Connect with us

Alto Adige

Un anno di smart working per l’amministrazione provinciale

Pubblicato

-

Esattamente un anno fa con l’esplodere dell’emergenza COVID 19 in Italia e la dichiarazione del lockdown su tutto il territorio nazionale, cominciava per l’Amministrazione provinciale una delle più grandi sfide di sempre: coniugare la fornitura dei servizi con la sicurezza delle dipendenti e dei dipendenti e sfruttare questa situazione per fare della crisi una chance di cambiamento e miglioramento.

Lo smart working è stato lo strumento principale con cui si è affrontata questa sfida, impegnativa fin dall’introduzione: nel weekend tra venerdì 6 e domenica 8 marzo 2020 la Provincia e le sue strutture competenti hanno dovuto creare in brevissimo tempo le condizioni tecniche per trasferire l’attività delle proprie dipendenti e dei propri dipendenti in remoto, condizione questa che ha consentito di continuare ad erogare i servizi.

Da allora il lavoro agile è divenuto una delle modalità della prestazione lavorativa e una serie di strumenti di collaboration – anche grazie all’attività di formazione specifica svolta – sono entrati nella quotidianità lavorativa delle proprie dipendenti e dei propri dipendenti portando ad un massivo avanzamento in termini di digitalizzazione.

Pubblicità
Pubblicità

I numeri dello smart working

Attualmente il numero di collaboratrici e collaboratori che hanno la possibilità di operare in smart working è giunto al 96,27% dei dipendenti “amministrativi” nell’Amministrazione provinciale e delle scuole, con la positiva ricaduta relativa alla garanzia continuativa delle prestazioni, anche nei periodi di chiusure causa COVID.

Il lavoro dei mesi successivi a quelli della prima emergenza è proseguito da parte delle strutture della Direzione generale per capire meglio le potenzialità di uno strumento che, a regime e nel post emergenza, può risultare un vantaggio percepibile anche e soprattutto per gli utenti della Amministrazione: cittadine e cittadini, imprese.

Il Direttore generale, Alexander Steiner sottolinea come “lo smart working, diffusosi inizialmente come strumento di emergenza, si avvia a diventare uno strumento fondamentale per potenziare e migliorare la nostra offerta di servizi. In futuro” continua Steiner “immagino una flessibilità che consentirà di modificare e rimodulare anche, ad esempio, i nostri orari al pubblico e le modalità di erogazione del servizio, rendendoli sempre più digitali e usabili per i nostri utenti. Una maggiore flessibilità nel lavoro consentirà quindi, in ultima istanza, prestazioni più flessibili da parte dell’Amministrazione provinciale e servizi sempre più a misura di cittadina e cittadino e imprese, la vera mission della Amministrazione“.

Il quadro normativo

Le basi per il futuro sono già state poste con l’Accordo stralcio per il rinnovo del contratto intercompartimentale riferito al triennio 2019-2021 che ha fornito le regole base per lo smart working post stato di emergenza. Attualmente è in corso un intenso lavoro di preparazione che comprende analisi interne, monitoraggi costanti, pianificazione di formazione specifica nonché predisposizione di ogni aspetto tecnico e giuridico necessario, per portare a regime questo strumento una volta terminato lo stato di emergenza.

L’obiettivo non è solo di benessere organizzativo – le indagini interne mostravano a fine 2020 un altissimo tasso di dipendenti intervistati che si dichiarava interessato a usufruire ancora dello ancora smart working anche per il futuro – ma di maggiore efficienza complessiva di un’Amministrazione.

red/sf

NEWSLETTER

Archivi

  • Mise, al via le candidature IPCEI: contributi fino al 100% per progetti digitali innovativi
    Il Ministero dello Sviluppo economico ha apre le porte ad un bando più che mai attuale, rivolto a tutte le aziende che manifestano il proprio interesse a partecipare alla costruzione di un “IPCEI” nella catena... The post Mise, al via le candidature IPCEI: contributi fino al 100% per progetti digitali innovativi appeared first on Benessere […]
  • Al via la stagione del turismo spaziale, un’economia in crescita
    L’obiettivo di un’economia spaziale fondata anche sul turismo si sta avvicinando così velocemente, tanto da far annunciare la prima data per l’apertura dei viaggi turistici spaziali. Primo volo turistico La compagnia missilistica Blue Origin appartenente... The post Al via la stagione del turismo spaziale, un’economia in crescita appeared first on Benessere Economico.
  • Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele
    In arrivo un disegno di legge temporaneo per rimediare alla discontinuità del lavoro nel mondo dello spettacolo. Una sorta di bonus contributivo per pareggiare, dal punto di vista pensionistico i lavoratori dello spettacolo per gli... The post Lavoratori dello spettacolo, in arrivo un Ddl con sostegni e tutele appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin
    Dal lavoro alla vita privata, fino al tempo libero: flessibilità è sicuramente la parola dell’anno, tanto da arrivare ad influenzare anche il mondo del noleggio. Anche questo settore infatti, negli ultimi anni ha declinato la... The post Arriva il primo noleggio auto con rata decrescente e pagabile anche in bitcoin appeared first on Benessere Economico.
  • Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey
    L’anno del Covid è stato anche l’anno dello smart working, un’autentica rivoluzione per molti lavoratori e l’Istituto Mckinsey fa luce sulle trasformazioni a cui il mondo del lavoro dovrà adeguarsi. Il report Mckinsey Alla crisi... The post Come cambia il lavoro post-covid, le tendenze secondo il report McKinsey appeared first on Benessere Economico.
  • Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo
    Le dinamiche di internet hanno ormai cambiato le logiche di progettazione e di prenotazione della vacanza. A questo, si aggiungono gli sconvolgimenti finanziari che sono alla base delle crisi economiche innescando meccanismo viziosi. Il mercato... The post Il Revenue management per il turismo, una soluzione di successo appeared first on Benessere Economico.
  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza