Connect with us

Merano

Solland: la notte dei fantasmi e dei grandi assenti

Pubblicato

-

Pro e contro, politici e sindacato si sono schierati. Alcuni solo per meri interessi politico elettorali, altri con un atteggiamento fin troppo e palesemente sottoposto ad interessi di parte esterna ai fatti, chi invece, non è stato in grado di aver il giusto polso. Posizioni differenti, accomunate da una “grave” dato di fatto: tutti fantasmi“.

Comincia così la valutazione del pentastellato meranese Corrado Poletti all’indomani di quella che potremmo ribattezzare “la lunga notte dei fantasmi”.

Un presidio davanti allo stabilimento chimico di Sinigo, la Solland Silicon, che ha portato in extremis, e per forte volontà degli operai, ad un accordo per la salvezza della posizione lavorativa e contrattuale degli 80 dipendenti quasi tutti responsabili del mantenimento in sicurezza della struttura.

Quella del 31 maggio – continua Poletti – verrà ricordata come la data in cui, a causa di un assurdo e maldestro licenziamento, la fabbrica Solland, un sito produttivo regolato da severe norme sul controllo di sicurezza, si sarebbe trovata priva di quegli addetti che non avrebbero mai dovuto essere assenti dai loro posti di controllo.

‘Io sono responsabile per la sicurezza della mia città’ avrebbe detto il primo cittadino di Merano Paul Rösch. E la notte del 31 dov’era? Dormiva serenamente? Di sicuro non era a presenziare il critico momento.

E dov’erano gli assessori Zanella e Zaccaria? Quelli che avevano preso le distanze dal primo cittadino affermando di essere vicini al Borgo di Sinigo e dei suoi operai?

E dov’erano i paladini scudocrociati della Civica che allo slogan pre-elettorale del: ‘Proporremo il voto di sfiducia al primo cittadino e ‘la Solland è importante componente economica e sociale della nostra città?’

La hanno poi presentata la sfiducia? 

E dov’era il Signor Parrichini? Difensore di operai per professione? Il pomeriggio non è stato in grado di portare a casa che biscottini per quei supini condannati, e alla notte della scadenza?

La notte dove ci si doveva giocare il tutto per tutto, dove è sparito? Forse offeso per l’insubordinazione operaia?

A costoro, io propongo un momento di riflessione: tentino lorsignori di provare un minimo di vergogna, sentimento al quale è risaputo siano ben poco avvezzi”.

E nella notte della Solland, a questo punto, i fantasmi hanno addirittura perso il diritto di parola.

Ai cittadini meranesi elettori, agli abitanti, agli operai, alle famiglie di Sinigo spetterà l’ardua sentenza. Con civile rispetto e politica, pertinente disapprovazione“, conclude Poletti.

 

(fonti fotografiche  ff , Alto Adige e www.partitodemocratico.it)

Merano

Rapina nella notte a Merano: arrestati in flagranza due 20enni algerini

Pubblicato

-

Nella notte tra sabato e domenica i carabinieri di Merano hanno arrestato in flagranza due 20enni algerini per rapina.

Intorno alle 4 e mezza del mattino di domenica i balordi avrebbero aggredito altri due giovani davanti a un distributore automatico di sigarette spruzzando dello spray al peperoncino: mentre uno spruzzava, l’altro, approfittando del momento di smarrimento della vittima, ha strappato una collana d’oro. Quindi sono scappati.

Immediata la chiamata al 112 e altrettanto immediato l’intervento sul posto dei militari dell’Arma che hanno avuto indicazioni dalla malcapitata e dal testimone.

Le pattuglie hanno quindi cominciato la caccia all’uomo che peraltro è durata poco poiché, ancora in giro nel centro della città (forse alla ricerca di altri guai?), i due sospettati sono stati rintracciati.

Uno con cittadinanza italiana e l’altro invece clandestino, sono stati bloccati e accompagnati in caserma. Dalla perquisizione personale è saltata fuori la bomboletta spray.

I due sono quindi stati arrestati per rapina aggravata in concorso e accompagnati al carcere di Bolzano. La vittima, visitata presso il pronto soccorso dell’ospedale Tappeiner, guarirà in pochi giorni.

 

Continua a leggere

Merano

Pedina e aggredisce la ex nella notte in centro a Merano: arrestato 22enne

Pubblicato

-

La scorsa notte i carabinieri di Merano, hanno arrestato un giovane di 22 anni, dopo che aveva aggredito la sua ex-fidanzata in centro a Merano.

Il giovane, dopo averne seguiti i movimenti per tutta la serata trascorsa in alcuni locali della città, ha affrontato la vittima faccia a faccia, e, in un impeto di gelosia, le ha strappato il cellulare di mano per verificare le sue frequentazioni, aggredendola sia verbalmente che fisicamente.

Il fatto, nonostante la tarda ora, è stato notato da alcuni passanti che hanno allertato i Carabinieri, immediatamente intervenuti sul posto.

La pattuglia di Merano ha subito fermato il 22enne che in una tasca della giacca aveva nascosto il cellulare della ex.

E’ strato quindi portato in caserma. Negli uffici di via Petrarca si poi scoperto come l’aggressore fosse già stato destinatario di un ammonimento per comportamenti persecutori nei confronti della ragazza, sin dal marzo del 2019.

Data la gravità del gesto e la probabile pericolosità, il giovane è stato arrestato per atti persecutori e per furto del cellulare.

E’ stato quindi momentaneamente destinato agli arresti domiciliari.

Continua a leggere

Merano

Aggressione titolare bar Darling a Merano: arrestato 19enne

Pubblicato

-

Gli agenti del commissariato di Merano hanno arrestato oggi (18 ottobre) un 19enne italiano residente a Merano ritenuto il responsabile dell’aggressione avvenuta domenica sera in centro ai danni del gestore del bar Darling.

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica e condotta dai due Uffici della Questura, ha consentito di individuare il giovane che ha cagionato lesioni gravissime al 60enne.

Nel corso dell’indagine sono stati anche denunciati due amici dell’arrestato, entrambi maggiorenni, presenti al momento dell’aggressione e la cui posizione è attualmente al vaglio dell’autorità giudiziaria.

L’uomo è stato picchiato domenica sera dopo aver chiuso il suo locale, mentre si stava dirigendo verso l’auto parcheggiata in seguito a un diverbio nato per futili motivi.

Sotto, il bar Darling a Merano

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza