Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Italia ed estero

Addio a Stefano Pernigotti: morto a 98 anni il “papà” dei gianduiotti

Pubblicato

-

La notizia è trapelata qualche ora fa. All’età di 98 anni è morto Stefano Pernigotti. Il nome del celeberrimo imprenditore italiano è legato alla storica azienda “Pernigotti” di Novi Ligure che si è imposta in Italia e nel mondo per la produzione dei gianduiotti.

Il marchio ha segnato la fortuna del compianto Stefano Pernigotti tanto è vero che, in diverse parti del mondo, tutti avevano apprezzato quel sapore intenso e deciso della sua cioccolata. Il fondatore è morto ieri, martedì 11 agosto, nella città di Milano.Lasciando però l’attività di fronte a una serie di problemi molto difficili da sormontare.

La storia riporta che la Pernigotti è nata nel 1860 quando l’omonimo Stefano Pernigotti aprì una drogheria nella piazza del Mercato, a Novi Ligure. Quasi subito il marchio ottenne un buon successo da parte del pubblico, tanto è vero che l’azienda è diventata fornitore ufficiale della famiglia reale.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Infatti all’epoca Re Umberto Primo concesse alla Pernigotti la facoltà di innalzare lo stemma reale sull’insegna della fabbrica, stemma che è stato utilizzato fino al 2004. Un successo che è continuato nel corso tempo e che ha trovato un vero incremento nel corso degli anni ’70.

Nel 1980, però, Stefano Pernigotti, è stato colpito da una tragedia familiare che di fatto ha cambiato gli assetti ereditari della famiglia. La morte dei suoi due figli di 13 e 17 anni, gli unici eredi, hanno segnato per sempre l’indole del signor Pernigotti.

Nel 1995 la società è stata ceduta all’Averna che, a sua volta, nel 2013 la vendette al gruppo turco Toksoz. E da qui in poi sono cominciati i problemi. Infatti, nel 2018 i nuovi proprietari avevano optato di chiudere definitivamente lo stabilimento, anche se nel giugno scorso, si è tentato un ‘ultima grande fatica nel cercare di rilanciare la società e il marchio stesso.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Dal 3 agosto i lavoratori della Pernigotti sono in cassa integrazione straordinaria per riorganizzare l’assetto.

I turchi hanno disposto un piano di investimenti pari a 5 milioni di euro per il 2020 e il 2021 per far restare l’azienda a Novi Ligure e incrementare la produzione di una crema spalmabile e una nuova linea di tavolette.

Una buona notizia ma solo fino a qualche tempo fa, infatti poi è paventata l’idea di spostare la produzione all’estero.

La morte di Stefano Pernigotti ha segnato molto la comunità. Tanto è vero che il sindaco di Novi Ligure si dice “affranto per la perdita del Cavaliere” e ricorda in una nota come l’azienda ha superato diversi periodi neri, come il bombardamento nel luglio del 1944. I funerali sono previsti a Milano, ma la salma tornerà a Novi Ligure.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Italia ed estero48 minuti fa

Codici: da opportunità a incubo, la pericolosa parabola del Superbonus 110%. Attivato un servizio per assistere i cittadini in difficoltà con i lavori

Bressanone11 ore fa

“Alpen flair” a Naz Sciaves: stuprata una minorenne

Alto Adige24 ore fa

Statale del Brennero: al via i lavori di ampliamento a Colma

Ambiente Natura1 giorno fa

San Candido: allo studio una protezione innovativa dalle inondazioni

Salute1 giorno fa

GARLIVE®, un concentrato di salute dalle olive del lago di Garda

Economia e Finanza2 giorni fa

Pensplan: oltre 280 mila posizioni presso i fondi pensione istituiti in Regione

Sport2 giorni fa

FC Südtirol, i primi appuntamenti della nuova stagione

Benessere e Salute2 giorni fa

Ondate di calore estivo: consigli per gli anziani, ma non solo

Salute2 giorni fa

Uno psicologo di base gratuito e di facile accesso

Alto Adige2 giorni fa

Oggi a Palazzo Widmann la prima riunione del progetto di ricerca avviato da Eurac Research

Alto Adige2 giorni fa

Arge Alp: Schuler alla campagna di piantumazione degli alberi

Valle Isarco2 giorni fa

Ritrovato il corpo senza vita dell’escursionista disperso a Racines: precipitato a Malga Calice a 1.500 m slm

Alto Adige2 giorni fa

Coronavirus: 25 casi positivi da PCR e 391 test antigenici positivi

Arte e Cultura2 giorni fa

Dai quadri una concreta solidarietà: con il Lions Club Bolzano Laurin e Artpilot21 la mostra collettiva a sfondo benefico

Arte e Cultura2 giorni fa

La Maschera di Bolzano: dal 2 al 14 luglio nelle piazze della città arriva «Northell»

Alto Adige4 settimane fa

Incidente sul lavoro, travolto dal suo trattore: è morto Remo Rossi a 64 anni

Alto Adige4 settimane fa

Referendum sulla democrazia diretta: il no stravince con il 76% dei voti

Bolzano4 settimane fa

Tamponamento nella notte in A22: più veicoli coinvolti

Politica4 settimane fa

Referendum, Urzì: sopravvive anche la clausola di garanzia per Bolzano e Laives voluta da Fdi, sconfitta di Svp/Lega/FI

Bolzano2 settimane fa

Incendio in centro a Bolzano: rogo causato dal malfunzionamento di una lavatrice

Bolzano4 settimane fa

Appiano, incidente tra due veicoli all’uscita della Mebo: una donna incastrata tra le lamiere

Bolzano2 settimane fa

Tragico scontro frontale in A 22, muore una donna bolzanina 77 enne. Gravi il marito e un bambino di 10 anni

Alto Adige3 settimane fa

Gli ospedali dell’Alto Adige sono ora cliniche universitarie

Alto Adige2 settimane fa

Rimorchio si stacca dal camion e blocca la strada del Renon

Bolzano4 settimane fa

Drammatico incidente in A22, muore 36 enne residente a Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Ponte di Pentecoste: arrestati due stranieri, una denuncia e centinaia di verifiche durante i controlli del Commissariato di P.S. di Brennero

Alto Adige4 settimane fa

Auto esce di strada e finisce in una scarpata: una persona viene trasportata in ospedale

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: dietrofront di Costa sulle regole di imbarco, ora proceda anche a risarcire i crocieristi

Merano3 settimane fa

Auto esce di strada e si ribalta su un sentiero forestale: una persona all’ospedale in gravi condizioni

Alto Adige4 settimane fa

Il Gruppo Volontarius cerca volontari per l’Emporio solidale di Piazza Mazzini a Bolzano ed a Merano

Archivi

Categorie

di tendenza