Connect with us

Bolzano

Prostitute bolzanine e giro di droga, chiuso dalla Questura l’affittacamere Post di Cardano

Pubblicato

-

Chiusura di 15 giorni dell’affittacamere “Post” di Cardano da parte della questura di Bolzano per favoreggiamento della prostituzione.

Su segnalazione dei Carabinieri di Cornedo all’Isarco, il questore ha accertato che nella struttura ricettiva veniva dato abitualmente spazio a donne che si prostituiscono in diverse zone di Bolzano, a pregiudicati in genere e ad altre persone con precedenti per sfruttamento della prostituzione.

Già nel novembre del 2017, il Sindaco del Comune di Cornedo all’Isarco aveva disposto la chiusura per cinque giorni dell’attività in seguito all’accertamento, sempre da parte dei Carabinieri, di alcune infrazioni per la mancata pubblicità dei prezzi.

Nell’ottobre di quest’anno, nel corso di un’operazione antidroga alla quale ha preso parte anche un’unità cinofila, il locale era stato perquisito con il sequestro di hashish e marijuana.

Pochi giorni fa, infine, un anziano ha richiesto l’intervento dei Carabinieri, sostenendo di aver subìto il furto di denaro e di un “gratta e vinci” all’interno dell’affittacamere, dove si era recato in compagnia di una prostituta, incontrata lungo via Macello.

Nella stanza la donna gli avrebbe chiesto dei soldi per andare a comprare delle birre e, mentre lui rimaneva in attesa del suo ritorno, sarebbe arrivato un uomo, spacciatosi per un fratello della prostituta che, con la scusa di aiutarlo a rivestirsi, lo avrebbe derubato.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza