Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Hi Tech e Ricerca

Sicurezza online, Regno Unito: gli amministratori delegati del «Tech» verranno processati ancora più velocemente degli altri

Pubblicato

-

Il governo ha confermato oggi che il Regno Unito sta accelerando l’adozione dei poteri che potrebbero incarcerare gli amministratori delegati delle aziende tech, se le loro attività non rispettano le leggi in arrivo sui contenuti Internet, incentrata principalmente sulla sicurezza.

Le ultime revisioni del progetto di legge includono un lasso di tempo radicalmente ridotto per poter applicare poteri di responsabilità penale nei confronti di dirigenti senior del settore tech, che non collaborano con le richieste di informazioni dell’autorità di regolamentazione.

Sebbene la bozza di legge, pubblicata a maggio 2021, abbia già visto una serie di revisioni, il piano centrale è rimasto abbastanza costante: il governo britannico sta introducendo un quadro dedicato per controllare come le società di social media gestiscono certi contenuti di complessa interpretazione.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Come suggerisce il nome del disegno di legge, l’attenzione del governo britannico è su un’ampia “riduzione del rischio” delle piattaforme Internet, il che significa che il disegno di legge mira non solo ad affrontare questioni esplicitamente illegali (come il terrorismo), ma mira a stabilire regole su come le piattaforme Internet più grandi devono attivarsi per prevenire contenuti online “legali ma dannosi”, come il trolling.

In particolare, gli attivisti per la sicurezza dei bambini premono da anni affinché le aziende tecnologiche siano costrette a eliminare i contenuti tossici.

Il governo del Regno Unito ha gradualmente e poi rapidamente abbracciato questa causa populista, affermando che il suo obiettivo dichiarato per il disegno di legge è rendere lo stato britannico il posto più sicuro al mondo dove usare internet.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

La sicurezza è importante, soprattutto quando si tratta di denaro. Per questo per scommettere online è bene affidarsi a Netbet.

In molti, però, hanno anche ammesso che ci sono enormi sfide per una regolamentazione efficace per un ambito così decentralizzato.

Il progetto di legge rivisto sarà presentato in parlamento giovedì, dando il via a un più ampio dibattito interpartitico su quello che rimane un piano controverso, per introdurre un “dovere di diligenza” sulle società di social media e altre piattaforme specializzate sulla trasmissione di contenuti generati da utenti.

Commentando l’introduzione del disegno di legge in parlamento in una dichiarazione, la Segretaria Britannica all’Evoluzione Digitale Nadine Dorries ha dichiarato: “Internet ha trasformato le nostre vite in meglio. Ci ha connesso e ci ha rafforzato. Ma dall’altro lato, le aziende tecnologiche non sono state ritenute responsabili quando danno, abuso e comportamento criminale si sono scatenati sulle loro piattaforme.”

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ha poi continuato:Non ci pensiamo un secondo quando allacciamo le cinture di sicurezza per proteggerci durante la guida. Dati tutti i rischi online, è ragionevole garantire protezioni di base simili per l’era digitale. Se non interveniamo, rischiamo di sacrificare il benessere e l’innocenza di innumerevoli generazioni di bambini al potere di algoritmi incontrollati.

Da quando ho accettato il lavoro, ho ascoltato le persone nella politica, nella società in generale e nell’industria e ho rafforzato il disegno di legge, in modo da poter raggiungere il nostro obiettivo principale: rendere il Regno Unito il posto più sicuro dove andare online”.

Tuttavia, molte delle proposte sulla sicurezza online del Regno Unito e nei dintorni rimangono ancora poco chiare, non ultimo quanto bene (o male) il fitto reticolo legislativo funzionerà nella pratica. E cosa significheranno i suoi molteplici requisiti per le aziende digitali, grandi e piccole.

Il dettaglio di ciò che esattamente sarà in linea con i contenuti “legali ma dannosi“, ad esempio, sarà stabilito nel diritto derivato che sarà concordato dai parlamentari: quest’ultima è un’altra nuova clausola che il governo britannico ha annunciato oggi.

In quello che sembra un tentativo di minimizzare un ulteriore potenziale di controversia, il comunicato stampa del governo esprime gli obiettivi del disegno di legge in termini molto semplici, sostenendo che ha lo scopo di garantire che le piattaforme “mantengano i termini e le condizioni dichiarati”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige4 settimane fa

Incidente sul lavoro, travolto dal suo trattore: è morto Remo Rossi a 64 anni

Alto Adige4 settimane fa

Referendum sulla democrazia diretta: il no stravince con il 76% dei voti

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: al fianco dell’Antitrust nei procedimenti su Fastweb, Tim, Vodafone e Wind per presunte fatturazioni post recesso

Bolzano4 settimane fa

Tamponamento nella notte in A22: più veicoli coinvolti

Politica4 settimane fa

Referendum, Urzì: sopravvive anche la clausola di garanzia per Bolzano e Laives voluta da Fdi, sconfitta di Svp/Lega/FI

Bolzano2 settimane fa

Incendio in centro a Bolzano: rogo causato dal malfunzionamento di una lavatrice

Bolzano4 settimane fa

Appiano, incidente tra due veicoli all’uscita della Mebo: una donna incastrata tra le lamiere

Bolzano2 settimane fa

Tragico scontro frontale in A 22, muore una donna bolzanina 77 enne. Gravi il marito e un bambino di 10 anni

Alto Adige3 settimane fa

Gli ospedali dell’Alto Adige sono ora cliniche universitarie

Alto Adige2 settimane fa

Rimorchio si stacca dal camion e blocca la strada del Renon

Bressanone4 settimane fa

A22, camion prende fuoco sulla corsia sud dopo l’uscita di Varna – IL VIDEO

Bolzano4 settimane fa

Drammatico incidente in A22, muore 36 enne residente a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Auto esce di strada e finisce in una scarpata: una persona viene trasportata in ospedale

Alto Adige2 settimane fa

Ponte di Pentecoste: arrestati due stranieri, una denuncia e centinaia di verifiche durante i controlli del Commissariato di P.S. di Brennero

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: dietrofront di Costa sulle regole di imbarco, ora proceda anche a risarcire i crocieristi

Archivi

Categorie

di tendenza