Connect with us

Arte e Cultura

Morto Andrea Camilleri, addio al “papà” di Montalbano

Pubblicato

-

Lo scrittore Andrea Camilleri è morto questa mattina all’ospedale Santo Spirito di Roma dove era ricoverato da tempo.

Camilleri, siciliano della provincia di Agrigento , è morto a 93 anni.

Rimangono di lui, tra le opere più famose, i libri della saga del commissario Montalbano. Certo i più famosi e apprezzati tanto da dare vita, già da molti anni, anche alla serie televisiva della Rai.

Pubblicità
Pubblicità

Nel bollettino del nosocomio romano si legge che “le condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali. Per volontà del maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio“.

Se potessi, vorrei finire la mia carriera seduto in una piazza a raccontare storie e alla fine del mio cunto passare tra il pubblico con la coppola in mano“.

Così rispondeva Camilleri a chi gli chiedeva come mai a 93 anni non si fosse ancora deciso ad andare in pensione.

E lo scrittore era davvero molto attivo tanto che in questi ultimi giorni, alle antiche Terme di Caracalla, stava preparando lo spettacolo “Autodifesa di Caino”.

Oggi mancherà soprattutto per il commissario che lo ha reso celebre. Era il ’94 quando Sellerio portava in libreria La Forma dell’Acqua, primo romanzo della serie che ha come protagonista il commissario siciliano.

Romanzo dopo romanzo, ne sono usciti trenta. Voleva fermarsi alla seconda opera, ma grazie all’opposizione dell’editrice Elvira Sellerio e ai numeri delle vendite continuò a produrre storie per altri 25 anni.

Il maestro scriveva e diceva solo ciò che pensava. Non si lasciava mai andare alle difficoltà del corpo che non rispondeva più alla velocità della mente. Diceva di non avere rimpianti o paure.

Rimane da dire qualcosa che quasi nessuno sa: Andrea Camilleri nasce nel 1925, ma nella prima parte della vita, sino alla soglia dei settant’anni, non si occupa quasi mai di libri. Il suo lavoro, precedentemente, era quello di regista teatrale e di sceneggiatore.

Per decenni, nel tempo libero, scribacchia romanzetti e racconti, senza alcun successo, anzi, il primo libro lo deve pubblicare a proprie spese. Poi, all’improvviso, all’età in cui si va in pensione, diventa lo scrittore più richiesto d’Italia.

Il successo gli piomba addosso fra il 1992 e il 1994 con La stagione della caccia (ambientato nella Vigata ottocentesca) e soprattutto proprio con La forma dell’acqua, il primo romanzo con protagonista Montalbano.

L’ultima opera è “Il cuoco dell’Alcyon”, sempre sulle avventure del commissario di Vigata.

Pubblicità
Pubblicità

Musica

Concerto “Jova Beach” a Plan de Corones: treni speciali e sicurezza. Attese 28mila persone

Pubblicato

-

Treni aggiuntivi per la ferrovia della Val Pusteria e servizi di bus navetta saranno attivati in occasione di “Jova Beach”, il concerto di Jovanotti programmato a Plan de Corones oggi, sabato 24 agosto.

Collegamenti ogni mezz’ora in entrambe le direzioni

Sulla linea ferroviaria della Val Pusteria tra Fortezza e San Candido verranno utilizzati 13 treni FLIRT aggiuntivi. In tarda serata fino a poco dopo mezzanotte forniranno collegamenti ferroviari ogni mezz’ora in entrambe le direzioni.

Pubblicità
Pubblicità

“Dopo il concerto, tra le 21 e mezzanotte, oltre 5.000 passeggeri per direzione potranno essere trasportati su questi treni speciali, il che contribuirà a una significativa riduzione del traffico” spiega l’assessore provinciale Alfreider.

Durante il giorno, la linea ferroviaria della Val Pusteria viaggia a cadenza oraria, dalle 19,50 la frequenza dei treni sarà ogni mezz’ora. Per gli spettatori con un biglietto valido per il concerto, l’uso di tutti i treni sulla tratta tra Fortezza e San Candido sarà gratuito per tutta la giornata del 24 agosto e la notte del 25 agosto 2019. Tutti gli altri passeggeri possono utilizzare i treni e i treni speciali come di consueto con l’Alto Adige Pass o i biglietti e gli abbonamenti validi in Alto Adige.

I biglietti non sono validi come biglietti d’ingresso. Il concerto si svolgerà sulla cima del Plan de Corones, a 2.275 m di altitudine e la zona concerti è raggiungibile tramite tutti gli impianti di risalita dell’area. Informazioni sui biglietti per il concerto e per l’uso degli impianti di risalita, così come su eventuali modifiche al programma della giornata sono disponibili sul sito della società Skirama Kronplatz che organizza l’evento.

Attese 28.000 persone: misure per la sicurezza pubblica

Al maxi evento sono attese circa 28.000 persone. Le incertezze meteorologiche e il protrarsi della manifestazione oltre l’imbrunire rendono necessario, per motivi di pubblica sicurezza, autorizzare l’afflusso e deflusso delle persone al Plan de Corones esclusivamente con i quattro impianti di risalita, con conseguente divieto assoluto di circolazione con veicoli e a piedi nella zona in quota sopra i 2.000 m. s.l.m. Questo è quanto previsto dall’ordinanza emanata oggi dal Presidente della Provincia.

Vige il divieto di circolazione dalle 6:00 di domani, sabato 24 agosto, all’1:00 di domenica 25 agosto a piedi o con qualsiasi veicolo, a motore e non, nella zona in quota sopra i 2.000 m. s.l.m. Sono esclusi da tale divieto i veicoli a motore dotati di CAR-PASS rilasciati dalla Skirama Kronplatz nonché tutti i mezzi di pubblico servizio e pronto soccorso. In caso di violazioni sono previste sanzioni pecuniarie.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Arte

Unika, dal 29 agosto la 25ma Fiera dell’Arte della val Gardena

Pubblicato

-

Dal 29 agosto al 1°settembre in Val Gardena è di nuovo tempo di Unika. L’edizione di quest’anno, in cui ricorre il 25mo anniversario, vedrà la partecipazione di 75 artisti in totale. Tutti i 32 membri oggi attivi vi prenderanno parte. Hanno accolto l’invito con entusiasmo anche 43 ex membri.

I visitatori potranno cogliere in una visione d’insieme, mai vista finora in questo contesto, la grande famiglia di artisti della mostra gardenese.

Il vernissage si terrà mercoledì 28 agosto alle ore 18:00 al Tennis Center di Ortisei/Roncadizza.

Pubblicità
Pubblicità

Il repertorio espositivo degli artisti UNIKA ha trovato spazio a Taiwan (Museum a Taipeh), Wales/USA (simposio e galleria espositiva), Tanzania/Africa (world wood day), Islanda (sculture di neve) e in altri luoghi.

In Europa gli artisti hanno esposto ed espongono tuttora le loro opere in quasi tutti i Paesi. In tutti questi anni hanno fatto parte di questo gruppo scultori e pittori, molti dei quali si avvalgono di UNIKA come piattaforma e trampolino di lancio per la loro carriera.

Tra di loro figurano artisti di fama mondiale che da molto tempo si sono fatti un nome sulla scena artistica internazionale, come Aron Demetz, Peter Demetz, Bruno Walpoth, Ivan Lardschneider, Wilfried Senoner, solo per menzionarne alcuni.

Le opere sono cambiate, dell’idea originaria è rimasto il senso di appartenenza e la capacità di esaltazione dei gardenesi. Come evidenzia senza dubbio la “vintecinch (che in ladino significa 25) UNIKA 2019”.

Questo gruppo cerca costantemente di aprirsi al nuovo. I giovani artisti e, recentemente, anche il mondo della fotografia trovano in UNIKA un’opportunità di farsi conoscere.

L’evento clou annuale è la Fiera dell’arte UNIKA, oggi conosciuta ben al di là dei confini provinciali, in occasione della quale per quattro giorni gli espositori si presentano a un pubblico internazionale appassionato d’arte e artigianato. Sono migliaia gli amanti dell’arte che ogni anno vengono appositamente a visitare la rassegna, anche questa volta curata dal critico e storico dell’arte perugino Andrea Baffoni.

Il Presidente di UNIKA Christian Stl Holzknecht, in carica da quattro anni, è soddisfatto perché – sostiene –“La costituzione di UNIKA 25 anni fa e il fermento creativo e intellettuale che ne è seguito hanno contribuito in misura determinante alla sopravvivenza dell’artigianato artistico di qualità”.

Ciascun artista esporrà al pubblico fino a tre opere. Quest’incontro tra tante opere d’arte dai più diversi orientamenti stilistici rischia di rappresentare una provocazione, ma è anche un’opportunità per rispecchiare la versatilità ad ampio spettro di questo mondo.

UNIKA 2019: Visite guidate speciali e laboratorio creativo per bambini

Su richiesta saranno organizzate visite guidate speciali alla galleria creativa comune di UNIKA 2019. Il catalogo della mostra d’anniversario, che sarà puntualmente pubblicato per UNIKA, illustrerà tutti i pezzi d’esposizione.

Nei pomeriggi di UNIKA (ore 14.00-18.30) saranno proposti gratuitamente laboratori creativi per bambini e ragazzi fino ai 18 anni di età, dove i “piccoli grandi artisti” potranno immergersi nel mondo dell’arte, cimentarsi, sperimentare e dare libero sfogo alla loro creatività.

 

 

 

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Arte e Cultura

Mostra sulla scuola ladina, ultima settimana per visitarla

Pubblicato

-

È aperta ancora fino a domenica 25 agosto al Museum Ladin Ciastel de Tor a San Martino in Badia la mostra dedicata alla scuola nelle valli ladine.

La mostra temporanea Zacan y Incö – La scuola nelle valli ladine intende far conoscere al grande pubblico questa significativa realtà, capace di garantire una formazione plurilingue nel rispetto della cultura ladina.

Lo fa raccontando le vicende della scuola ladina dagli albori ad oggi sulla scorta di documenti, immagini, oggetti ed elementi simbolici, nell’ambito di uno stimolante itinerario storico-didattico. 

Pubblicità
Pubblicità

In agosto il Museum Ladin Ciastel de Tor è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle 18 e la domenica dalle ore 14 alle 18.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza