Connect with us

Merano

10 febbraio, Giorno del Ricordo anche a Merano per non dimenticare le vittime delle foibe

Pubblicato

-

In occasione del Giorno del Ricordo, istituito nel 2004 per non dimenticare le vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata e delle vicende del confine orientale, il Comune di Merano ha organizzato l’evento teatrale “Il sentiero del padre“, in programma martedì 12 febbraio alle ore 20:30 al teatro Puccini (ingresso libero).

Il protagonista di questa storia si chiama Francesco. È un bambino di 10 anni. Nato a Pola, in Italia, nel 1936. Sua madre si chiama Maria. Suo padre Gianni fa il ciabattino.

Tra il 1945 e il 1947 Pola è occupata dagli slavi. Rapinano, violentano e infoibano gli italiani. Lo stato non interviene. Molti hanno deciso di scappare. Maria ha deciso di restare. Il padre, di salvare suo figlio.

Pubblicità
Pubblicità

Gianni e il piccolo Francesco fuggono nella notte. Con sé non hanno nulla. Sette giorni di cammino. Nel sentiero del bosco. Per salvarsi la vita.

DAVIDE GIANDRINI

Autore e attore teatrale è tra i più riconosciuti interpreti di teatro-canzone. Si forma diplomandosi alla Scuola di Piero Mazzarella, attraverso lo studio del canto, della chitarra e il rapporto privilegiato con Giorgio Gaber. Ha partecipato a numerosi Festival Teatrali (Città di Lugano, Scenario Montagna, Viareggio, Pergine Spettacolo Aperto…) e trasmissioni televisive (Maurizio Costanzo, Camera Cafè), lavorando per decine di comuni e regioni.

Come autore ha collaborato tra gli altri con Luca Doninelli, Marcello Chiarenza, Davide Rondoni. Elio Orlandi ha seguito la consulenza di “Più in alto dell’aquila”, spettacolo sulla montagna. Claudio Risè quella di “Parsifal”. Dal 2001 replica una settantina di spettacoli all’anno in giro per l’Italia.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza