Connect with us

Bolzano

La Provincia rafforza la cooperazione fra Comuni

Pubblicato

-

Ammonta a 7 milioni di euro per i prossimi 3 anni il finanziamento che la Provincia di Bolzano – attraverso il bilancio della Regione – mette a disposizione a partire dal 2019 per le collaborazioni intercomunali per lo svolgimento di funzioni e servizi.

Grazie a questo finanziamento i Comuni possono realizzare sinergie su riscossione di tributi e tariffe, contabilità, concessione di licenze (pubblici esercizi, manifestazioni), front office per le pratiche edilizie e paesaggistiche, lavori pubblici, servizi demografici e gestione del personale.

Si prevede un ulteriore incremento del finanziamento nei prossimi 5 anni.

Pubblicità
Pubblicità

Collaborazioni, previste risorse aggiuntive

Dal novembre 2017 la legge provinciale sugli enti locali regola queste sinergie, prevedendo la possibilità di destinare risorse aggiuntive – provenienti anche dal bilancio regionale – a favore dei Comuni che deliberano autonomamente di svolgere funzioni e servizi in forma collaborativa intercomunale.

In questo modo vogliamo consentire agli enti locali di continuare a garantire anche in futuro l’ampio spettro di servizi efficaci e di alta qualità, così come stabilito dal nuovo ordinamento degli enti locali” ha chiarito il presidente Kompatscher in occasione della conferenza stampa del 25 novembre a Palazzo Widmann.

Pubblicità
Pubblicità

“Si tratta di una possibilità di adesione volontaria da parte dei Comuni, che intendiamo incoraggiare con un ulteriore finanziamento” ha sottolineato Kompatscher.

Ok dalla Giunta regionale al finanziamento

Proprio su proposta del presidente della Provincia e assessore ai Comuni, Arno Kompatscher, la Giunta nella sua seduta del 19 novembre ha posto ora le basi per il rafforzamento di queste collaborazioni.

Lo scorso 18 settembre la Giunta regionale aveva approvato lo stanziamento di 7 milioni di euro per sostenere le sinergie fra Comuni ad esempio per quanto riguarda gli uffici anagrafici o gli uffici tecnici, finalizzate da un lato ad una maggiore efficienza organizzativa e dall’altro ad un risparmio gestionale.

Pubblicità
Pubblicità

Nel corso della conferenza stampa il presidente del Consorzio dei Comuni Andreas Schatzer ha riferito dei “non facili lavori” propedeutici alla definizione degli ambiti territoriali entro i quali il servizio può essere condiviso.

Gli ambiti territoriali sono accomunati da caratteristiche simili per quanto riguarda caratteristiche geografiche e socio-economiche.

Prerequisiti per una condivisione efficace

La delibera della Giunta riguardante i servizi potenzialmente condivisi è stata elaborata per gli enti locali dalla Ripartizione provinciale competente, in accordo con il Consorzio dei Comuni – che ha approvato la bozza nel novembre 2018 – e con l’Unione autonoma dei segretari comunali della Provincia di Bolzano.

Il Consiglio dei Comuni ha approvato la proposta elaborata nel corso del 2019 grazie all’impegno di un gruppo di lavoro istituito ad hoc. I 105 Comuni interessati dal provvedimento con questa delibera vengono raggruppati in 25 ambiti territoriali ottimali.

Per 11 Comuni – Bolzano, Renon, Castelrotto, Sarentino, Appiano, Caldaro, Lana, Merano, Silandro, Brunico e Vipiteno – non sono previsti ambiti territoriali ottimali.

Fondamentale per la condivisione efficace di servizi e funzioni è una certa omogeneità, ha sottolineato Schatzer.

Per questo la definizione degli ambiti territoriali ottimali ha tenuto conto delle caratteristiche geografiche e socio-economiche dei singoli territori, nonchè delle sinergie già in essere.

I requisiti per l’accesso al finanziamento

Le novità per i Comuni sono stati illustrati dalla direttrice della Ripartizione Enti locali Marion Markart.

La dirigente ha sottolineato che i Comuni possono accedere al sostegno economico per lo svolgimento dei servizi in sinergia.

I requisiti sono stabiliti nell’accordo aggiuntivo per la finanza locale approvato la scorsa settimana dalla Giunta.

Il testo stabilisce che le sinergie possono riguardare la riscossione di tributi e tariffe, contabilità, concessione di licenze (pubblici esercizi, manifestazioni), front office per le pratiche edilizie e paesaggistiche, lavori pubblici, servizi demografici e gestione del personale.

Il requisito per attivare una sinergia è l’esercizio congiunto di almeno 2 servizi – fra quelli elencati nel regolamento – da parte di 2 Comuni o il servizio da parte di 3 Comuni.

Per i servizi in questione vengono finanziati 25.000 euro l’anno per ogni 2.000 abitanti (4.000 abitanti per collaborazioni in ambito di licenze del commercio o gestione del personale).

Le richieste di finanziamento possono essere presentate senza limiti di tempo, ma la richiesta per l’anno di riferimento deve pervenire entro la fine di ottobre dello stesso anno. Per il 2019 il termine di scadenza delle domande è il 3 dicembre.

Collaborazione già partita a Chiusa

La collaborazione fra Comuni è già partita nel Comune di Chiusa con i partner Barbiano, Velturno, Villandro e Ponte Gardena, ha riferito la sindaca Maria-Anna Gasser Fink.

Un’eccezione è rappresentata dal servizio di segreteria comunale, per il quale è già prevista una cooperazione al di fuori dell’accordo siglato dalla Giunta e dunque a prescindere dal numero di convenzioni stipulate. Per ciascun Comune questo servizio della Provincia viene finanziato con 25.000 euro.

NEWSLETTER

Alto Adige1 settimana fa

Indennità per i pendolari, in corso la revisione del sistema

Sport4 settimane fa

Foxes all’ultimo match casalingo del 2021: al Palaonda arriva l’Innsbruck

Alto Adige4 settimane fa

Bolzano, i problemi cardiaci gli impediscono di lavorare. Crowdfunding per Giancarlo

Politica3 settimane fa

Il comandante degli Alpini da Kompatscher: Protezione civile e Covid

Società4 settimane fa

Messa di Natale, Muser: “Un Natale per ritrovare il senso di comunità”

Alto Adige3 settimane fa

Incidente con due macchine coinvolte in Valle Isarco: intervengono i vigili del fuoco

Sport3 settimane fa

I Foxes perdono a Villach: il VSV si impone per 4 a 3 all’overtime

Alto Adige3 settimane fa

Labers: cede il freno a mano e la macchina precipita. Salvo il cagnolino rimasto intrappolato all’interno

Bolzano4 settimane fa

Minaccia i passanti con forbici e martello: straniero bloccato in centro a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Val Badia: auto cade in un fossato. Vigili del fuoco in intervento

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: oggi 3 gennaio 39 casi positivi da PCR e 404 test antigenici, un decesso

Merano3 settimane fa

Il conducente sbanda e distrugge l’automobile all’uscita di Postal

Merano4 settimane fa

Esce di strada sulla provinciale fra Marlengo e Cermes: intervengono i vigili del fuoco

Alto Adige4 settimane fa

Alto Adige, arrivano i kit per gli autotest degli alunni durante le vacanze di Natale

Bolzano2 settimane fa

Coronavirus: 1.361 contagi e un decesso nelle ultime 24 ore in Alto Adige

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Alpe Cimbra: il drago nato da Vaia è già un #must da vedere

La Tempesta Vaia che ha colpito il nord Italia e l’arco alpino alla fine del 2018 ha lasciato senza ombra di dubbio enormi cicatrici su tutto…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza