la democrazia” (Mondadori, p.p.159, 16 marzo 1978)

NEWSLETTER

Alto Adige4 minuti fa

PNRR: linee guida per la riorganizzazione dell’assistenza sanitaria

Alto Adige9 minuti fa

La rete del trasporto pubblico diventa più fitta: i nuovi orari in vigore da domenica 11 dicembre

Ambiente Natura28 minuti fa

Il centro di riciclaggio di Termeno verrà spostato in una nuova sede fuori dal centro abitato

Alto Adige33 minuti fa

Autobus transfrontaliero da Malles a Val Monastero: la Giunta provinciale ha prorogato per un altro anno l’accordo per il servizio

Alto Adige37 minuti fa

Ponte dell’Immacolata, traffico e neve: appello dell’assessore Schuler

Politica53 minuti fa

Fugatti: grazie all’unità tra Trento e Bolzano otteniamo risultati importanti per il nostro territorio

Musica1 ora fa

Concerto di Natale: «Merano Pop Symphony Orchestra & Red Canzian»

Sport1 ora fa

FC Südtirol: infrasettimanale in casa del Genoa

Val Pusteria2 ore fa

Ancora una volta viene penalizzata la classe media

Vita & Famiglia2 ore fa

LGBT. Pro Vita Famiglia: UE vuole imporre l’utero in affitto

Scienza e Cultura2 ore fa

L’importanza dei microrganismi per la biodiversità

Alto Adige4 ore fa

A22: via libera del Ministero per 7,5 miliardi di euro di investimenti

Italia ed estero7 ore fa

Terribili minacce di morte contro la Premier Meloni: “Se togli il reddito di cittadinanza ammazzo te e tua figlia”

Italia ed estero7 ore fa

Droni ucraini colpiscono basi aeree russe, Cremlino: “Reagiremo agli attacchi”

Arte e Cultura8 ore fa

Storia e tradizione del mito di San Nicolò

Bolzano2 settimane fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano3 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano2 settimane fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige1 settimana fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige4 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone2 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige1 settimana fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano1 settimana fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano3 giorni fa

Bolzano: arrestato sul treno un giovane per furto aggravato

Bolzano6 giorni fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Alto Adige1 settimana fa

Bonus bollette: domande dal 1° dicembre 2022 sino al 31 marzo 2023

Bolzano2 giorni fa

Bolzano: arrestati un moldavo e un italiano per spaccio di stupefacenti

Politica2 settimane fa

Violenza tra minori, revocare gli alloggi sociali in conseguenza di reati che destano allarme sociale, mozione di Galateo (FdI) in Provincia

Archivi

Categorie

di tendenza