Connect with us

Bolzano

Omicidio Heuschreck: Quici condannata a 16 anni

Pubblicato

-

Foto altoadigeinnovazione.it

Ester Quici, accusata di aver ucciso nel 2015 il compagno Alessandro Heuschreck nella loro abitazione a Bolzano, è stata condannata dalla corte d’assise d’appello a 16 anni di reclusione per omicidio volontario.

Il verdetto, emesso dopo quattro ore e mezzo di camera di consiglio ha accolto la richiesta dell’accusa, condannando Quici non per omicidio preterintenzionale ma volontario. Con l’applicazione delle attenuanti la pena è scesa a 16 anni. Due in più della condanna in primo grado.

La pena inflitta in primo grado era infatti di 14 anni mentre in entrambi i gradi l’accusa aveva chiesto 24 anni.

Pubblicità
Pubblicità

A distanza di tre anni e mezzo si risolve così il giallo di Corso Libertà dove Alessandro Heuschreck ferito da 18 coltellate è morto dissanguato nell’appartamento della coppia.

La donna si è sempre dichiarata innocente, spiegando le ferite con un atto di autolesionismo del compagno. La difesa ha annunciato ricorso in cassazione.

Bolzano

Giorno della Memoria

Pubblicato

-

Questo il programma delle Cerimonie che avranno luogo lunedì 27 gennaio in occasione del Giorno della Memoria:

Ore 10.15
Deposizione di corone in via Resia 80 in memoria dei deportati del Lager e dei Sinti vittime dell’Olocausto
Ore 11.00
Deposizione di una corona al Monumento dedicato agli Ebrei della Regione, presso il Cimitero Ebraico di Oltrisarco, con i rappresentanti della Comunità Ebraica
Ore 11.15
Deposizione di una corona al Monumento di Manlio Longon presso il Cimitero Maggiore di Oltrisarco
Ore 11.45
Deposizione di una corona al Monumento alla deportazione di via Pacinotti con brevi letture e musiche a cura di Remember Festival, Centro Giovanile “Villa delle Rose”

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Bolzano

Richieste per l’assegnazione di immobili comunali per scopi sociali

Pubblicato

-

Il Comune di Bolzano può concedere in uso locali di sua proprietà, o che si trovano nella sua disponibilità ad altro titolo, a persone giuridiche e associazioni a condizione che operino nel territorio comunale, non abbiano fini di lucro e perseguano, in base allo statuto, interessi collettivi.

Le richieste per l’assegnazione di spazi per scopi sociali in immobili comunali devono essere presentate o rinnovate entro il 31 gennaio di ogni anno.

I moduli per la presentazione della domanda o del rinnovo e le informazioni in merito alla concessione sono a disposizione sul sito del Comune di Bolzano alla pagina web “Assegnazione di immobili comunali per scopi sociali

Pubblicità
Pubblicità

Alla domanda deve essere allegata la seguente documentazione:

  • statuto dell’associazione
  • relazione sul programma delle attività per l’anno in corso
  • ultimo rendiconto approvato dell’ente
  • eventuale documentazione che dimostri l’obbligo del richiedente di rilasciare l’immobile attualmente in uso per esigenze del proprietario dell’immobile

Costi: Marca da bollo da 16,00 Euro (Motivare se non dovuta e allegare relativa documentazione. Nel caso in cui alla domanda non sia apposta la marca da bollo e la mancata apposizione non sia adeguatamente giustificata, l’Amministrazione sarà tenuta a segnalare la violazione all’Agenzia delle Entrate).

Per informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Patrimonio
via Vincenzo Lancia 4/A settore A – 2° piano, stanza n. 206-208, Pec: 8.1.0@pec.bolzano.bozen.it

Continua a leggere

Bolzano

Sicurezza: dal 10 febbraio stop a camion e mezzi pesanti in centro città

Pubblicato

-

Il transito dei mezzi pesanti (autocarri ed autoarticolati) lungo le vie cittadine rappresenta un pericolo, spesso causa d’incidenti anche gravi per l’utenza debole (pedoni e ciclisti). Si è reso pertanto necessario provvedere a misure che favoriscano la sicurezza stradale limitando il transito nel centro abitato e convogliando quello di passaggio attraverso la città, su itinerari prioritari“.

Così l’Ufficio Mobilità del Comune di Bolzano, che negli scorsi mesi ha elaborato un piano di intervento già illustrato e condiviso a livello tecnico, agli stakeholder del settore, ed in particolare LVH-Waren, CNA/SHV, Assoimprenditori, Unione Commercio, Polizia Municipale, oltre alle maggiori aziende della Val Sarentino (Sarner Holz e Kröss).

Si tratta in sostanza dell’ampliamento delle strade già soggette a limitazioni > 3,5t (eccetto operazioni di carico-scarico) nelle zone più sensibili, in modo tale da obbligare il transito di autocarri ed autoarticolati verso le valli limitrofe solo su vie di ordine superiore, cioè dotate di sufficienti protezioni (marciapiedi, semafori, paletti, ecc.).

Pubblicità
Pubblicità

Dopo aver messo in sicurezza l‘incrocio di piazza Mazzini, sono state ora individuate strade “super-sensibili” cioè con la presenza di scuole e percorsi frequentati da scolari e studenti, nelle quali è istituito il divieto assoluto di transito >3,t dalle ore 7.15 alle ore 8.15 con la sola eccezione dei bus in servizio di linea.

I divieti e le limitazioni indicati nell’ordinanza in questione, scatteranno a partire dal prossimo 10 febbraio una volta predisposta e opportunamente collocata la relativa segnaletica stradale.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza