Connect with us

Società

Anche l’Alto Adige ha il suo “Alfiere della Repubblica”: è la 19enne Ariane Benedikter

Pubblicato

-

Anche l’Alto Adige ha il suo Alfiere della Repubblica: si chiama Ariane Benedikter, ha 19 anni e ha ricevuto l’ambito riconoscimento a Roma, direttamente dalle mani del presidente della Repubblica Mattarella.

Quello di “Alfiere della Repubblica” è un attestato d’onore che viene conferito ai giovani che si sono distinti come costruttori di comunità attraverso azioni coraggiose e solidali.

Nata il 2 novembre 2000 e residente a San Lorenzo di Sebato, Ariane è stata rappresentante dell’Italia dell’Organizzazione non governativa “Plant for the planet“.

Ha pubblicato saggi e organizzato corsi di formazione sullo sviluppo sostenibile e la tutela dell’ambiente.

Sempre sulle tematiche ambientali ha tenuto conferenze e vinto due concorsi internazionali di poesia a Francoforte.

Insieme a lei sono stati premiati anche tre studenti della Valsugana – Filippo Pasquazzo, Enrico Cescato e Samuele Ropelato – per lo sviluppo di un’applicazione (My Voices) per smartphone che permette agli studenti disabili di comunicare.

Pubblicità
Pubblicità

Società

Il 2 giugno torna “Bolzano di corsa”

Pubblicato

-

Anche quest’anno è arrivato il momento di partecipare alla “Bolzano di corsa”, l’incontro più atteso per i cittadini che amano correre e camminare, attraverso la città.

L’appuntamento è previsto per il 2 giugno a partire dalle 9.15 (la gara ha inizio alle 10) per la 6 chilometri di solidarietà con partenza da piazza IV novembre e arrivo al parco delle semirurali, luogo in cui, proprio in quel weekend, ci sarà aria di festa grazie alla manifestazione “Don Bosco Solidale”.

In collaborazione con Spazio cultura e gli immancabili Alpini, verrà donata una T-shirt e sorteggiati tre soggiorni di una settimana per una famiglia sul mare del Salento.

Le iscrizioni si ricevono presso la cassa dello stand gastronomico degli Alpini al Parco delle Semirurali, il 31 maggio, direttamente in piazza IV Novembre, il giorno della corsa, oppure si possono ritirare presso la sede dell’associazione Mammedì, in via Aosta 25.

La partecipazione di 6€ a biglietto, contribuisce a finanziare il “Progetto Africa” 2019: una missione che impegna gli alpini nel dare speranza e futuro alla comunità di Kipengere, a 2200 metri di altitudine.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Società

TEDX Bolzano: 450 persone in fiera al MEC e tutti in fila per le invenzioni del futuro

Pubblicato

-

Sentirsi liberi, fuori dagli schemi e contaminati da pensieri nuovi e «idee meritevoli di diffusione». È con questi obiettivi che sabato 18 maggio, 450 persone hanno affollato la sala del MEC (Meeting Event Center) in Fiera a Bolzano facendo così registrare il sold out alla terza edizione del TEDxBolzano, l’evento no-profit organizzato da un gruppo di giovani volontari altoatesini.

Una terza edizione che ha visto susseguirsi sul palco sette ospiti provenienti da tutto il mondo, speaker che hanno intrattenuto i presenti con focus originali su economia, scienza, innovazione, giornalismo, fotografia e musica. E raggruppati tutti da un unico tema comune: “Break Free“.

«Siamo davvero soddisfatti di questo ottimo risultato, è la felice ricompensa di tutti gli sforzi compiuti dal team – ricorda Claudia Di Stefano, main organizer dell’evento -. Abbiamo lavorato sodo per portare a Bolzano una ventata di aria fresca e di innovazione, con ospiti importanti che speriamo siano riusciti ad ispirare e coinvolgere il pubblico presente in sala per migliorare il mondo in cui viviamo».

E per tutta la durata della manifestazione, nel foyer del MEC si è potuta toccare l’innovazione con mano grazie all’Innovation Playground, un vero e proprio villaggio tecnologico.

Tra i vari stand esposti, erano presenti una cabina targata Brennercom con occhiali per la realtà aumentata, un esoscheletro realizzato per gli anziani come sostegno alla deambulazione creato da alcuni ricercatori Unibz, due Instabot che hanno scattato foto e girato in autonomia tra il pubblico e una installazione dell’azienda Amigdala con uno schermo regolato da intelligenza artificiale che captava il profilo emotivo ed età delle persone, riproducendo musica di conseguenza.

Assieme a loro anche la startup GBoard che ha dato la possibilità agli ospiti di testare diverse versioni dei loro monopattini elettrici.

I sette speaker saliti sul palco

Ad accompagnare e presentare i sette speaker sul palco, ci ha pensato Carlo Emanuele Esposito, giornalista ed attore bolzanino.

Con lui si sono alternati al microfono Simone Santini, da quattro anni Vice President Sales di Adidas Italia e responsabile del progetto «Franchising monobrand» con il quale ha dato vita alla prima rete di negozi sportive e lifestyle a marchio Adidas in Italia, Gabriele Campostella, ricercatore in fisica delle particelle elementari, ora data scientist nel gruppo Volkswagen a Monaco di Baviera, Matilde Castagna, fotografa freelance e attuale caporedattrice della rivista Witness Journal, primo mensile di fotogiornalismo online in Italia, Roland Benedikter, esperto di analisi politica multidisciplinare, e professore al centro Willy Brandt Center dell’Università di Wroclaw/Breslau, Alexander Scheirle, Executive Director della Orpheus Chamber Orchestra di New York, Rana Sabbagh, direttrice esecutiva presso l’Arab Reporters for Investigative Journalism (ARIJ), la massima rete araba per lo sviluppo di un giornalismo sempre più trasparente e più vicino alla realtà, e infine Barbara Plagg, ricercatrice post-doc e docente universitaria presso la Libera Università di Bolzano.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Società

Sblocca-cantieri: gare e subappalti vietati per le imprese in esercizio provvisorio

Pubblicato

-

Nessuna modifica nell’ultima stesura del decreto sblocca-cantieri riapprovato nel consiglio dei ministri. L’articolo 2 del provvedimento anticipa le norme del decreto sulle crisi d’impresa con una norma temporanea che entra in vigore con il decreto legge e cessa con la vigenza il 15 agosto 2020, data di entrata in vigore del codice di crisi d’impresa (dlgs 14/2019). Le novità vengono introdotte attraverso la riscrittura dell’attuale articolo 110 del codice dei contratti e, in alcuni punti, anche del regio decreto n.267/1942”.

Lo rileva la CNA Costruzioni Trentino Alto Adige.

Tra le norme di impatto più immediato – spiega il funzionario Marco Scrinzi – c’è la cancellazione della possibilità, ammessa dall’attuale articolo 110 del codice,  che l’impresa fallita, ma in esercizio provvisorio di continuità, possa partecipare a nuove gare, sia direttamente sia come subappaltatore. Resta la possibilità di portare a termine i contratti in essere. Viene inoltre equiparato il concordato in continuità al concordato liquidatorio, in linea appunto con il nuovo codice sulle crisi d’impresa”.

Si chiarisce il ruolo dell’ANAC previste in caso di impresa concordataria.

L’attuale articolo 110 (comma 5) prevede che l’Autorità «sentito il giudice delegato» può chiedere tutta una serie di garanzie aggiuntive indicate in apposite linee guida a carico dell’impresa concordataria. La riscrittura dell’articolo 110 elimina il «sentito il giudice delegato», scollegando di fatto l’ANAC dal rapporto obbligato con i giudici.

Una novità rilevante – prosegue Scrinzi – è quella che consente, anche all’impresa avviata alla liquidazione fallimentare, di completare i contratti in corso di esecuzione. La novità viene introdotta con un’aggiunta al comma 3 dell’articolo 186-bis del regio decreto. La possibilità di proseguire nel completamento dell’opera dell’impresa in concordato liquidatorio è condizionata al professionista designato dal debitore ‘che attesta che la continuazione è necessaria per la migliore liquidazione dell’azienda in esercizio». La ratio sembra essere pertanto quella di privilegiare la soddisfazione dei creditori’.

Quanto al periodo di vigenza, le nuove norme, che saranno operative con l’entrata in vigore del decreto, cioè relativamente «alle procedure in cui il bando o l’avviso con cui si indice la gara è pubblicato nel periodo temporale compreso tra la data di entrata in vigore del presente decreto e la data di entrata in vigore del decreto legislativo 12 gennaio 2019, n.14, nonché, per i contratti non preceduti dalla pubblicazione di bandi o avvisi, alle procedure in cui gli inviti a presentare le offerte sono stati inviati nel corso del medesimo periodo temporale».

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza