Connect with us

Bolzano

Polizia penitenziaria: carenza di personale femminile nel carcere di Bolzano

Pubblicato

-

Il SiNaPPe (sindacato nazionale autonomo di polizia penitenziaria) ha inviato qualche giorno fa un’informativa al Direttore Generale del personale e delle Risorse a Roma e al Provveditore Regionale per il Triveneto, constatando una carenza di personale femminile, considerata la necessità di espletare una serie di compiti, tra cui le perquisizioni ai famigliari dei detenuti.

Attualmente risulta solo un’operatrice appartenente al ruolo agenti/assistenti che opera all’interno della struttra e due sulla “carta” poiché una assente per gravi motivi famigliari e un’altra per impegni sportivi ufficiali.

Naturalmente l’unica operatrice è soggetta anche a riposi – congedi, prelevando in taluni casi anche personale dalla sezione carceraria trentina con dispendio di energie e risorse.

Pubblicità
Pubblicità

Questa è la lettera firmata dal SiNaPPe inviata anche al direttore del carcere di Bolzano Francesca Gioieni: “E’ ormai consolidato come la carenza di personale femminile di polizia penitenziaria presso la Casa Circondariale di Bolzano sia divenuto un problema non più procrastinabile, considerata la necessità, ad esempio, di effettuare le perquisizioni alle familiari dei detenuti, nei giorni di colloquio, che non trovano il giusto compimento.

Si fa presente che nel penitenziario opera effettivamente una sola poliziotta appartenente al ruolo agenti/assistenti, preso atto che le altre due unità amministrate“sulla carta” sono assenti legittimate, motivo per cui a quell’unica unità presente, grava tutto l’onere lavorativo.

Chiaramente la stessa fruisce dei riposi e dei congedi previsti ed in tali casi, la sua assenza, fa emergere di più la problematica connessa alla predetta carenza organica.

Per sopperire a tale difficoltà, si fa ricorso necessariamente all’organico femminile in forza all’Istituto di Trento che, più volte a settimana, viene inviato in servizio di missione presso il carcere bolzanino; il tutto con evidenti costi per l’Amministrazione ed un accumulo di stress per le dipendenti che, oltre il turno di lavoro, devono sobbarcarsi l’onere fisico del viaggio.

Pertanto, considerando che nessuna delle neo agenti uscenti dal 174° Corso è stata indirizzata verso l’Istituto di Bolzano, si chiede di tener conto di quanto evidenziato, per la prossima destinazione del 175° corso, tuttora in atto, affinché si possa garantire la “quota rosa” all’Istituto, indispensabile per la corretta effettuazione dell’attività penitenziaria”.

Pubblicità
Pubblicità

Bolzano

Bolzano, processo a terroristi islamici: condannati in sei. 12 anni per il Mullah Krekar

Pubblicato

-

Sei dei componenti di una cellula jihadista che operava in Alto Adige nel 2015 sono stati condannati oggi (15 luglio) dalla Corte d’Assise di Bolzano.

L’accusa per i sei è quella di aver pianificato alcuni attacchi terroristici sotto la guida del 62enne iracheno Mullah Krekar, condannato a 12 anni di reclusione.

Krekar vive ancora in Norvegia e proprio da li coordinava in parte la cellula terroristica  “Rawthi Shax“.

Pubblicità
Pubblicità

La Corte ha condannato anche gli altri cinque componenti della cellula: Rahim Karim Twana e Hamasalih Wahab Awat a 9 anni di reclusione, mentre la pena inflitta a Abdul Rahman Rahim Zana, Jalal Fatah Kamil e Hamad Bakr ammonta a 7 anni e 6 mesi ciascuno.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Asiago, fuori pista un aereo dell’Aeroclub di Bolzano: illesi pilota ferrarese e allievo bolzanino

Pubblicato

-

Paura nel pomeriggio di sabato 13 luglio per un 59enne pilota di Ferrara e per il suo allievo bolzanino finiti fuori pista poco dopo il decollo dall’aeroporto “Romeo Sartori” di Asiago.

A causare l’incidente un’improvvisa quanto violenta raffica di vento che ha destabilizzato il biposto monomotore di proprietà dell’Aeroclub Bolzano sul quale si trovavano i due.

L’aereo è finito su un terrapieno uscendone danneggiato. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco che hanno messo in sicurezza il velivolo svuotandolo dei 150 litri di carburante, per evitare il rischio che il mezzo prendesse fuoco.

Pubblicità
Pubblicità

Il pilota e il suo allievo sono usciti illesi dall’abitacolo: partiti da Bolzano e arrivati ad Asiago, avrebbero dovuto fare ritorno nel capoluogo nel pomeriggio.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Eclissi di luna: osservazione sul Talvera col Museo di scienze

Pubblicato

-

Martedì 16 luglio, dalle ore 22 all’una di notte circa, nei cieli dell’Alto Adige sarà visibile un’eclissi parziale di luna. La luna entrerà nel cono d’ombra della Terra e sarà oscurata per circa due terzi, prendendo una caratteristica forma a barchetta.

Per ammirare meglio l’interessante fenomeno, il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige e il gruppo astrofili “Max Valier” organizzano una serata di osservazione al telescopio sui prati del Talvera a Bolzano.

L’appuntamento è dalle ore 21.30 alle 23.30 circa ed è aperto gratuitamente a tutti gli interessati. Punto di ritrovo: prati del Talvera in zona ponte Talvera (caffè Theiner), sul lato orografico sinistro del fiume. La manifestazione si terrà solo in caso di bel tempo.

Pubblicità
Pubblicità

L’eclissi precede di qualche giorno l’apertura della mostra che il museo dedica al primo uomo sulla luna, dal titolo “Pazzi per la Luna”, che sarà inaugurata sabato 20 luglio, alle ore 11.

Per l’occasione il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige rimarrà aperto gratuitamente fino alle ore 22.30.

Previsto anche un programma di visite guidate gratuite col direttore, l’astrofisico David Gruber (alle ore 20 in tedesco, alle 21.30 in italiano). 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza