Connect with us

Laives

Laives: nove spettacoli per il 39° Concorso del Teatro Dialettale

Pubblicato

-

Da nord a sud della Penisola, dal passato al presente.

La 39° edizione del Concorso Nazionale del Teatro Dialettale Stefano Tait è pronta per iniziare con una serie di spettacoli che, come ogni anno, arricchiranno le serate culturali di Laives.

Il programma della manifestazione, organizzata dalla cooperativa “Laives Cultura e Spettacolo” e dalla Filodrammatica di Laives con il patrocinio del Comune, della Provincia di Bolzano e della Comunità Comprensoriale Oltradige-Bassa Atesina, è stato presentato nel corso di una conferenza stampa in municipio.

Pubblicità
Pubblicità

Nove spettacoli e due Cene con delitto: anche quest’anno la scelta del cartellone è stata accurata e attenta alle esigenze del nostro pubblico – ha spiegato Bruno De Bortoli, presidente della Filodrammatica – Sono stati scelti testi particolarmente brillanti e anche qualche spettacolo su cui riflettere”.

“Come sempre i nove spettacoli andranno in scena sul palco del teatro Gino Coseri. Non mancheranno diverse novità – ha aggiunto il direttore artistico Lors Frazza – Con due compagnie provenienti dal Sud che esordiranno per la prima volta nella nostra rassegna”.

“Anche quest’anno la presenza sul nostro territorio di compagnie teatrali prestigiose a livello nazionale non può che renderci molto orgogliosi del lavoro della Filodrammatica”, ha sottolineato il sindaco Christian Bianchi. Ringraziamenti che sono stati espressi anche dall’assessore alla Cultura, Raimondo Pusateri: “Questa manifestazione ha ormai acquisito enorme importanza nell’ambito nazionale del teatro dialettale, sia per la sua longevità che per l’ottima qualità delle proposte”.

Il debutto sarà venerdì 26 ottobre con la commedia “Mi, come al solito, starò alla cassa”, del gruppo teatrale triestino “La Barcaccia”. Si prosegue il 9 novembre con “Te’neramente ensema”, del gruppo trentino “Gianni Corradini”, mentre il 16 novembre andrà in scena “L’ultimo scugnizzo”, dell’associazione casertana “30 allora”. Il 7 dicembre sul palco salirà il gruppo veneto “La Moscheta” con “Ben Hur”, mentre l’11 gennaio toccherà ai veneti della Compagnia dell’Orso portare in scena “Il Bugiardo. Sempre veneti saranno gli spettacoli del 25 gennaio, “Tanto boridon par ninte” dell’associazione Schio Teatro Ottanta e dell’8 febbraio, “I promessi sposi” della compagnia “Teatro delle Arance”. Il 22 febbraio sul palco si parlerà calabrese con la compagnia “Codex 8&9” e il suo spettacolo “Volpi e galline”, mentre la chiusura della rassegna sarà affidata l’8 marzo alla nuova produzione della FiloCircus, “Sogno”.

Fuori abbonamento sono previste due cene con delitto: il 13 dicembre al Casagrande verrà proposta la “Nuova cena dei serpenti”, mentre il 17 gennaio all’Ideal la Filodrammatica presenterà una nuova cena con delitto, dal titolo “Un tranquillo weekend…dei morti”.

La campagna abbonamenti è già iniziata, per maggiori informazioni basta consultare il sito www.teatrofilolaives.it.

Ma intanto gli organizzatori sono già al lavoro per celebrare l’anno prossimo il prestigioso traguardo delle 40 edizioni con un nuovo testo teatrale.

Scarica qui il programma completo

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza