Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Eventi

«The In – The Out»: sabato a Salorno la sfilata che mette al centro le storie delle persone

Pubblicato

-

Sabato 1 ottobre alle ore 19.30 in Piazzale delle Feste a Salorno uno show interattivo realizzato dal collettivo bolzanino I Moka e dalla compagnia teatrale trentina La Burrasca nell’ambito del bando Generazioni 2022. Una collezione di abiti nata “dal basso” e ispirata ai vissuti della comunità del Trentino-Alto Adige.

Una sfilata di moda che avrà per protagonisti non solo bellissimi abiti – pezzi unici creati per l’occasione –, ma anche i vissuti delle persone che li indosseranno. È così che sabato 1 ottobre alle ore 19.30 a Salorno (Piazzale delle Feste, via Trento 57) arriva a conclusione il progetto regionale The In – The Out, ideato dal collettivo I Moka e dalla compagnia teatrale La Burrasca.

Il progetto fa parte dei dieci percorsi selezionati dal bando Generazioni 2022, il Bando regionale promosso dalle cooperative sociali Young Inside e Inside che ha tra i principali obiettivi quello di stimolare il lavoro culturale creativo, offrendo non solo sostegno economico, ma anche un servizio di incubazione dell’idea progettuale. Il filo conduttore è la voglia di tornare ad animare i territori, utilizzando la cultura come leva per attivare la popolazione, con un focus specifico sulle giovani generazioni.

Non sarà una sfilatatradizionale“, ma uno show multimediale e interattivo, accompagnato da monologhi teatrali e musica, per dare valore alle esperienze e ai vissuti della comunità. Tutto questo, utilizzando gli strumenti e gli stili tipici di un settore che si basa sull’estetica e l’apparenza – quello del fashion –, ma con un altro obiettivo.

L’intera serata, dagli abiti alla narrazione, all’impianto scenico, ruoterà attorno alle esperienze di vita che modelli e modelle hanno condiviso con gli organizzatori durante il percorso: dieci persone comuni per altrettante storie uniche e speciali.  

Sfileranno abiti bellissimi ed estrosi, ma soprattutto sfileranno le persone, che potranno esprimere la loro essenza, vissuti e stati d’animo – annunciano le organizzatrici Anika Schluderbacher e Maria Vittoria Barrella –. Le loro storie, sotto forma di monologhi teatrali, faranno da contraltare alla presentazione visiva degli abiti e lo spettacolo si muoverà in equilibrio tra impegno sociale e ironia, frivolezza estetica e sostanza”. 

Ad accompagnare la défilé de mode ci sarà la musica a cura di Maurizio Pala, Tea Ducato, Domenico Laratta, Marco Stagni e Antonio Del Giudice, i monologhi teatrali realizzati da Carolina Calle Casanova e recitati da Maria Vittoria Barrella, la regia di Anika Schluderbacher, la coreografia di Sara Rigo, le riprese video di Shakira Casin aiutata dalle stagiste Meriem Akrache e Setareh Heidari.

La serata di Salorno è il punto di arrivo di un percorso di indagine territoriale e drammaturgica che si è svolta durante l’estate in diverse fasi. Inizialmente sono stati selezionati i modelli e le modelle: non professionisti, ma persone comuni, coinvolte grazie alla rete sociale e culturale intessuta negli anni da La Burrasca e I Moka sul territorio.

Cinque persone del Trentino e cinque dell’Alto Adige, un gruppo eterogeneo per età, professione, origine, cultura, sesso e genere: Anna Maria Belluccio, Alice Chisté, Gennaro Carrano, Joaquin Corrado, Ajana Henríques, Diego Laratta, Cristina Lutterotti, Sonia Migliorati, Alessandro Nicoletti, Sabrina Valle.

Nella fase successiva, le persone sono state invitate a raccontare il proprio vissuto, rispondendo alle domande-guida: “Che cosa c’è di inespresso dentro di te? E cosa ti impedisce di realizzarlo?“. Le risposte sono state rielaborate dalla regista teatrale e drammaturga Carolina Calle Casanova, che ha dato vita a una serie di monologhi teatrali.

Sulla base di questi materiali sono stati realizzati anche gli abiti della sfilata, per opera della costumista Valentina Basiliana e con il supporto del CMC – Centro Moda Canossa. Pezzi unici, come uniche sono le esperienze di vita che ogni persona porta con sé. Il risultato è quindi una “collezioneispirata ai vissuti della comunità del Trentino-Alto Adige, un guardaroba nato “dal basso“, invertendo e sovvertendo i meccanismi classici di produzione della moda.

Terzo step progettuale, lo shooting fotografico: modelli e modelle con indosso il loro abito si sono messi davanti all’obiettivo del fotografo Matteo Groppo, che con sensibilità ha valorizzato abiti e stati d’animo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Generazioni è un progetto delle cooperative sociali Young Inside e Inside, in collaborazione con Mercurio Società Cooperativa, sostenuto dalle Province autonome di Bolzano e Trento e dalla Regione autonoma Trentino – Alto Adige/Südtirol, con il sostegno di Alperia e Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza