Connect with us

Sport

Altro tris di conferme per i Foxes: Frigo, Marchetti e Glira restano in biancorosso

Pubblicato

-

L’HCB Alto Adige Alperia continua ad operare sul mercato, con tre importantissime conferme sul fronte italiani: la società ha prolungato di un altro anno i contratti dell’attaccante Luca Frigo e dei difensori Stefano Marchetti e Daniel Glira. 

Luca Frigo si appresta a giocare la sua quarta stagione con la maglia del Bolzano. Giunto nel capoluogo altoatesino nel 2016, dopo tanti anni con il Valpellice e le esperienze all’estero con gli Omaha Lancers (USHL) e il Kallinge/Ronneby (Svezia), il 26enne di Moncalieri ha finora fatto registrare con i biancorossi 184 presenze, con 58 punti all’attivo: negli anni è entrato nel cuore dei tifosi per la grinta e la tenacia dimostrare sul ghiaccio, qualità che gli permettono di eccellere anche in penalty killing, dove si rivela più volte fondamentale come dimostrano gli ultimi minuti di gara 7 contro Salisburgo nella vittoriosa stagione 2017/18.

E’ proprio ai playoffs che Frigo riesce sempre a dare il meglio di sé, mettendo a segno goal pesantissimi che più volte hanno aiutato i Foxes ad involarsi verso il passaggio del turno.

Pubblicità
Pubblicità

Il mio impegno è costante, ma sicuramente entro ancora più in forma nella seconda parte dell’anno e questo mi aiuta ad essere al massimo per i playoffs – spiega l’attaccante – sono felicissimo di restare qui, è sempre stato un mio obiettivo giocare a Bolzano e in questi anni sto dando tutto per la squadra: è la mia quarta stagione con i Foxes, è vero, ma non mi sento affatto “arrivato”, c’è sempre da imparare dai miei compagni e voglio migliorarmi costantemente.

L’obiettivo stagionale? Come sempre sarà quello di arrivare fino in fondo, ma prima di tutto noi italiani avremo il compito di creare con i nuovi giocatori un gruppo unito che abbia voglia di combattere ogni partita fino all’ultimo secondo”. 

Da ormai cinque anni Frigo rientra anche nel giro della Nazionale senior, ma ha dovuto saltare gli ultimi Mondiali di Top Division per un piccolo infortunio. 

La stagione 2019/20 sarà invece la terza con la maglia dei Foxes per Stefano Marchetti. Solido difensore di grande esperienza, il 32enne fassano è arrivato a Bolzano nel 2017, sbarcando quindi in Erste Bank Eishockey Liga dopo dopo sei anni ad Asiago.

Con i biancorossi “Pippo” ha vinto il Karl Nedwed Trophy nel 2018: “Come ogni anno bisognerà lottare fino all’ultimo per entrare nei Top 5 – così Marchetti – noi daremo il massimo fin da subito e già a ottobre o novembre possiamo capire che tipo di squadra siamo”.

Il 23 biancorosso, con la sua esperienza, dovrà prendere in mano le chiavi della retroguardia bolzanina: “E’ uno stimolo e una responsabilità – aggiunge – ma è uno sport di squadra e ci si aiuta sempre a vicenda. Al momento so solo che sono carico e non vedo l’ora di iniziare!”.

Anche Marchetti è dal 2008 una delle colonne del Blue Team, con il quale pochi mesi fa si è guadagnato la permanenza in Top Division. 

Arriva a quota quattro stagioni con i Foxes anche Daniel Glira. Il 25enne pusterese è uno dei giovani difensori più talentuosi del panorama italiano e l’ha dimostrato a più riprese nel corso degli ultimi anni, sviluppando una crescita esponenziale.

Uno dei punti di svolta risale ai playoffs del 2018, quando dopo l’infortunio di Marchetti è rientrato a pieno regime nel giro dei terzini titolari, rivelandosi importantissimo verso la conquista del trofeo.

Con l’ultima partita dello scorso anno, Glira è entrato nel club dei “200” in termini di presenze in biancorosso, avvicinandosi a grandi nomi come quelli di Bruno Baseotto e Dave Pasin: “L’anno scorso ho fatto un altro passo in avanti – così il difensore – ma per la prossima stagione, la mia quarta, spero di prendermi definitivamente un posto fisso in squadra.

Io darò tutto in ogni partita e in ogni allenamento, in più sarò felice di aiutare lo spogliatoio a creare un gruppo compatto. Quest’anno bisognerà lavorare duro fin da subito, perché per entrare ai playoffs senza passare dal Qualification Round bisognerà arrivare tra i Top 5: non possiamo permetterci troppi passi falsi”.

Anche se non ha partecipato alla spedizione in Slovacchia, Glira, così come Frigo e Marchetti, è ormai da tempo nel giro della Nazionale italiana. 

Pubblicità
Pubblicità

Sport

Bolzano per un week end capitale mondiale dello skateboard con il World Rookie Tour

Pubblicato

-

Bolzano per un week end diventerà capitale mondiale dello skateboard grazie al World Rookie Tour.
L’ evento farà tappa nel capoluogo altoatesino e animerà oggi e domenica 25 agosto lo skatepark “Platza” sui prati del Talvera. Per la prima volta, con un “battesimo” in grande stile, sarà acceso ed utilizzato il nuovo impianto d’ illuminazione.
La manifestazione, oltre al contest di skateboard che consentirà ai vincitori di partecipare alle finali mondiali del Rookie Tour in programma a Lisbona a metà settembre, proporrà anche momenti di intrattenimento artistico, sportivo e musicale (hip-hop, break dance, graffiti, basket, ecc.).

Stamane l’evento destinato a richiamare un centinaio di atleti dall’Italia e dai paesi limitrofi è stato presentato in municipio dall’Assessore allo Sport del Comune di Bolzano Angelo Gennaccaro e dagli organizzatori dall’associazione SK8-Project.

E’ un vero piacere per la nostra Città – ha detto l’Assessore Gennaccaro – poter ospitare una tappa del World Rookie Tour, manifestazione che coinvolge molte importanti realtà urbane d’Europa. Per noi è anche un onore poter proporre un evento di così grande rilevanza ed importanza in un impianto moderno e all’avanaguardia come lo skatepark “Platza” sul Talvera, nato dopo un lungo e partecipato percorso di condivisione e collaborazione proprio con i ragazzi che amano lo skate e che numerosi frequentano la struttura.

Un progetto realizzato seguendo le indicazioni dei protagonisti, con il Comune che è stato e vuole continuare ad essere, attento alle esigenze anche dei giovani. Siamo poi davvero felici di poter in questa occasione, materialmente, accendere per la prima volta i riflettori ed illuminare così lo Skatepark. Il nuovo impianto luci realizzato non senza qualche difficoltà e resistenza, consentirà una maggiore fruibilità anche serale della struttura“.

Pubblicità
Pubblicità

Gli organizzatori dell’associazione SK8-Project con il presidente Gabriel Widmann e con il suo predecessore Stefano Tonini, si sono detti molto lieti di poter organizzare un evento di livello mondiale.

Lo skatepark sul Talvera, impianto di cui siamo molto orgogliosi – ha detto Widmann – ha visto con il passare del tempo, aumentare costantemente il numero di ragazzi che vi si cimentano. Alcuni, sportivamente parlando, sono cresciuti in maniera tale da raggiungere un livello tecnico altissimo e questo non può che farci molto piacere. Saranno una trentina i giovani bolzanini che affronteranno il Contest (under 21) del Rookie. Per loro e per tutti i partecipanti, una vera e propria rampa di lancio nel mondo dello skateboard“:

Marco Sampaoli promotore del World Rookie Tour ha spiegato caratteristiche e peculiarità del progetto che si sta caratterizzando sempre più come vera fucina di campioni. Per i giovani in sostanza una piattaforma che, per quelli più bravi, può consentire loro di scalare le vette dello skate professionistico.

Il programma della tappa bolzanina del Rookie prevede oggi, sabato 24 agosto, a partire dalle 15.00, dapprima il warm up (riscaldamento) e poi il Contest (dalle 17.00) seguito sino a mezzanotte da un programma di musica e intrattenimento.

Domenica 25 agosto dalle 14.00 warm up e quindi dalle 15.00 alle 17.00 le finali, seguite dalle premiazioni in scaletta per le ore 18.00.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport

Sci fondo, Visma Ski Classics passa da Curon il 14 dicembre. Iscrizioni entro il 31 agosto

Pubblicato

-

Il circuito Visma Ski Classics rappresenta l’eccellenza mondiale dello sci di fondo lunghe distanze e racchiude le migliori ski-marathon del pianeta, tra le quali la leggendaria svedese Vasaloppet e la storica Marcialonga.

Da quest’anno e per i prossimi, tuttavia, il challenge si fregerà di una nuova manifestazione che farà l’esordio nel circuito e andrà in scena per la prima volta in assoluto: si tratta de “La Venosta” di Vallelunga, nel comune di Curon Venosta in Alto Adige, il 14 dicembre sulla distanza dei 45 km per gli élite che partecipano al Visma Ski Classics Pro Team, e di 30 km per gli amatori, in tecnica classica.

L’aver portato una gara prestigiosa nella regione è motivo di soddisfazione per tutta la comunità di Curon Venosta, lo sci di fondo rappresenta infatti uno dei ‘motori’ turistici non ancora del tutto sviluppati e perfettamente sostenibile; l’ingresso dell’evento in Visma Ski Classics fungerà da trampolino di lancio.

Pubblicità
Pubblicità

La parte ovest dell’Alto Adige verrà così coinvolta in una competizione che richiederà un notevole dispendio di energie tra salite palpitanti e scenari spettacolari, con punto più elevato del tracciato situato ai 1.970 metri di Malga Melago, dove i fondisti andranno alla ricerca di preziosi checkpoint per la classifica dedicata ai ‘climbers’.

In cabina di regia ad organizzare la manifestazione ci sarà Gerald Burger, con lo stesso staff dell’evento podistico Giro del Lago di Resia. L’area venostana è avvolta da una coltre magica, dalla quale spunta il campanile romanico del Lago di Resia, prima di una serie di meravigliose attrazioni da non perdere anche per turisti ed accompagnatori. Iscrizioni a quota 85 euro entro il 31 agosto.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport

Vinschgau Cup: esordio con i fiocchi per i Foxes – Ingolstadt battuto 4 a 1

Pubblicato

-

Partenza lanciata per l’HCB Alto Adige Alperia nella preseason 2019. I Foxes, all’esordio in Vinschgau Cup, battono a Laces i “padroni di casa” dell’ERC Ingolstadt con un netto 4 a 1. Di Bardaro, Deluca, Sylvestre e Miceli le marcature biancorosse, con una nota di merito per un Irving in grande serata.

I biancorossi giocheranno così la finale del torneo che andrà in scena domenica 25 agosto alle ore 18, contro la vincente del match di stasera tra Kölner Haie e HC Lugano. 

La cronaca.

Pubblicità
Pubblicità

Gran partenza dei Foxes, a cui basta un minuto di assestamento per piazzare il colpo del vantaggio: azione sull’asse Bernard-Bardaro, con l’italo-canadese che bagna al meglio il suo esordio in biancorosso concludendo alle spalle di Reimer con un preciso polsino.

L’Ingolstadt prova a rispondere in powerplay, ma Irving si supera, salvando il risultato. Dall’altra è ancora il Bolzano a rendersi pericoloso, questa volta con una bella azione personale di Alberga, che colpisce il palo da posizione defilata. Il match non offre grandi emozioni, ma è ancora Irving a salvare i biancorossi su un tiro dalla blu di Edwards.

I minuti finale di frazione sono appannaggio dei Foxes, che in powerplay sfiorano il raddoppio con Hargrove, trovandolo poco più tardi grazie a un capolavoro di Ivan Deluca: l’altoatesino entro nel terzo offensivo, saltando Reimer e depositando in rete. 

Il periodo centrale si apre con un Irving strepitoso sul powerplay tedesco e poi, poco dopo, sulla conclusione di Prudel. I Foxes invece sono cinici e calano il tris con un gran tiro all’incrocio di Sebastien Sylvestre.

I biancorossi vanno anche vicini al poker con Deluca, ma si devono appellare ancora a Leland Irving: il goalie canadese è semplicemente monumentale sul tiro a botta sicura di Foucault, che nell’azione successiva colpisce anche l’esterno del palo.

Irving chiude la porta in faccia anche a Sullivan, mentre il Bolzano al 37:07 passa ancora: gran lavoro di Bardaro, che recupera un puck interessante dietro porta e serve l’accorrente Angelo Miceli per il 4 a 0 biancorosso. Nel finale di secondo tempo i tedeschi tremano ancora, questa volta su un contropiede di Giliati che conclude però a lato. 

Nel terzo periodo non succede molto, con i Foxes che tirano i remi in barca concentrandosi sulla fase difensiva e l’Ingolstadt che non riesce a violare la guardia di Irving. Fioccano poi le penalità, ma gli special teams delle due squadre non cambiano il risultato.

I tedeschi riescono a rendere meno amara la pillola soltanto a 20 secondi dal termine, con il goal della bandiera di Olver in situazione di 5 contro 3. 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza