Connect with us

Merano

Venosta: aumenta il contributo per la cabinovia San Valentino–Belpiano

Pubblicato

-

La nuova cabinovia a dieci posti San Valentino-Belpiano dalla stagione invernale 2018/2019 collegherà le zone sciistiche Malga San Valentino e Belpiano situate nelle vicinanze del lago di Resia, in Alta Val Venosta.

Sarà dotata di una stazione intermedia e di un sentiero di collegamento.

Da San Valentino alla Muta parte il secondo impianto funiviario, denominato Höllental, un’altra cabinovia a 10 posti che raggiunge il punto più alto della pista da sci Jochbahn nel comprensorio sciistico Belpiano.

Oggi è stato deciso di aumentare del 30% il contributo da assegnare alla società Schöneben SpA per la costruzione della cabinovia di collegamento San Valentino – Belpiano.

La società gestisce entrambi gli impianti in modo unitario da quando nel 2017 è avvenuta l’incorporazione della Haider SpA.

«Il nuovo impianto costituisce un sistema di collegamento organico tra zone sciistiche di rilevante interesse strategico – ha spiegato il presidente della Provincia – un comprensorio unito, funzionante, attrattivo e stabile e di elevato interesse economico per l’intero ambito dell’alta val Venosta.

In tal modo, infatti, possono essere creati posti di lavoro e garantire anche per il futuro uno sviluppo positivo dei pernottamenti.

Per le imprese turistiche vengono così creati, da un lato, un impulso positivo per effettuare nuovi investimenti ed ampliarsi, e, dall’altro, i presupposti per un livello dei prezzi più alto e stabile.

Si realizza, dunque, un progetto di lunga data, ovvero quello di collegare i due comprensori sciistici richiesto più volte dal Comune di Curon Venosta».

«In tal modo l’aliquota del contributo potrà così essere aumentata del 30% e raggiungere il 75% dei costi ritenuti ammissibili», afferma l’assessore provinciale alla mobilità. Alla società Schöneben SpA viene così assegnato un importo di circa 9,2 milioni di euro per la costruzione della nuova cabinovia.

Il nuovo impianto San Valentino–Belpiano avrà una portata massima oraria di 1.200 persone all’ora e deve essere considerato quale mero impianto di collegamento, mentre la cabinovia Höllental ha una portata oraria di 2.400 persone.

La realizzazione di questo impianto viene sostenuto con un contributo di 3,7 milioni di euro, che corrisponde a un’aliquota del 45%.

L’impianto serve la nuova pista da sci ed è idoneo anche per corse ripetute.

Nell’area sciistica di Malga San Valentino nel corso di quest’anno sono stati smantellati tre impianti a fune, cosicché ora sono funzionanti solo due impianti.

Le ampie piste da sci di Belpiano sono molto amate dalle famiglie.

Pubblicità
Pubblicità

Merano

Rinnovo della Consulta giovani a Merano: si vota fino a sabato 15 dicembre

Pubblicato

-

Dopo tre anni di attività intensa, la Consulta giovani del Comune di Merano rinnova i suoi componenti.

Lo fa attraverso sia delle vere e proprie elezioni, a cui sono stati invitati a partecipare le/i giovani meranesi dai 14 ai 26 anni, sia attraverso un percorso di designazioni da parte delle scuole superiori e dei centri giovani della città.

In un incontro, tenutosi venerdì 7 dicembre nella sala civica in via Ottone Huber (appuntamento che è servito anche per illustrare quanto è stato fatto nel corso dell’attuale mandato), si sono presentati nove tra ragazzi e ragazze che si sono candidati. La lista è stata successivamente pubblicata sul sito del Comune.

La Rosa è composta da Miruna Andrei, Marzia Bertolini, Sabrina Paulisch, Nabila Joarder, Manfredi Minniti, Francesco Tirello e Daniele di Lucrezia.

Tra i volti nuovi per questa tornata di elezioni Renato Dalla Zuanna e Laura de Majo, mentre gli altri fanno già parte dell’assemblea, compresi l’attuale presidente Daniele di Lucrezia (già candidato alle provinciali per la lista Pd-Civiche) e la vice presidente Nabila Joarder.

Solo sette di loro faranno però parte della prossima consulta.

Sono chiamati a votare un terzo dei membri dell’assemblea della Consulta giovani, che in formazione plenaria conta in totale 21 membri. Il resto dei votanti verrà selezionato, come accennato, attraverso un percorso di designazioni da parte delle scuole superiori e dei centri giovani della città del Passirio.

Le urne sono state allestite nella sala giunta del Municipio in via Portici già dal pomeriggio di giovedì 13 e resteranno aperte fino a domani, sabato 15 dicembre.

Si vota dalle ore 15 alle 19. Gli aventi diritto potranno esprimere fino a due voti di preferenza.

Agli eletti e ai designati il compito di raccogliere l’eredità di molti progetti costruiti dalla Consulta precedente e di condurne alcuni a termine, nonchè di lavorare a nuove idee e percorsi che possano al meglio rappresentare la volontà giovane della nostra città“, ha dichiarato il vicesindaco Andrea Rossi.

Da sinistra: il vicesindaco Andrea Rossi, il presidente della consulta giovani Daniele Di Lucrezia e Alice Bertoli, direttrice dell’Ufficio istruzione e scuole.

La Rosa dei nove giovani candidati per il rinnovo della Consulta meranese

Pubblicità Pubblicità
Continua a leggere

Merano

Merano, illuminazione pubblica: prosegue la conversione a LED

Pubblicato

-

A Merano sono presenti 6.000 punti luce pubblici.

Oltre il 40% di questi è stato dotato di nuove lampade a LED, la conversione verrà completata entro la fine della legislatura corrente.

Nella sua più recente seduta l’esecutivo meranese ha approvato il progetto esecutivo per il secondo lotto del progetto di conversione come hanno spiegato oggi in conferenza stampa il sindaco Paul Rösch e l’assessore all’innovazione Diego Zanella.

“Le lampade a LED consumano due terzi di energia in meno e hanno una durata tre volte superiore rispetto alle lampade tradizionali. Inoltre la luminosità delle lampade a LED può essere regolata secondo le necessità contingenti e garantisce così condizioni ottimali per tutti gli utenti della strada. Senza tener conto che gli impianti a LED, rivolti esclusivamente verso il basso, contribuiscono a ridurre l’inquinamento luminoso“, ha fatto notare il sindaco Paul Rösch.

„Nel 2017 l’Azienda Servizi Municipalizzati ha rilevato il servizio di gestione dell’illuminazione pubblica dal Comune di Merano. La società con sede in viale Europa si occupa ora della manutenzione, dell’installazione e della progettazione degli impianti che illuminano strade, piazze e marciapiedi cittadini e si sta impegnando a proseguire quel processo – già avviata dall’amministrazione comunale – di modernizzazione dei corpi luce, con la sostituzione delle vecchie lampade al sodio o al mercurio. Sono state ad esempio già dotate di nuove lampade a LED via Palade, via Piave, via Vogelweide, via Wolf, via Belvedere, sentiero Marlengo, via Roma, via Planta, via Castel Gatto inferiore, via della Cava, via Frutteti, via Virgilio, via Filzi, Largo Rosmini“, ha ricordato l’assessore Zanella.

Ulteriori interventi in tal senso sono già stati pianificati e approvati. Il relativo progetto esecutivo per il secondo lotto – approvato dalla Giunta – è stato predisposto dallo studio Lichtraum 2 per quanto riguarda la parte tecnica e e dallo studio di ingegneria Pföstl & Helfer srl per quanto concerne le opere di scavo. La spesa complessiva ammonta a 1,6 milioni di euro, ma il Comune può contare su un contributo provinciale pari a 489.000 euro.

1.150 LAMPADE A LED IN 80 STRADE –  Il progetto è molto impegnativo e prevede la sostituzione di 1.150 corpi luminosi e di 364 pali dell’illuminazione, fra questi anche 59 storici. Le nuove lampade verranno installate in 80 strade. Con questi interventi ci si attende un risparmio annuo di 115.000 euro.

Verranno posati anche 1,2 chilometri di linee elettriche (in via Scena, via Grabmayr, via Brenner, via Huber, via Toti, via Palade e via Fornaio. Questi lavori verranno eseguiti in collaborazione con Edyna.

“Questo nuovo sistema di illuminazione è attrezzato con sensori che forniscono importanti informazioni e permettono il controllo remoto dei punti luce stessi, consentendo così la pianificazione dell’intensità dell’illuminazione e un pronto intervento in caso di malfunzionamento. La comunicazione – digitale – avviene via LoRaWan, una tecnologia radio a bassa emissione. L’illuminazione stradale intelligente è una infrastruttura basilare per la smart city”, ha concluso Zanella.

Pubblicità Pubblicità
Continua a leggere

Merano

Merano: in mostra i progetti per la risistemazione di via Carducci, Leopardi e Mayr

Pubblicato

-

L’amministrazione comunale ha in progetto di risistemare via Carducci (nel tratto compreso fra piazza Teatro e via Huber), via Peter Mayr, via Leopardi nel tratto fra la passerella Lutero e via Petrarca e l’incrocio davanti al Dopolavoro di Sinigo.

I relativi progetti rimarranno esposti al pubblico dall’8 all’11 gennaio 2019 nel corridoio del secondo piano del palazzo municipale (ala est).

Venerdì 11 gennaio, dalle ore 17 alle ore 20, progettisti, tecnici comunali e assessori saranno presenti per fornire delucidazioni in merito e raccogliere eventuali suggerimenti. Tutti i cittadini interessati possono  partecipare all’incontro.

Pubblicità Pubblicità
Continua a leggere

Archivi

Categorie

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it