Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Percezione e prevenzione delle TBE nella Provincia autonoma di Bolzano

Pubblicato

-

Nella Provincia autonoma di Bolzano la conoscenza della TBE è piuttosto bassa: soltanto il 33% della popolazione intervistata è a conoscenza della malattia rispetto al totale rilevato nelle zone endemiche (43%) e i centri vaccinali sono la primaria fonte di informazione sulla TBE per la popolazione (64%), seguiti da famiglia, amici e conoscenti, ASL e programmi TV (12%) e le notizie sui media (9%).

Un terzo dei bolzanini ritiene la TBE una malattia grave (37%) contro il 38% del totale delle zone endemiche e del 40% del totale della popolazione nazionale, ma solo il 35% sa che la malattia si può prevenire con un vaccino. Una gran parte degli intervistati (76%), inoltre ritiene molto elevato il rischio di essere morsa da una zecca, ma solo l’11% ne ha avuto esperienza.

Resta bassa la conoscenza del vaccino contro la TBE (31%) e soprattutto la copertura vaccinale (27%). Considerato il potenziale rischio a cui è esposta la popolazione residente, la Provincia autonoma di Bolzano ha ritenuto opportuno prendere un importante provvedimento di Sanità Pubblica per tutelare al meglio la salute dei suoi abitanti offrendo gratuitamente la vaccinazione anti-TBE a tutti i residenti nella provincia e ai gruppi a rischio per esposizione professionale, in particolare lavoratori in aree endemiche e in zone rurali e boschive (es. contadini, militari).

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ulteriori informazioni sull’Encefalite da zecca (TBE)

L’encefalite da zecca (TBE) è una malattia infettiva virale che attacca il sistema nervoso centrale e
può provocare sintomi neurologici a lungo termine e persino il decesso. La TBE è causata da un virus (genere Flavivirus, famiglia Flaviviridae) che include tre sottotipi:

1. Il sottotipo europeo, trasmesso dalla zecca Ixodes (I.) ricinus, che possono trovarsi nelle zone
rurali e boschive d’Europa;
2. Sottotipo siberiano, trasmesso da zecca I. persulcatus, endemico nella regione degli Urali, Siberia
e la Russia dell’estremo oriente, e anche in alcuni paesi del Nordest europeo
3. Sottotipo dell’Estremo Oriente, trasmesso principalmente da zecca I. persulcatus, endemico
nell’estremo oriente della Russia e nelle regioni boscose di Cina e Giappone.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Trasmissione

Depositari del virus della TBE sono principalmente piccoli roditori (arvicole, topi) e insettivori (toporagni). Altri ospiti che supportano indirettamente la circolazione del virusfavorendo la moltiplicazione delle
zecche sono diverse specie di mammiferi selvatici e domestici (in particolare lepri, cervi, cinghiali,
pecore, bovini, capre).

Il virus TBE viene trasmesso dal morso di zecche infette. Gli esseri umani possono acquisire l’infezione anche attraverso il consumo di latte e prodotti del latte non pastorizzati infetti. Il virus TBE non è direttamente trasmesso da un essere umano all’altro, a parte la possibilità della trasmissione verticale da una madre infetta al feto.

Aspetti clinici

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il periodo di incubazione della TBE è in media di 7 giorni, ma sono stati riportati casi di incubazione
fino a 28 giorni. Circa 2/3 delle infezioni da TBE non sono sintomatiche. Nei casi clinici, la TBE segue un corso bifasico. La prima fase viremica dura cinque (intervallo 2-10) giorni ed è associata a sintomi non specifici
(febbre, affaticamento, mal di testa, mialgia, nausea). Questa fase è seguita da un intervallo asintomatico della durata di sette (intervallo 1–33) giorni che precedono la seconda fase, quando è coinvolto il sistema nervoso centrale (meningite, meningoencefalite, mielite, paralisi, radicolite).

Il sottotipo europeo è associato alla malattia più lieve, con il 20-30% dei pazienti che sperimentano la seconda fase, mentre il tasso di mortalità è dello 0,5-2% e problemi neurologici gravisi riscontrano
fino al 10% dei pazienti.

Accorgimenti per la prevenzione

• La vaccinazione contro la TBE è considerata il mezzo più efficace per prevenire la TBE nei paesi
endemici;
• Indossare indumenti protettivi con maniche lunghe, pantaloni lunghi e stivali sui quali va spruzzato un insetticida appropriato;
• Ispezionare bene il proprio corpo dopo aver effettuato attività all’aria aperta per escludere la
presenza di zecche e, nell’eventualità, rimuoverle utilizzando delle pinzette dalla punta sottile;
• Evitare, nelle aree a rischio, anche il consumo di latte e di prodotti del latte non pastorizzati

NEWSLETTER

Bolzano50 minuti fa

Alto Adige, prendevano il controllo dei bancomat svuotandoli dal contante: arrestato un cittadino moldavo

Politica4 ore fa

Elezioni 2022, il Team K presenta i suoi candidati alle prossime politiche: Franz Ploner per la circoscrizione elettorale della Camera Alto Adige Nord

Società4 ore fa

Studenti fragili, le proposte del Coordinamento nazionale dei docenti alla classe politica

Alto Adige5 ore fa

Coronavirus: 7 casi positivi da PCR e 418 test antigenici positivi

Bolzano5 ore fa

Miss Italia: a San Leonardo vince la 22 enne Mariarosaria Perrotta

Valle Isarco8 ore fa

Maltempo a Fleres, liberato dai detriti il letto dei Rio Cogolo: le attrezzature rimarranno sul posto per eventuali emergenze

Alto Adige9 ore fa

Ferragosto, intensificata l’attività della Polizia: arrestate 3 persone, controllati 613 veicoli e 68 treni

Alto Adige1 giorno fa

Violento incidente sulla statale del Brennero: tre veicoli coinvolti e una donna elitrasportata all’ospedale

Val Venosta1 giorno fa

Autoarticolato si ribalta sulla statale della Val Venosta: lunghe code e disagi al traffico

Alto Adige1 giorno fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 109 test antigenici positivi, un decesso

Alto Adige1 giorno fa

Maltempo, temporali e grandine sull’Alto Adige: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Alto Adige1 giorno fa

Incendio boschivo a Collepietra: determinante l’intervento dei vigili del fuoco

Alto Adige2 giorni fa

Coronavirus: 3 casi positivi da PCR e 77 test antigenici positivi

Alto Adige3 giorni fa

Operazione “Stazioni sicure”: il bilancio dei controlli della Polizia di Stato

Alto Adige3 giorni fa

Coronavirus: 4 casi positivi da PCR e 153 test antigenici positivi

Alto Adige5 giorni fa

Tragico incidente in moto sulla Mendola, tentano il sorpasso ma perdono il controllo del mezzo: muore giovane coppia di fidanzati

Merano5 giorni fa

Midsummer Night a Merano. Il Superstar Show accende Ferragosto

Alto Adige1 giorno fa

Violento incidente sulla statale del Brennero: tre veicoli coinvolti e una donna elitrasportata all’ospedale

Arte e Cultura5 giorni fa

Ferragosto tra escursioni al Renon, musei e gastronomia: «Lasciatevi sorprendere da Bolzano»

Alto Adige1 giorno fa

Maltempo, temporali e grandine sull’Alto Adige: numerosi gli interventi dei vigili del fuoco

Alto Adige3 giorni fa

Incendio ad alta quota, fiamme su Cima Gallina a 2000 metri distruggono una malga

Bolzano5 giorni fa

Bolzano: arrestato per spaccio di stupefacenti un commerciante straniero

Sport5 giorni fa

FC Südtirol: storico debutto sul campo del Brescia

Val Venosta1 giorno fa

Autoarticolato si ribalta sulla statale della Val Venosta: lunghe code e disagi al traffico

Ambiente Natura5 giorni fa

Rablà: continua il lavoro di eradicazione della pianta aliena

Bolzano5 giorni fa

Arrestato dalla Polizia di Stato un cittadino tunisino per numerosi furti avvenuti a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Fiamme e siccità: nuovi roghi sulle strade del Guncina e a Naz Sciaves

Alto Adige4 settimane fa

Caldo torrido previsto in Alto Adige: da venerdì allerta rossa

Alto Adige3 giorni fa

Operazione “Stazioni sicure”: il bilancio dei controlli della Polizia di Stato

Laives5 giorni fa

Lo sportello SEAB a Laives cambia sede

Archivi

Categorie

di tendenza