Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bressanone

Somministrava alcolici a minorenni: multa di 500 euro a barista di Bressanone

Pubblicato

-

500 euro di multa ad un barista che a Bressanone somministrava bevande alcoliche a minorenni. La sanzione è arrivata in seguito a un controllo dei carabinieri che avevano più volte ricevuto segnalazioni in merito.

I militari dell’Arma avevano infatti ricevuto confidenze che in alcuni locali del centro città non era difficile per gli adolescenti procurarsi alcolici nei bar.

È stato quindi svolto un servizio di osservazione nei pressi di alcuni esercizi commerciali del centro. I carabinieri non hanno dovuto aspettare molto poiché tre giovani, minori di 18 anni, sono entrati in un bar e hanno ordinato da bere.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il barman senza fare domande e senza chiedere in visione i documenti d’identità ha spinato tre birre, consegnandole ai ragazzi.

A questo punto sono intervenuti i carabinieri che si sono qualificati e hanno identificato tutti i presenti. Dopodiché hanno contestato la violazione di legge al barista e lo hanno sanzionato.

Si legge in una nota dell’Arma: “Ormai dal 2012 è vigente la norma che prevede sanzioni pecuniarie per chi somministra alcol ai minori con importi da 250 e fino a 2.000 euro a seconda della gravità e della recidiva, in caso della quale è prevista altresì la chiusura dell’esercizio da quindici giorni a tre mesi.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’Arma dei Carabinieri è da anni in campo contro il consumo di alcol tra i minori e contro il consumo smodato di alcol anche con campagne mirate coordinate da carabinieri dei nuclei antisofisticazione e sanità (per la regione autonoma Trentino Alto Adige il NAS di Trento).

Il cosiddetto binge drinking, specie tra i giovani, è un allarmante fenomeno che spesso ha infauste conseguenze anche nell’immediato (incidenti) oltre ai dimostrati danni psicofisici nel lungo periodo. Per questo la lotta agli abusi è sempre una priorità e i controlli continueranno“.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza