Connect with us

Economia e Finanza

Transizione ecologica e digitale: ‘autostrada intelligente’ è il futuro dell’A22

Pubblicato

-

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza indica nella transizione ecologica e digitale i due pilastri sui quali costruire il futuro del Paese. A noi fa davvero piacere perché sono proprio i due obiettivi che ci siamo già dati per realizzare il primo Green Corridor d’Europa lungo l’asse del Brennero”. Così l’Amministratore Delegato di Autostrada del Brennero, Diego Cattoni, ha sintetizzato al Teatro Sociale di Trento la strategia aziendale seguita dalla Società negli ultimi anni per raggiungere il più ambizioso dei traguardi: zero incidenti e zero emissioni lungo il principale collegamento dell’Italia con il resto d’Europa.

Al Forum Tornare a muoversi senza lasciare impronte, con Vera Fiorani, Andrea Giuricin e Alberto Viano, introdotto da Carlo Scarpa e moderato da Paola Pica, Cattoni ha voluto ricordare la particolarità rappresentata da Autostrada del Brennero nel panorama autostradale italiano e tracciare un breve quadro dei progetti in essere.

Mi piace sempre rammentare – ha esordito – che la A22 fu realizzata dagli Enti pubblici locali perché, a metà anni ’50, quello del Brennero a Roma non veniva considerato un tracciato prioritario. Oggi dal passo del Brennero transita più del 10% di tutto l’import-export nazionale, oltre 55 milioni di tonnellate di merci l’anno, e una parte considerevole del nostro turismo. Il tema di questa edizione del Festival – ha aggiunto – è il nuovo ruolo dello Stato in rapporto con le imprese, le comunità e le istituzioni. Mi sento di dire che in Autobrennero è stato raggiunto da tempo un equilibrio straordinario, perché lo Stato, attraverso le sue articolazioni più vicine ai cittadini, gli Enti locali, gestisce da sempre questa importante infrastruttura con l’efficienza di un’impresa privata e una grande attenzione per le comunità locali che, attraverso le proprie istituzioni, sono di fatto i Soci di maggioranza”.

Pubblicità
Pubblicità

“Da questo equilibrio – ha osservato Cattoni – è nata la decisione, ormai vent’anni fa, di investire in ferrovia e oggi siamo l’unico concessionario autostradale a investire fortemente nella “concorrenza”. Già oggi movimentiamo 12.000 treni l’anno, ma non lo consideriamo un punto di approdo: vogliamo gestire da protagonisti e non subire l’aumento dei volumi commerciali che deriverà dal potenziamento dei porti italiani”.

Stimolato dalle domande della giornalista del Corriere della Sera, Paola Pica, Cattoni ha indicato i prossimi obiettivi della Società: “Oggi si parla molto di idrogeno, ma attualmente l’unico centro di produzione e distribuzione di idrogeno attivo in Italia è quello di Bolzano, realizzato con il contributo determinante di Autobrennero. È un fatto poco noto, ma da allora sono già stati percorsi 3 milioni di chilometri emettendo solo vapore acqueo grazie a quel centro: 11,3 euro al kg il prezzo oggi alla ‘pompa’ e con un kg di idrogeno si percorrono circa 100 km. Un auto arriva quindi a percorrere quasi 700 km con un pieno, un tir può superare i mille, senza il problema del peso delle batterie”.

“Certo – ha aggiunto Cattoni – oggi il gasolio costa meno dell’idrogeno, ma se non cominceremo a sviluppare una rete di distribuzione come abbiamo già fatto per i veicoli elettrici, non possiamo attenderci che qualcuno acquisti veicoli a idrogeno. Il nostro piano già prevede di realizzare cinque nuovi punti di rifornimento, in modo che la A22 possa essere un’autostrada sulla quale viaggiare a emissioni zero”.

Sul fronte della digitalizzazione, secondo pilastro del Pnrr, Cattoni ha fatto una breve sintesi dei molti progetti europei che vedono Autobrennero in prima fila, a partire da C-Roads Italy: “Già oggi le nostre 63 Road Side Unite sono potenzialmente in grado di connettersi con i veicoli predisposti. Stiamo sviluppando progetti che prevedono convogli di tir guidati solo dal primo mezzo e negoziazioni automatiche tra veicoli che permettano il sorpasso senza intervento umano. L’obiettivo finale è un’autostrada intelligente connessa ai veicoli a guida autonoma, capace di consegnare alla storia quell’errore umano che purtroppo è oggi la causa della quasi totalità degli incidenti dentro e fuori l’autostrada”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come accedere
    Dopo le ultime correzioni dell’Authority Arera, il primo luglio è pronto a partire il bonus sociale che prevede uno sconto automatico in bolletta di luce, acqua e gas. Cos’è il bonus sociale Il bonus sociale... The post Bonus Sociale, dal primo di luglio via allo sconto automatico in bolletta: a chi si rivolge e come […]
  • Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona
    Dal Ministero dello Sviluppo economico e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze debutterà un nuovo decreto che prevede 100 euro, senza limiti di Isee per la rottamazione della vecchia “tv” Il cambio del digitale terrestre... The post Bonus Tv, fino a 100 euro senza limiti di Isee: come funziona appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza