Connect with us

Bressanone

Svincolo Bressanone centro: ultimi lavori, strada chiusa

Pubblicato

-

Dopo l’ultimo intervento fra il cantiere comunale di Bressanone e la Caserma Reatto, il nuovo svincolo di Bressanone centro, lungo 486 metri, bypasserà i binari ferroviari grazie a un tunnel sotterraneo per poi collegarsi alla circonvallazione tra le gallerie sul lato sud e nord.

Una volta completato il collegamento, il traffico nel centro città diventerà più scorrevole e sicuro, mentre quello pesante si sposterà fuori città” sottolinea l’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider.

Attualmente sono in pieno svolgimento i lavori sul collegamento centrale.

L’opera è nella sua fase finale – prosegue Alfreider – i lavori proseguiranno giorno e notte in modo da poter completare l’intervento il più rapidamente possibile, riducendo al minimo i disagi per i cittadini e poter utilizzare lo svincolo entro pochi mesi“.

Chiusura della tangenziale dal 4 al 25 novembre

Per la costruzione del collegamento centrale, tuttavia, per motivi di costruzione e di sicurezza, è necessaria la chiusura della circonvallazione al traffico dal 4 al 25 novembre.

La chiusura è stata spostata ai giorni in cui, secondo gli studi sul traffico, c’è stato il minor afflusso negli ultimi anni” spiega Umberto Simone, responsabile del procedimento.

I cittadini sono pregati, se possibile, di non utilizzare i loro veicoli sulle principali arterie della città durante le ore di punta, ovvero intorno alle 7.30 e alle 17.

Per pendolari e scolari è consigliato l’utilizzo del treno durante il blocco, mentre i passeggeri in transito dovrebbero utilizzare l’autostrada del Brennero.

Intervento viabilistico complesso dai grandi vantaggi

Si prevede tuttavia che a partire dal 29 ottobre via Dante, dove i lavori sono stati finora effettuati, sarà nuovamente aperta al traffico senza restrizioni.

Una volta completati i lavori della circonvallazione, i lavori di collegamento con la città proseguiranno.

Qui, lo svincolo di Bressanone centro si collega con una rotonda a forma di goccia alle vie Dante e Roma.

Secondo Simone, questi lavori di costruzione sono particolarmente complessi e dispendiosi in termini di tempo, in quanto tutte le infrastrutture, come le linee del gas e dell’elettricità, devono essere posate sotto la strada.

Lo svincolo Bressanone centro dovrebbe essere aperto al traffico nel marzo 2020.

Bressanone

Bressanone, Best of Soliman’s Dream ha già incantato 10.000 visitatori

Pubblicato

-

Domenica 8 dicembre si è registrato il 10.000º spettatore dello spettacolo di luci e musica “Best of Soliman’s Dream”.

La sera, i rappresentanti della Bressanone Turismo Soc. Coop. hanno consegnato ai vincitori un piccolo omaggio all’ingresso della Hofburg.

Il direttore della Cooperativa Turistica di Bressanone, Werner Zanotti, è visibilmente soddisfatto del numero di visitatori di quest’anno.

Il riscontro estremamente positivo degli ospiti e il numero crescente di visitatori ci dimostrano anno dopo anno che gli artisti francesi della luce “Spectaculaires” sono i partner giusti al nostro fianco. Questo spettacolo è ormai diventato una vera tradizione per Bressanone“, dice Zanotti.

Se non avete ancora assistito a questo spettacolo unico nel suo genere dal vivo, potete farlo fino al 6 gennaio.

Spettacoli giornalieri si svolgono alle ore 17.30, 18.30 e 19.30. Tutte le informazioni sullo spettacolo Best of Soliman’s Dream sono disponibili sul sito www.brixen.org/soliman

Continua a leggere

Bressanone

Bacini montani: gestione dei corsi d’acqua nella media Val d’Isarco

Pubblicato

-

La gestione dei corsi d’acqua nella media Val d’Isarco è stata al centro di un incontro nell’ambito del progetto “CittàPaeseFiume” organizzato a Varna dall’Agenzia per la Protezione civile ed al quale hanno preso parte circa 40 esperti.

Si è trattato un’occasione importante per fare un bilancio degli interventi effettuati dai Bacini montani nel corso del 2019 in quest’area del territorio provinciale e per illustrare i progetti per il 2020.

Briglia di contenimento e zona ricreativa a Varna

A Varna è stato realizzato un intervento sul rio Scaleres, classificato come torrente ad alto rischio.

Dopo le prime opere di protezione, realizzate fra 2013 e 2016, l’Ufficio Bacini montani Nord è intervenuto per garantire una maggiore protezione della località della Valle Isarco.

Anche questo progetto è stato finanziato con fondi FESR 2014-20 che hanno concorso anche alla realizzazione di una briglia di contenimento capace di trattenere fino a 40.000 mc di materiale.

Quattro lotti per proteggere Bressanone dalle piene

Sono state realizzate misure per la mitigazione del rischio piene sul tratto brissinese dell’Isarco compreso tra il ponte “Auenhausbrücke” e il ponte pedonale “Bombenbrüggele”.

L’intervento aveva anche l’obiettivo di migliorare il contesto fluviale attraverso la riqualificazione ecologica dell’alveo dell’Isarco grazie alla posa di massi sparsi, massi ciclopici e creazione di piccole anse nel letto del fiume.

Per aumentare la sicurezza gli argini su entrambi i lati dell’Isarco sono stati parzialmente demoliti e ricostruiti.

Nel prossimo aprile verrà realizzato il nuovo ponte pedonale “Bombenbrüggele”. 

Il terzo lotto di lavori in direzione Sud prevede la realizzazione di ampi lavori di messa in sicurezza e di risanamento delle rive dell’Isarco.

Il quarto lotto prevede, tra l’altro, l’ampliamento della riva orografica sinistra del fiume.

Quattro misure per l’ecologia dell’area fluviale

Nell’ambito di quattro misure nel settore dell’ecologia un tratto di 750 metri tra Albes e San Pietro Mezzomonte verrà ristrutturato con un contributo di 350.000 euro ha sottolineato il direttore dell’Ufficio sistemazione bacini montani Nord, Alexander Prastraller.

Ulteriori misure riguardano opere a favore della fauna ittica ad Aica, la rinaturalizzazione dell’area Feldergraben nei pressi di Novacella ed altri interventi strutturali lungo l’Isarco nella zona industriale a Sud di Bressanone.

Continua a leggere

Bressanone

Venerdì sfila San Nicola a Bressanone

Pubblicato

-

In Alto Adige, come in altre zone del Nord Europa la notte tra il 5 e il 6 dicembre è attesa quanto la notte di Natale.

È la notte in cui passa San Nicola, un vecchietto dalla lunga barba bianca, vestito da vescovo, che porta regali e dolcetti ai bambini che sono stati buoni.

Venerdì pomeriggio 6 dicembre i bambini si danno appuntamento al Mercatino di Natale di Bressanone per aspettare con impazienza San Nicola.

Per la prima volta quest’anno San Nicola passerà per il centro della città con quasi 30 angeli in abiti di epoche diverse.

Gli angeli hanno sempre giocato un ruolo importante nel periodo natalizio.

La gente di una volta credeva negli angeli come noi oggi.

Gli angeli sono messaggeri di gioia, proteggono la gente nel loro cammino e parlano con loro in sogno.

Per questo motivo, la Bressanone Turismo Soc. Coop. durante la processione presenta gli angeli dal Medioevo ai tempi moderni.

Con occhi raggianti, i bambini portano a San Nicola una barchetta fatta in casa.
Saranno premiati con noci e mandarini.

In questa occasione anche gli adulti tornano bambini.

L’usanza, per cui San Nicola porta un regalo ai bambini di notte risale alla più famosa di tutte le leggende relative al vescovo, quella delle tre palle d’oro.

La storia riguarda un padre e le sue tre figlie.
Il padre non aveva i soldi per pagare la dote per le figlie e quindi non poteva sposarle.
Non vedeva altra via d’uscita che venderle.
Il vescovo Nicola, tuttavia, portò segretamente tre palle d’oro durante la notte, così che le ragazze furono salvate.

Per questo motivo è ancora oggi venerato come un benefattore che porta il bene di notte.

Un secondo importante compito, che San Nicola svolge da secoli, è però noto solo a pochi.

San Nicola è infatti, anche il patrono dei marinai.

Secondo la leggenda, i marinai furono salvati da una tempesta da un uomo sconosciuto che spianò le onde e guidò la nave fino al porto di Myra. Poi improvvisamente scomparve. Quando gli uomini andarono in chiesa per ringraziare Dio per questo miracolo, riconobbero il loro salvatore nel Vescovo di Myra.

VENERDÌ 6 DICEMBRE ALLE ORE 16:00 San Nicola attraverserà la città di Bressanone in carrozza.
La sfilata inizia in Via Mercato Vecchio (davanti al Hotel Pupp), attraversa Bastioni Maggiori e Minori, Porta del Sole, prosegue lungo piazza San Erardo, Portici Minori e Maggiori, Piazza Parrocchiale fino in piazza Duomo.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

  • Cantina Sociale di Avio e il suo vino, un viaggio nei sapori del Trentino
    La bontà del clima, la grande varietà di vitigni e la comprovata bravura nella cura e nella dedizione delle uve, fanno dell’Italia una vera e propria terra d’eccellenza per quello che una volta veniva chiamo “il nettare di Bacco”. Da secoli infatti, il vino è parte essenziale della cultura eno-gastronomica e della storia italiana, tanto […]
  • Gioielli Mastro 7: la perfetta unione tra arte e bellezza
    I gioielli rappresentano da sempre il regalo più gradito sia dalle donne che dagli uomini. Mastro 7 è una oreficeria di Trento che dal 1970 realizza preziose opere d’arte perfette per rendere uniche e indimenticabili le occasioni importanti. Il nome di questa piccola azienda a conduzione famigliare si riferisce a Settimo Tamanini, in arte “Mastro […]
  • “Climate Change Calendar 2020”, Un calendario per capire e vedere un mondo che sta cambiando
    Venti afosi, glaciazioni improvvise e tempeste tropicali comunicano chiaramente che il nostro mondo si sta velocemente e irrimediabilmente trasformando. Questa fase di cambiamento, è stata meravigliosamente riassunta e interpretata in 12 scatti ispirati ed interamente dedicati ai cambiamenti climatici. Immagini originali e suggestive, una per ogni mese, nate per essere le protagoniste assolute del calendario: […]
  • Moda Green: dai jeans biodegradabili alle piume riciclate
    L’industria della moda negli ultimi anni si sta affacciando sempre di più al mondo dell’ecosostenibilità. Il settore dell’abbigliamento, secondo i recenti dati statistici, sfrutta il 20% delle risorse idriche mondiali ed è causa di elevate emissioni di anidride carbonica. Per contrastare il grande impatto ambientale, i grandi marchi di moda (e non solo) stanno adottando […]
  • Cantina Sociale di Trento, dove la tradizione si fonde con l’innovazione
    Il Trentino è una regione famosa in tutto il mondo per i suoi vini di altissima qualità. Il clima, la natura e le materie prime genuine donate dal territorio permettono di coltivare e produrre vini apprezzati anche dai palati più sopraffini. Il luogo simbolo di questa eccellente proposta enogastronomica trentina è la Cantina Sociale di […]
  • Visita dei cinque sensi alla Distilleria Marzadro: un’esperienza enogastronomica indimenticabile
    Il Trentino è una regione famosa per il suo turismo enogastronomico unico al mondo. Tra i prodotti tipici del territorio occupano un posto speciale nel cuore dei trentini e dei turisti, i distillati. A tal proposito, l’antica Distilleria Marzadro, presente in Trentino dal 1949, propone ai propri visitatori la visita dei “Cinque sensi”, un tour […]
  • Le proprietà benefiche dei fiori
    I fiori sono perfetti per adornare gli ambienti di casa, le loro essenze vengono spesso utilizzate nei prodotti di cosmetica e rappresentano un regalo molto apprezzato, soprattutto dalle donne. Forse però, non tutti sanno che i fiori presentano importanti proprietà benefiche per l’organismo. Qui di seguito, andremo ad elencare alcuni fiori in grado di apportare […]
  • Antica Birreria Pedavena: l’arte della birra artigianale
    Dal 1921 l’Antica Birreria Pedavena è il punto di ritrovo preferito degli amanti della birra in Trentino. Si tratta di un locale grande e accogliente situato nel centro di Trento, caratterizzato da un’ampia proposta di birre artigianali di alta qualità accompagnate da pietanze ricercate e deliziose. L’Antica Birreria Pedavena è un luogo perfetto per organizzare […]

Categorie

di tendenza