Connect with us

Politica

Matrimonio Lega-Svp, il deputato FdI Lollobrigida: “Non scambiamo la coerenza con nessuna poltrona”

Pubblicato

-

La Lega si appresta ad accettare un altro contratto di governo in Alto Adige con il partito che ha permesso la rielezione della Boschi in Parlamento cioè gli ‘antiitaliani’ della Sudtiroler Volkspartei.

Quelli del doppio passaporto solo per alcuni altoatesini e che ritengono l’Austria la loro ‘nazione protettrice’.

E’ una scelta difficile da digerire quanto l’alleanza con il Movimento 5 Stelle al governo nazionale“.

Pubblicità
Pubblicità

Queste le parole del capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia Francesco Lollobrigida, critico nei confronti dell’alleanza locale tra la Volkspartei e il partito di Salvini.

Con un intervento su Facebook di qualche giorno fa, Lollobrigida si dice dunque contrario a un matrimonio che per molti, soprattutto nell’area del centrodestra locale e nazionale, “non s’ha da fare”.

La radice della contrarietà, per il parlamentare di Fratelli d’Italia, sta nell’intrinseco paradosso tra lo slogan “prima gli italiani” portato dal Carroccio, e la naturale tendenza ‘sinistra’ e filo austriaca (quando non anti italiana) del partito di raccolta sudtirolese.

Noi con gli austriacanti non abbiamo nulla a che spartire. Non scambiamo la coerenza con nessuna poltrona. La nostra storia lo dimostra ampiamente. A 100 anni dalla Vittoria per la quale Grazie a Dio siamo italiani non prendo nemmeno in considerazione l’ipotesi di una alleanza con chi sta cancellando la memoria di quell’evento nelle terre irredente“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza