Connect with us

Italia ed estero

Media Usa: il rogo di Notre Dame ricorda l’11 settembre. Avanza l’ipotesi incendio doloso

Pubblicato

-

Francia sotto shock per il furioso incendio che questa sera (15 aprile) ha invaso il tetto e le guglie della cattedrale di Notre Dame distruggendo parte del suo prezioso patrimonio artistico.

Il crollo della guglia da 93 metri, simbolo di Parigi, ha lasciato una Nazione attonita per un accadimento che la stampa statunitense già non esita a definire simile al crollo delle Torri Gemelle, simbolo di Manhattan.

Le immagini della distruzione della secolare cattedrale, scrivono in molti, possono essere comparate per forza di impatto emotivo a quelle di New York del 2001.

La sequenza del cedimento della guglia e del tetto di Notre-Dame vengono riproposte ininterrottamente sulle tv Usa con in sottofondo le urla e la disperazione dei testimoni increduli.

E ora si fa strada l’ipotesi dell’incendio doloso data anche forse l’assenza totale di lavoratori dalla parte superiore della Cattedrale al momento del rogo.

La Francia, in queste ultime settimane, ha subito diversi incendi ad attività commerciali e non solo. Quanto accaduto oggi potrebbe essere un atto di dimensioni molto più ampie rispetto alle ipotesi giunte sino ad ora.

Pubblicità
Pubblicità

Italia ed estero

Austria: una mamma e le sue due gemelle morte di fame a Vienna

Pubblicato

-

A Vienna una donna di 45 anni e le sue gemelle 18enni sono morte di fame.

La terribile scoperta dei corpi senza vita è avvenuto lo scorso martedì dalla polizia austriaca all’interno di un appartamento in un condominio nel distretto Floridsdorf.

Il terribile esito dell’esame autoptico ha svelato una realtà dunque agghiacciante. “L’esame tossicologico non ha rivelato tracce di avvelenamento“, hanno precisato gli inquirenti che da subito hanno escluso che si potesse trattare di omicidio.

La morte delle tre donne risale tra fine marzo e inizio aprile.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Italia ed estero

In Germania da oggi si potrà sparare ai lupi per difesa

Pubblicato

-

Un disegno di legge del ministro dell’Ambiente tedesco Svenja Schulze (SPD) prevede che da oggi in Germania si potrà sparare ai lupi. Sarà inoltre vietato nutrire e attirare i predatori alpini.

Il testo ora dovrà passare dal Parlamento dove verranno inseriti dei limiti ma non prevede comunque al momento alcuna sanzione per chi sparerà ai lupi per difendere la propria vita.

L’approvazione del ddl è avvenuta in seguito ad una serie di pericolosi attacchi, in aumento soprattutto verso gli uomini,

Questo provvedimento – ha infatti spiegato il ministro dell’Agricoltura Klöcknerè stato necessario in considerazione del “rapido aumento della popolazione dei lupi anche di allevamento, il cui numero va tenuto sotto stretto controllo“.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Italia ed estero

Malesia: un sondaggio su Instagram decide per il suicidio di una 16enne

Pubblicato

-

Aveva lanciato un sondaggio su Instagram in base al quale gli utenti avrebbero dovuto decidere per la sua vita o per la sua morte: è stato così che una 16enne della Malesia si è tolta la vita dopo che ben il 69 per cento dei votanti le ha suggerito di ammazzarsi.

Un assurdo fatto di cronaca accaduto a Kuching e all’interno del social network da dove la ragazzina ha lanciato il messaggio: “Molto importante, aiutatemi a scegliere tra D/L“, ha scritto, usando le iniziali delle parole “morte” e “vita” in inglese (death e life).

E ora la polemica incalza assieme all’inchiesta che si occuperà di evitare ulteriori abusi sui social media in futuro.

Un caso simile questo, a quello dell’adolescente britannica Molly Russell, morta suicida nel 2017 a 14 anni dopo aver assistito a scene di autolesionismo e suicidio sempre su Instagram.

Già a febbraio il social network “giovane” era corso ai ripari vietando quindi le pubblicazioni che promuovono automutilazioni o esempi di soggetti che si tolgono la vita.

L’avvocato della famiglia dell’adolescente malese ha comunque spiegato che gli utenti che hanno votato in favore della morte potrebbero essere accusati di istigazione al suicidio.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza