Connect with us

Economia e Finanza

Assegno unico e universale alle famiglie: da luglio fino a 250 euro per i figli under 21

Pubblicato

-

Con uno stanziamento di 3 miliardi per il 2021 e 6 miliardi per il 2022, tra le misure per il sostegno della genitorialità disposte all’interno della prossima legge di Bilancio, il Governo avrebbe previsto anche l’avvio dell’Assegno universale a partire dal 1 luglio 2021.

La proposta prevede che il sussidio spetti a tutte le famiglie con figli a carico fino a 21 anni, senza limiti di età per i disabili e dal settimo mese di gravidanza indipendentemente dal reddito, quindi anche per autonomi e incapienti. L’importo famigliare varierà dai 50 euro fino ad un massimo di 250 euro mensili frazionati in scaglioni in base all’ISEE famigliare.

Nonostante non siano ancora stati definite le aliquote ed i livelli, l’assegno sarà composto da una quota base e una variabile modulata sulla condizione economica del nucleo famigliare e determinata anche dalla presenza di figli con disabilità.

Pubblicità
Pubblicità

L’assegno verrà maggiorato per i figli successivi al secondo, mentre per i ragazzi dai 18 ai 21 anni compiuti, l’assegno avrà un importo minore rispetto a quello dei figli minorenni, ma verrà corrisposto anche in caso di percorsi di formazione scolastica, universitaria, tirocini o percorsi lavorativi a basso reddito.

Inoltre, per i figli maggiorenni il Governo sta valutando di erogare il contributo direttamente al ragazzo e non al genitore, ma solo nel caso in cui servirebbero ad agevolare l’indipendenza e l’autonomia.

Il nuovo assegno Universale che sarà coperto dalle misure attualmente vigenti in ambito famigliare e dai prossimi fondi europei, riformerà e allargherà radicalmente la politica di sostegno alle famiglie in Italia.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza