Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Province Bolzano e Trento, in bilancio 444 milioni di euro in più 2022

Pubblicato

-

Le complesse trattive finanziarie con il Governo, che hanno potuto portare a termine la scorsa settimana, sono state il secondo tema proposto dai presidenti delle Province di Bolzano e di Trento Arno Kompatscher e Maurizio Fugatti nell’ambito della conferenza stampa congiunta tenuta ieri (4 novembre) a Salorno.

Entrambi hanno parlato di “un ottimo risultato ottenuto dopo trattative difficili”. Grazie all’accordo raggiunto con lo Stato, le Province disporranno, assieme, di complessivi 444 milioni di euro in più nei bilanci per il 2022 (la Provincia di Bolzano di 237 e la Provincia di Trento di 207), e negli anni successivi annualmente di circa 254 milioni di euro (Alto Adige: 137 milioni di euro, Trentino: 117 milioni di euro).

L’importo superiore relativo al primo anno deriva dal fatto che lo Stato va a equiparare i debiti  derivanti dagli anni precedenti, mentre negli anni a seguire verserà esclusivamente i rimborsi annuali ordinari dello Stato alle Province, ovvero verranno a valere i contributi ridotti delle due Province allo Stato. Oltre a questi importi sono stati garantiti ulteriori versamenti annuali alle due Province da parte dello Stato.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il presidente Kompatscher ha spiegato che alle due Province importava soprattutto “garantire il principio che lo Stato non possa attingere alle nostre casse con un azione unilaterale, ma che riceva esclusivamente quanto concordato“. Con il nuovo accordo è stato chiarito in modo esplicito , che lo Stato copre i debiti contratti con le due Province nel passato e in futuro versa loro lo spettante.

Il presidente Kompatscher ha parlato ditrattative difficilicondotte congiuntamente assieme al collega Fugatti. “Per noi gli obiettivi erano tre: riuscire ad ottenere quello che già ci spettava in base ad accordi in essere, ove c’erano discordanze interpretative e resistenze, inoltre, ottenere la riduzione del contributo alla finanza pubblica, il tutto mantenendo l’impianto del rapporto finanziario con Roma che indica con precisione i casi e le aliquote del prelievo nei casi emergenziali“, come ha fatto presente Arno Kompatscher.

Abbiamo operato su più fronti per ottenere la riduzione del 20% delle riserve dell’Erario, non ancora inserita nei bilanci in termini di fondi, e per farci riconoscere quanto non ancora scritto nei patti precedenti in merito ai giochi“, ha specificato il presidente trentino Maurizio Fugatti sottolineando che “È stato difficile, ma abbiamo raggiunto l’obiettivo prefissato“. “L’accordo sui rapporti finanziari ottenuto è un buon accordo, un accordo corretto che rispecchia i rapporti fra Stato e Province in modo leale“, ha evidenziato il presidente Kompatscher.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Di grande aiuto è stata l’unità d’intenti e il costante confronto per condurre le trattative in accordo, modo d’agire questo che è stato un chiaro segnale nei confronti di Roma, hanno convenuto i due presidenti, come il fatto che l’esito delle trattative giunga in un momento particolarmente favorevole per far fronte alle impegni finanziari dovuti alla pandemia. Da parte sua Kompatscher ha confermato che in Alto Adige, ad esempio, si è potuto rinunciare ad applicare un aumento dell’addizionale regionale IRPEF solo grazie all’esito positivo delle trattative.

L’accordo finanziario in sintesi

Il primo punto dell’accordo si riferisce alla restituzione delle Riserve all’Erario, vanificata dalle misure di contenimento della spesa pubblica operate dal Governo Monti, che era stata concordata con il Governo Renzi, ma mai effettuata. Ora lo Stato, oltre ad aver restituito le somme riferite agli anni 2019-2021 (60 milioni di euro) si è impegnato a restituire le somme alle due Province nel corso dei prossimi 30 anni con una somma fissa annuale di 20 milioni di euro.

Un ulteriore punto si riferisce ai tributi sui giochi. Con l’argomentazione che questi tributi vengano previsti nel bilancio statale come “entrate extra-tributarie”, lo Stato aveva trattenuto dai versamenti alle due Province le percentuali spettanti relative ai tributi sulle scommesse. Con l’Accordo è stato chiarito che, a prescindere dalla loro classificazione, alle Province deve essere versata la percentuale spettante per questo tipo di giochi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

In tal modo, per il periodo 2013-2021 la Provincia di Bolzano riceverà un versamento una tantum di 100 milioni di euro, e la Provincia di Trento di 90 milioni di euro. In futuro le due Province otterranno per questo un versamento annuale stimato in circa 14 milioni di euro per la Provincia di Bolzano e di 11,5 milioni di euro per la Provincia di Trento.

Infine, le Province di Bolzano e di Trento in futuro dovranno versare un minore contributo al risanamento della finanza pubblica: invece che con 905 milioni di euro, come avvenuto finora, saranno tenute a contribuire con soli 713 milioni di euro, ovvero la Provincia di Bolzano con 103 milioni in meno e la Provincia di Trento con 86 milioni in meno, e la Regione Trentino – Alto Adige con 3 milioni di euro in meno.

Il punto relativo alle cosiddette accise sui combustibili a scopo di riscaldamento, invece, non è stato chiarito ancora in via definitiva. “Non si tratta solo del fatto se questi importi ci spettano, visto che questo è già stabilito nel Patto di garanzia del 2014”, come ha sottolineato il presidente Kompatscher. Semplicemente lo Stato e le Province, finora, non sono state in grado di trovare un accordo in merito alla quantificazione degli olii minerali utilizzati. Secondo le stime fatte dalla Provincia di Bolzano si tratterebbe di circa 150 milioni di euro in riferimento al periodo 2010-2021.

NEWSLETTER

Val Venosta3 ore fa

Emergenza idrica Val Venosta, ordinanza del presidente della Provincia

Arte e Cultura4 ore fa

Sfruz: «L’arte del calore – il calore dell’arte»

Vita & Famiglia4 ore fa

Prestigiacomo. Pro Vita Famiglia: votò Ddl Zan pro-gender, non tutela famiglie

Alto Adige4 ore fa

Il 15 agosto ad Innsbruck, è in programma la tradizionale consegna delle onorificenze del Tirolo

Alto Adige5 ore fa

Dal PNRR nuovi fondi per le scuole in lingua italiana, risorse per 9 milioni di euro

Merano5 ore fa

Cambiamento Medico di medicina generale a Merano

Italia ed estero8 ore fa

Codici: al fianco delle vittime di intossicazione alimentare nel salentino. Avvia di un’azione collettiva

Alto Adige8 ore fa

Progetto sociale «Wipptal», l’iniziativa per i più deboli

Bolzano8 ore fa

Turisti aggrediti in centro, Galateo (FdI): “lo denunciamo da anni”

Alto Adige9 ore fa

Coronavirus: 10 casi positivi da PCR e 271 test antigenici positivi, un decesso

Economia e Finanza9 ore fa

I lavoratori dell’UE otterranno quest’anno un aumento salariale automatico dell’8,5% e da noi? Robin: la riduzione del potere d’acquisto danneggia l’economia

Sport10 ore fa

Le strade di Marco Insam e dell’HCB si dividono

Merano10 ore fa

Ippodromo, sarà il Sindaco Dal Medico a cedere l’ultima struttura in mano italiana alla SVP?

Alto Adige12 ore fa

Infortunio in montagna, cade sulla Forcella De La Roa: ferito escursionista di 62 anni

Sport1 giorno fa

FC Südtirol: Jonas Heinz in prestito alla Torres

Alto Adige3 settimane fa

Caldo torrido previsto in Alto Adige: da venerdì allerta rossa

Alto Adige4 settimane fa

Ancora un altro grande incendio boschivo in Alto Adige: oltre 150 vigili del fuoco impegnati nelle operazioni

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige, il fuoco non da tregua: scatta l’allarme per due nuovi incendi

Politica3 settimane fa

Mattarella accetta le dimissioni, finisce l’era del Governo Draghi: esecutivo in carica solo per gli affari correnti

Alto Adige2 settimane fa

Fiamme sull’Alpe di Siusi, attivato anche un elicottero per le operazioni di spegnimento

Alto Adige3 settimane fa

Fiamme e siccità: nuovi roghi sulle strade del Guncina e a Naz Sciaves

Alto Adige2 settimane fa

Maltempo in Alto Adige, smottamenti, allagamenti e frane: oltre 100 gli interventi dei Vigili del Fuoco

Val Pusteria2 settimane fa

Auto sbanda sulla strada della val Pusteria e finisce ribaltata: una persona all’ospedale

Italia ed estero3 settimane fa

Codici: nuova vittoria in Tribunale contro Costa, ammessa la class action per la crociera “Le perle del Caribe” sulla Pacifica

Sport3 settimane fa

F.C. Südtirol saluta Alessandro Malomo che torna in Serie C con il Foggia

Alto Adige4 settimane fa

Perde il controllo del trattore e finisce nel torrente: morto un contadino in Valle Aurina

Alto Adige2 settimane fa

La giungla dei bonus: sono 35 e vanno richiesti entro la fine del 2022

Società3 settimane fa

Top 5: ecco le caratteristiche dei migliori casinò online italiani

Alto Adige4 settimane fa

Codici: dalla truffa alla contraffazione, attenzione agli acquisti di pellet

Vita & Famiglia3 settimane fa

Borsellino. Pro Vita Famiglia lancia affissioni contro legalizzazione cannabis in memoria del giudice

Archivi

Categorie

di tendenza