Connect with us

Alto Adige

Stagione sciistica al via sulla Plose sabato 7 dicembre

Pubblicato

-

Le piste della Plose invitano tutti a sciare nuovamente da sabato, 7 dicembre.

Tutte le piste principali della montagna sono già aperte, mentre restano chiuse per il momento le piste Palmschoss, Trametsch e il Kinderhang. In termini di piste, quest’anno ci sono alcune novità: la nuova pista da corsa “Crazy Horse” si associa alla Trametsch come pista nera.

La discesa sulla Pfannspitz è dedicata alla leggenda delle corse Erwin Stricker e pensata secondo i suoi gusti: ripida, veloce e con sensazionali viste panoramiche. La pista Plose, che parte dal rifugio Plose, è stata ampliata ed ora è ancora più ampia, con ottima visibilità e, vista la lieve pendenza, facile da percorrere.

Pubblicità
Pubblicità

Novità di questa stagione invernale è anche il rinnovo della seggiovia Schönboden, che ora si presenta con sediolini confortevoli, sicurezze per i bambini e coperture protettive. Con l’apertura del comprensorio sciistico tutti gli impianti di risalita saranno in funzione ad eccezione della seggiovia di Palmschoss e dello skilift Randötsch.

I sentieri per escursioni in slittino, come ad esempio il sentiero invernale per la Rossalm, sono aperti e, grazie alle tante nevicate, sono fantastici da percorrere. La pista da slittino RudiRun invece, che porta dalla stazione a monte fino a quella a valle, resta ancora chiusa.

Eventi invernali

Quest’anno, un esperto di slittino è di nuovo a disposizione presso la stazione a monte della cabinovia Plose: il 26 dicembre e ogni domenica, dal 29 dicembre 2019 all’8 marzo 2020, darà consigli utili all’inizio della pista RudiRun.

Le Plose Nights tornano nuovamente ogni venerdì con serate speciali in montagna, dal 3 gennaio al 6 marzo 2020: la cabinovia Plose è in funzione dalle ore 18 alle ore 23 e i rifugi della Plose sono aperti con una cucina unica e offerte speciali.

Da ormai 30 anni la Scuola di Sci della Plose organizza la sera di San Silvestro la tradizionale fiaccolata sugli sci che parte alle ore 17.30 dal rifugio Plose e arriva alla stazione a valle lungo la pista Trametsch.

Tornando indietro nel tempo, il 21 febbraio 2020 alle ore 20.30 si svolgerà sulla Plose la gara nostalgica: suddivisi in tre categorie, si dovrà percorrere l’ultima parte della pista Trametsch illuminata in ricordo degli anni ’60 e ’70.

Le tre categorie, sci di legno senza bordi, sci di legno con i bordi o semplicemente con abiti della vecchia scuola sciistica, faranno rivivere gli inizi dello sci sulla Plose.

La chiusura della stagione sciistica è prevista per il 29 marzo 2020.

Valle Isarco

Giovani e fede: serata a Vipiteno il 24 gennaio

Pubblicato

-

Proseguono gli incontri mensili sul tema della fede proposti tra ottobre 2019 e maggio 2020 dal settore per la pastorale giovanile della diocesi di Bolzano-Bressanone e dal settore per la pastorale vocazionale.

L’iniziativa dal titolo “Maranatha: Signore, fa‘ che io veda“ prevede per gennaio l’appuntamento di venerdì 24 a Vipiteno con inizio alle 19 nella Margarethenhaus, la sede del Servizio giovani dell’Alta val d’Isarco.

Ai giovani che vogliono partecipare sono offerti momenti di riflessione, letture, scambio di esperienze. Alle 20.15 segue la preghiera nella chiesa dei Cappuccini.

Pubblicità
Pubblicità

La serata si conclude alle 21.

Continua a leggere

Alto Adige

Furto a Lagundo ma lascia le impronte: 20enne nordafricano incastrato dal Ris di Parma

Pubblicato

-

I carabinieri di Lagundo hanno denunciato un ventenne del luogo per un furto avvenuto nell’estate 2018 in zona. Decisive le indagini scientifiche del RIS di Parma per individuare l’autore del reato.

Nella notte tra il 22 e il 23 agosto 2018 qualcuno era infatti entrato negli uffici dell’Associazione turistica di Lagundo e li aveva messi a soqquadro alla ricerca probabilmente di soldi.

Per entrare era stata forzata una porta. Un’altra porta, interna, era stata sfondata. Il ladro era scappato senza trovare denaro ma si era portato via la chiave e la carta di circolazione di un veicolo di proprietà dell’associazione. Poi probabilmente non lo aveva trovato nei paraggi e almeno il mezzo era stato risparmiato.

Pubblicità
Pubblicità

I carabinieri avevano svolto un minuzioso sopralluogo e avevano trovato e repertato delle impronte digitali. Tali impronte sono state mandate al Reparto CC investigazioni scientifiche di Parma. Lì erano state elaborate e inserite nel database delle impronte di sconosciuti da identificare.

Nel frattempo l’autore del furto ha commesso altri reati per cui è stato preso e sottoposto a rilievi foto-dattiloscopici. Le impronte acquisite sono state inserite nel database e il “cervellone”, che confronta costantemente le impronte degli ignoti con quelle dei noti, alla fine ha dato nei giorni scorsi responso positivo.

Si trattava delle impronte di un ventenne nordafricano da anni residente nel comune del Burgraviato.

Il giovane, identificato senza ombra di dubbio, incastrato dai propri segni lasciati sul luogo del delitto, è stato denunciato per furto aggravato alla Procura della Repubblica di Bolzano.

Continua a leggere

Alto Adige

Incidente tra tre autoarticolati in A22: il secondo sinistro nel giro di poche ore

Pubblicato

-

Foto VVFF Egna

Incidente tra tre autoarticolati ieri sera poco prima delle 22, il secondo sinistro  nel giro di poche ore sull’autostrada del Brennero nel tratto tra San Michele all’Adige ed Egna (vedi “Camion rovesciato in A22 tra Egna e San Michele: ferito il conducente“).

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito in maniera grave.

I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza l’area e rimuovere i mezzi con un’autogru. Anche questa volta dal serbatoio di un tir sono fuoriusciti diversi ettolitri di gasolio.

Pubblicità
Pubblicità

L’A22 è rimasta chiusa al traffico per tutta la durata delle operazioni. Sul posto oltre ai i vigili del fuoco di Egna, anche quelli di San Michele all’Adige e Trento, la polizia stradale, il 118 e il soccorso stradale.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza