Connect with us

Politica

Urzì e Galateo:”Su Giunta con Svp Salvini ambiguo. A servire la Volkspartei ci ha già pensato il Pd”

Pubblicato

-

Chiarire la propria posizione su alcune delle questioni chiave della prossima legislatura prima delle elezioni e non dopo il 21 ottobre.

Lo chiede L’Alto Adige nel cuore Fratelli d’Italia UNITI alla dirigenza locale della Lega.

Come si legge nella nota divulgata alla stampa sarebbero “troppe le ambiguità e i comportamenti di forte impatto come la decisione di esibire da parte del leader della Lega Salvini, evidentemente mal informato dai dirigenti locali sul valore da attribuire a quel segno, una maglietta degli Schuetzen con impresso il motto di fedeltà al Tirolo, slogan usato anche dai secessionisti antitaliani“.

Pubblicità
Pubblicità

Di certo il leader della Lega è stato mal consigliato dalla dirigenza locale del suo movimento se nel corso dell’intera visita in Alto Adige il tema degli Italiani non è mai stato accennato né affrontato ma al contrario è stata fatta esibizione di simboli tirolesi, dal grembiule blu ai canti folcloristici dei Passerotti di Castelrotto, per finire all’inno del Tirolo e alla sventolio della maglietta degli Schuetzen.

Salvini è pur sempre il Ministro degli Interni italiano e gli Schuetzen una organizzazione dichiaratamente secessionista”, hanno commentato oggi all’unisono Alessandro Urzì, capolista de L’Alto Adige Fratelli d’Italia UNITi e Marco Galateo, coordinatore provinciale di FDI.

Le ambiguità sulle rinnovate dichiarazioni a volere sostituire il PD in giunta provinciale da parte della Lega vanno chiarite dando prima del voto alcune risposte alle domande che la Svp porrà al tavolo della trattativa per la composizione della nuova giunta.

Si chiedono i rappresentanti del centrodestra altoatesino:

Quando sarà sottoposta la bozza di norma di attuazione sulla toponomastica che prevede che sia la maggioranza del gruppo tedesco a potere decidere se cancellare un nome di luogo italiano la Lega dirà sì o no?

Quando saranno distribuiti gli assessorati ed al gruppo italiano come accaduto in questa legislatura saranno assegnate competenze irrisorie, la Lega dirà sì o no?

Quando sarà alleggerito il piano di investimenti infrastrutturali per il triangolo Bolzano, Laives, Merano e negato il ruolo di Bolzano capoluogo la Lega dirà sì o no?

Queste sono le posizioni irrinunciabili della Svp. E la Lega allora dirà sì o no a ciascuna di esse?

Per Urzì e Galateo finora l’atteggiamento “è stato ondivago su tutti i temi sui quali è evidente possa esserci maggiore attrito con la Svp, e in campagna elettorale la Lega parla solo di immigrazione e legge Fornero che guarda caso sono competenze dello Stato e quindi non saranno oggetto di trattativa con la Svp per il governo provinciale“.

E ancora il Coordinamento della Lista de L’Alto Adige nel cuore Fratelli d’Italia UNITI chiede:

La dirigenza locale della Lega è pronta a sostenere la battaglia per l’alternanza fra italiani e tedeschi nei ruoli che contano al vertice delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni per dare un giusto ruolo agli Italiani?

E’ pronta la Lega a sostenere la nostra richiesta di Commissione d’inchiesta sul conflitto di interessi fra il mondo dell’economia che ha firmato la lettera appello per Kompatscher e la Provincia?

Insomma, pare quasi che il leader della Lega Salvini sia salito in visita al Suedtirol, ieri, e non all’Alto Adige che parla italiano e che da anni si attende politiche che restituiscano peso e ruolo alla vera minoranza in Alto Adige.

Lo slogan Prima gli Italiani di Salvini è stato fatto fermare a Salorno dalla dirigenza locale della Lega troppo impegnata vestirsi in Dirndl o brache di cuoio per compiacere i futuri alleati.

Gli Italiani saranno rispettati se rimarranno invece loro stessi, saranno accettati solo come servitori fedeli se invece rinunceranno a loro stessi per apparire più docili e malleabili.

A questo ci ha già pensato per anni il PD, senza arrivare a vestire le magliette degli Schuetzen, adesso non vorremmo fosse ancora peggio“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative
    Con una dotazione totale di 9,5 milioni di euro, a partire dal 24 giugno potranno essere presentate le domande di agevolazione per Startup innovative dal Programma Smart Money. Smart Money, Cos’è Smart Money è una... The post Smart Money, contributi a fondo perduto per Startup innovative appeared first on Benessere Economico.
  • Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60
    Il caos generato intorno al siero anti-covid, Astrazeneca che ha gettato nel panico, nell’incertezza e nella cattiva informazione migliaia di italiani ha spinto Codacons a lanciare un’azione collettiva per il risarcimento. Il caso Astrazeneca Uno... The post Codacons, proposta di risarcimento per somministrazione Astrazeneca agli under 60 appeared first on Benessere Economico.
  • Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob
    Il fenomeno criptovalute è così attuale e crescente, tanto da spingere il numero uno della Consob, Paolo Savona a lanciare un’allarme sulla situazione. La similitudine tra criptovalute e mutui subprime Savona infatti, ha dedicato un... The post Criptovalute paragonate ai mutui subprime del 2008: l’allarme della Consob appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta
    Il vecchio Bonus Renzi da 80 euro si evolve e diventa un Bonus Irpef da 100 euro. Con l’ultima legge di Bilancio infatti, vengono riviste le regole e il nome del vecchio bonus. A chi... The post Bonus Irpef 2021, 100 euro in più in busta paga: a chi spetta appeared first on Benessere Economico.
  • Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste
    Il Governo potrebbe estendere l’esenzione Imu, ampliando la categoria di soggetti che non saranno tenuti a versare la prima rata. Imu 2021, chi rientra nell’esenzione Un nuovo emendamento al Decreto Sostegni Bis potrebbe andare incontro... The post Imu 2021: esenzioni ed agevolazioni previste appeared first on Benessere Economico.
  • P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti
    I ritardi, tipici della Pubblica Amministrazione potrebbero presto diventare un lontano ricordo. La notizia è stata raccontata dai dati diffusi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze riguardo i tempi medi impiegati durante l’anno 2020 dallo... The post P. A, lo Stato dice addio ai ritardi e paga in anticipo i suoi debiti appeared first on […]
  • Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità
    Con le riaperture torna anche il Bonus Sanificazione e DPI anche per il 2021 per una ripartenza in sicurezza. Il Decreto Sostegni bis ripropone l’agevolazione per i titolari di partita Iva, seppur in una percentuale... The post Ritorna il Bonus Sanificazione: tutti i dettagli e le novità appeared first on Benessere Economico.
  • Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto
    Con l’arrivo delle nuove agevolazioni a fondo perduto per le partite Iva, scattano anche le regole per l’accesso al contributo. Le agevolazioni Le nuove attività ed imprese economiche hanno diritto ad un contributo a fondo... The post Nuove P.Iva: le regole per i contributi a fondo perduto appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa
    Come noto, nell’Unione Europea alcuni Paesi attuano politiche fiscali aggressive a scapito di altri. Di conseguenza, questa mossa consente loro di attirare molti investitori con una tassazione favorevole. In questo sistema si inserisce l’Osservatorio fiscale... The post Nasce l’Osservatorio Fiscale Europeo, passo verso una tassazione più equa appeared first on Benessere Economico.
  • Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze
    Dopo anni di pressione dell’Unione Europea, Whasington cede e apre la possibilità di una tassa digitale globale per le multinazionali del web. Di cosa si tratta e come funziona L’accordo parla di un’imposta minima del... The post Accordo storico al G7: tassazione minima al 15% per le multinazionali, quali conseguenze appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza