Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

La GdF indaga sui braccianti: irregolare il 21 per cento dei raccoglitori in regione

Pubblicato

-


I militari della Guardia di Finanza nel periodo che va dal 1° settembre – 31 ottobre 2018, hanno eseguito, nelle province di Trento e Bolzano, 100 controlli nei confronti di aziende agricole impegnate nella raccolta annuale delle mele e nella vendemmia.

Il risultato è che il 21% dei braccianti occupati sono irregolari.

In 39 delle 100 aziende agricole ispezionate sono stati infatti trovati 131 lavoratori irregolari, dei quali 107 completamente in nero e 24 iscritti a libro paga ma percettori di salari “fuori busta.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

I dati sono stati illustrati dai due comandanti provinciali col. Gabriele Procucci e col. Roberto Ribaudo.

Il 60% degli irregolari provengono dalla Ue, il 36% dall’Italia e l’11% dalla Slovacchia.

I lavoratori provenienti, invece, da zone extra U.E., Africa e Asia rappresentano il rimanente 40%, con una prevalenza di macedoni (14%).

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Tra i controllati anche un bracciante privo di permesso di soggiorno, di nazionalità macedone.

Il datore di lavoro è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Bolzano per violazione della legge “Bossi-Fini”, secondo cui l’impiego di lavoratori stranieri sprovvisti di permesso di soggiorno costituisce reato ed è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa di 5.000 euro per ogni lavoratore impiegato.

L’attività di controllo, condotta in coordinamento con i due Servizi Ispettivi del Lavoro delle Province Autonome di Trento e Bolzano e, in una decina di casi, con funzionari dell’INPS, ha anche permesso di riscontrare un costo orario a carico dell’imprenditore variabile dai 7 ai 10 euro, nei casi di rapporti diretti tra impresa e lavoratore, e dagli 8 ai 12 euro nei casi di intervento di agenzie di intermediazione.

La Guardia di Finanza ha scoperto anche 5 intermediari abusivi, alcuni dei quali incassavano una sorta di provvigione su ogni ora lavorata.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Per tutti questi soggetti è scattata la denuncia per intermediazione illecita di manodopera, reato punito con l’arresto fino a sei mesi e l’ammenda da 1.500 a 7.500 euro.

Per sottrarsi ai controlli alcuni braccianti sono scappati nei campi vicini, uno ha addirittura finto di essere un raccoglitore di funghi.

I responsabili delle imprese “irregolari” sono stati segnalati ai competenti Uffici del Lavoro, per le violazioni relative all’illecito impiego della manodopera e all’Agenzia delle Entrate per i profili di carattere tributario.

Con riferimento al personale impiegato “in nero”, la disciplina di settore prevede l’applicazione della cosiddetta “Maxisanzione”, che, nei casi individuati, oscilla da un minimo di 1.500 a un massimo di 9.000 euro per ciascun lavoratore irregolare.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Sport6 ore fa

«Rudbeckia Amarillo Gold» brilla insieme all’FCS, testimonial della splendida pianta dell’Associazione Floricoltori altoatesini

Alto Adige7 ore fa

Tavolo di coordinamento per la prevenzione della violenza di genere

Alto Adige7 ore fa

Sono 23 gli uomini che hanno completato la loro formazione da vigile del fuoco professionista

Bolzano7 ore fa

In 31 pronti a diventare segretario comunale: consegnati a Palazzo Widmann i diplomi

Alto Adige8 ore fa

I Carabinieri di Silandro e dei NAS di Trento chiudono un supermercato a causa dei topi

Bressanone8 ore fa

Centro di mobilità di Bressanone, sabato 28 maggio il taglio del nastro e la consegna del premio “Stazione dell’anno”

Alto Adige9 ore fa

Borse di studio in medicina: 18 posti all’UMCH di Amburgo

Arte e Cultura9 ore fa

Martedì 24 maggio alla biblioteca provinciale “Friedrich Teßmann”, autori altoatesini propongono una serie di letture dedicate al conflitto in Ucraina

Alto Adige10 ore fa

Coronavirus: 9 casi positivi da PCR e 212 test antigenici positivi

Val Venosta12 ore fa

Alloggi Ipes in val Venosta, italiani penalizzati, Urzì: «criteri di assegnazione da rivedere»

Merano12 ore fa

Merano: serata informativa sui lavori in via Portici e via Leonardo Da Vinci

Alto Adige12 ore fa

Scritte filorusse, imbrattata l’insegna del Gruppo consiliare di Fratelli d’Italia

Politica12 ore fa

Italia Viva Alto Adige Südtirol sul referendum provinciale del 29 maggio a favore del Sì

Ambiente Natura12 ore fa

Giornata mondiale delle api: se le api stanno bene, anche l’ambiente sta bene

Alto Adige13 ore fa

Sono 52 gli studenti che beneficeranno delle borse di studio della Regione per andare a scuola in Europa

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, auto esce di strada e finisce nel giardino di una casa

Bolzano2 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Sport2 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Benessere e Salute3 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Musica3 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Merano3 settimane fa

Referendum abrogativi popolari del 12 giugno 2022

Val Pusteria4 settimane fa

Era scomparsa a Valdaora: trovata dopo tre mesi la salma di Marianne Sagmeister

Alto Adige1 settimana fa

Coronavirus: tre i nuovi decessi, inoltre14 casi positivi da PCR e 536 test antigenici positivi

Italia ed estero3 settimane fa

Stop al canone RAI in bolletta. Cosa cambia dal 2023?

Alto Adige1 settimana fa

Bolzano: controlli della Polizia di Stato nel capoluogo, un denunciato per detenzione di cocaina e due espulsioni

Bolzano4 settimane fa

Ipertrofia Prostatica Benigna: a Bolzano i nuovi trattamenti non chirurgici

Archivi

Categorie

di tendenza