Connect with us

Politica

Tram Bolzano, Team K:” Smascherare chi usa la questione per fini elettorali”

Pubblicato

-

Con eccessivo anticipo, pare sia iniziata la campagna elettorale per le comunali bolzanine. Ne prendono atto ma con rammarico i membri del Team Koellensperger.

A noi sta a cuore la qualità della vita dei bolzanini e degli suoi abitanti dei comuni limitrofi e ci impegniamo per offrire un mobilità pubblica attraente e sostenibile che possa salvaguardare efficacemente la salute pubblica compromessa dall’eccessivo inquinamento – affermano in una nota – . Il tema del tram e della mobilità è troppo importante per diventare l’ennesima occasione di polemica politica.

La domanda da porsi è semplice: come si può essere contro una consultazione democratica che – se i cittadini si pronunceranno in tal senso – vada a realizzare finalmente una linea tranviaria dal centro del capoluogo fino all’Oltradige, dal momento che solo tale allungamento darebbe un senso compiuto all’opera, nell’ottica di offrire una seria alternativa per la mobilità da e per l’Oltradige? Una siffatta linea tranviaria sarebbe un tassello fondamentale in un più ampio mosaico di interventi“.

Pubblicità
Pubblicità

Concludono: “Se non altro, la proposta è stata utile per smascherare chi usa il tram solo per fini elettorali e populistici, mentre la città affoga nel traffico sia interno che pendolare. Colpiscono, in questo senso, gli eccessi verbali di alcuni commenti, ai quali sarebbe inutile replicare.

In questi mesi ci siamo rapportati a persone competenti in materia e sulla fattibilità tecnica delle linee tranviarie e sulla loro utilità esiste un’ampia letteratura che non è questa la sede di indagare.

Il consistente traffico automobilistico che quotidianamente dall’Oltradige si riversa verso Bolzano è un problema che riguarda tutta la “zona metropolitana” di Bolzano e come tale riteniamo vada affrontata, senza il paraocchi di guardare dove finisce un confine e ne inizia un altro. Se si realizzasse il tram per l’Oltradige, a guadagnarne saranno oltre 130mila cittadini, a perderne solo qualche populista”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza