Connect with us

Merano

Taglia più volte i fili del tracciato canoistico sul Passirio: denunciato 70enne meranese

Pubblicato

-

I Carabinieri di Merano hanno individuato il responsabile di una serie di atti vandalici che hanno preso di mira, negli ultimi giorni, il tracciato canoistico sul Passirio, realizzato in vista della gara internazionale di slalom che si terrà l’8 ed il 9 giugno prossimi.

Quando infatti negli scorsi giorni i responsabili della sezione canoe di Merano si sono accorti che qualcuno, in due occasioni, aveva rotto le funi che sorreggono le porte del tracciato, causandone la caduta in acqua, hanno immediatamente informato i militari dell’Arma, temendo che l’episodio potesse ripetersi in concomitanza con l’importante appuntamento agonistico di livello mondiale.

L’uomo, un settantenne meranese, è stato colto proprio nel momento in cui, con un accendino, stava bruciando i cavi di nylon con cui le funi vengono fissate al parapetto della “passeggiata d’estate” che costeggia il fiume.

Pubblicità
Pubblicità

I militari, che si erano appostati nei dintorni, dopo averlo fotografato sono intervenuti per bloccarlo ed identificarlo.

Per il gesto, alla cui base ci sarebbero futili motivi non legati all’attività dell’associazione sportiva, il 70enne è stato denunciato per il reato di danneggiamento aggravato.

Pubblicità
Pubblicità

Merano

Moto fuori strada a Rifiano, ferito centauro

Pubblicato

-

Incidente motociclistico oggi pomeriggio (22 giugno) intorno alle 16 a Rifiano, dove un centauro è scivolato sull’asfalto bagnato procurandosi ferite di media gravità.

Il sinistro è avvenuto all’altezza della zona artigianale in direzione della val Pusteria. L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Merano.

Sul posto i sanitari della Croce Bianca di Merano e i vigili del fuoco volontari di Rifiano, rimasti impegnati per lungo tempo a ripulire il gasolio fuoriuscito dal mezzo e a liberare la carreggiata.

Pubblicità
Pubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Merano

Merano: via al risanamento energetico dell’asilo Maria Trost

Pubblicato

-

Oltre all’intervento di risanamento energetico sono previsti anche diversi lavori di miglioria della struttura. Il primo lotto prevede la risistemazione del piano interrato e il rifacimento degli impianti sanitari in tutto l’edificio.

Per tutta la durata dei lavori l’accesso al parco giochi da via Parrocchia verrà chiuso per consentire il transito dei mezzi del cantiere.

L’accesso all’area verde sarà possibile solo attraverso il sentiero di collegamento fra il parco stesso e le scuole Negrelli ed Erckert.

Pubblicità
Pubblicità

“Per poter avviare i primi lavori già quest’estate, gli stessi sono stati suddivisi in due lotti. La spesa complessiva ammonta a 1.077.750 euro”, ha spiegato l’assessore Stefan Frötscher.

“Gli edifici cittadini producono oltre un terzo delle emissioni complessive di CO2. Come amministrazione comunale vogliamo dare il buon esempio, perché i mutamenti climatici possono essere contenuti solo con uno sforzo congiunto dell’ente pubblico e della cittadinanza”, ha ribadito l’assessora all’ambiente Madeleine Rohrer.

Il risanamento energetico degli immobili comunali – in particolare degli edifici scolastici – è uno degli obiettivi fondamentali del programma di governo 2015-2020. Il primo, radicale intervento di questo genere è stato effettuato presso la scuola media Karl Wolf, trasformata da edificio di classe energetica E in CasaClima A.

L’operazione è costata 2,85 milioni di euro ma ha permesso di ridurre i costi energetici annui da 80.000 a 30.000 euro. Inoltre l’edificio è stato allacciato alla rete del teleriscaldamento.

Un altro importante provvedimento per la tutela del clima è stato adottato con la decisione di procedere al risanamento energetico delle scuole Galilei e Wolkenstein di via Toti.

I relativi lavori sono già iniziati in maggio. Poiché l’intervento è particolarmente oneroso sotto il profilo economico e costerà oltre tre milioni di euro, l’esecutivo ha deciso di procedere intanto, in un primo lotto, al risanamento del tetto.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Merano

Afa estiva: riapre il Centro diurno per anziani VITA a Merano

Pubblicato

-

Anche quest’anno al bar del Centro diurno per anziani VITA in via Otto Huber 8 al 2° piano, le persone più anziane hanno la possibilità di trascorrere i caldi pomeriggi estivi in un ambiente climatizzato e fresco.

In compagnia di amici e conoscenti, potranno consumare bibite calde e fresche, giocare a scacchi, a carte o a tombola, leggere libri della biblioteca del centro oppure di stare semplicemente in compagnia con gli amici per fare due chiacchiere.

Il Centro Diurno per Anziani è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 14:30 alle 18 (numero di telefono: 0473 446270 oppure 0473 223170).

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza