Connect with us

Politica

Autonomia, Kompatscher: “Pronti a nuove responsabilità e competenze”

Pubblicato

-


La Giunta provinciale, il Consiglio provinciale, il Comune di Bolzano e numerosi ospiti hanno partecipato ieri (5 settembre) alle celebrazioni per la Giornata dell’Autonomia in piazza Silvius Magnago a Bolzano.

“Lavoro di squadra di tanti”

Il presidente della Provincia Arno Kompatscher ha sottolineato: “L’autonomia dell’Alto Adige è il frutto del lavoro di molti”. Kompatscher ha sottolineato in particolare il ruolo di tre ospiti della giornata, per il loro ruolo particolarmente importante per lo sviluppo dell’autonomia. Uno di loro è stato il successore di Magnago come presidente della Provincia Luis Durnwalder. “Magnago ha costruito la casa dell’autonomia, Durnwalder l’ha arredata, ampliata e migliorata”.

Pubblicità
Pubblicità

“In secondo luogo, senza l’Austria non ci sarebbe alcuna autonomia”, ha aggiunto Kompatscher, rivolgendosi all’ex presidente della Repubblica d’Austria Heinz Fischer: “L’Alto Adige è e rimane legato all’Austria da un rapporto di gratitudine profonda”. Per poter raggiungere l’autonomia dell’Alto Adige e per continuare a svilupparla è stato anche necessario lo Stato italiano, ha ricordato Kompatscher, ringraziando l’ex presidente della Commissione UE ed ex presidente del Consiglio dei Ministri italiano Romano Prodi.

Durante i suoi Governi fu approvato il maggior numero di norme di attuazione (14), in tal modo consentendo all’Alto Adige di progredire ulteriormente sulla strada dell’autonomiaha ricordato Kompatscher.

Il presidente Kompatscher: “Dare forma all’autonomia del futuro”

L’autonomia non è un prodotto perfetto, bensì una creatura da sviluppare costantemente e non priva di limiti. Molti ulteriori sviluppi hanno bisogno di un coordinamento unitario, sul piano statale, europeo e globale, come ad esempio hanno dimostrato la pandemia da Covid-19 e la crisi climatica. Per continuare a portare avanti i principi della sussidiarietà e del federalismo occorre un sempre più efficiente scambio e una sempre maggiore collaborazione fra diversi livelli di governo.

Siamo pronti ad assumerci in prima persona ulteriori responsabilità” ha sottolineato il presidente Kompatscher. All’autonomia serve anche la tipica testardaggine altoatesina: “La nostra forza sono l’unità e la condivisione. Mi auguro che l’Alto Adige continui sulla strada dell’apertura, dell’Europa e del multilinguismoha rimarcato il presidente Kompatscher.

Euregio come prospettiva per la collaborazione futura

Il presidente del Land Tirolo Günther Platter ha sottolineato che l’autonomia dell’Alto Adige è stata anche il fondamento dell’Euregio. “Da figlio di optanti dico che un’ingiustizia resterà sempre un’ingiustizia. Ma l’Accordo di Parigi concluso 75 anni fa consentì il successivo sviluppo dell’Alto Adige in modo incredibile. L’Alto Adige oggi è un modello in Europa e questo percorso ha portato un’alta qualità della vita. Ma l’accordo ha posto anche le basi per l’Euregio” ha detto Platter.

Anche il presidente del trentino, Maurizio Fugatti, ha fatto riferimento al lavoro congiunto delle provincie: “Festeggiamo insieme fra Trentino e Alto Adige uno accanto all’altro il lavoro che abbiamo portato avanti insieme, e siamo ottimisti per un ulteriore sviluppo dinamico dell’autonomia, come si è visto durante la pandemia, quando i territori hanno lavorano insieme rafforzando e difendendo l’autonomia anche in momenti difficili ha detto Maurizio Fugatti.

Il nuovo Percorso multimediale racconta l’autonomia altoatesina

Durante la cerimonia è stato inaugurato anche il nuovo Percorso multimediale in piazza Silvius Magnago, che – grazie alle 9 stazioni di cui si compone – fornisce informazioni sulla storia e sul significato dell’autonomia. Il Percorso, accessibile in modo permanente e gratuito, prosegue anche nell’adiacente parco Alcide Berloffa dove si trova un percorso progettato dal Comune di Bolzano.  “Alcide Berloffa è stato membro della Commissione “dei Diciannove” che ha redatto il pacchetto per l’Alto Adige. E’ stato uno stretto confidente di Aldo Moro, che si è occupato delle questioni altoatesine nella presidenza italiana del Consiglio dei Ministri. Berloffa è inoltre stato presidente della Commissione dei Sei e della Commissione dei Dodici che ha redatto le norme di attuazione per l’ulteriore sviluppo dell’autonomia e, infine, è stato membro del Consiglio di Stato italiano.

Dopo la sua morte, la sua figura era stata dimenticata: questa è l’occasione per rivalutare e dare il giusto rilievo a una persona che ha dedicato la sua vita al nostro territorio con tenacia convincimento democratico. Il suo è stato un percorso faticoso, ora noi dobbiamo imparare ad apprezzarci e non solo a convivere” ha spiegato il sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi.

Sono proprio le fondamenta della nostra autonomia, nate dall’Accordo De Gasperi-Gruber di cui oggi celebriamo il 75° anniversario – ha sottolineato la Presidente del Consiglio Provinciale Rita Mattei – a permetterci di intervenire con le decisioni più adatte alle esigenze locali. Sono certa che questa installazione, contribuendo a ricordare a chi passa quanto è preziosa la nostra autonomia, richiamerà a noi rappresentanti di tutta la cittadinanza l’alto significato dell’incarico che ci è stato affidato: un incarico che siamo chiamati a esercitare, come disse proprio Magnago assumendo la carica di presidente del Consiglio provinciale nel 1948” ha ricordato, sottolineando che l’educazione politica è un importante aspetto per il Consiglio, fondamentale per completare l’offerta educativa per bambini e giovani.

L’autonomia offre opportunità per il futuro dei giovani

L’autonomia e il suo futuro sono anche nell’agenda dei giovani dell’Alto Adige. Alla cerimonia erano presenti alcuni membri delle Consulte giovanili di tutti i tre gruppi linguistici: Lucia BaumgartnerFelix Nagler e Francesco Rauhe. “Essere autonoma per me non significa solo autodeterminazione ma è anche collegato al concetto di responsabilità. L’autonomia non dovrebbe dunque mai rappresentare una barriera sociale o creare tensioni fra gruppo etici” dice Lucia Baumgartner, della Consulta giovanile tedesca, nella speranza che le donne giovani riusciranno ad essere ancora più autonome.

Per Francesco Rauhe, membro della Consulta in lingua italiana, “l’autonomia è la dimostrazione che una convivenza pacifica fra etnie e gruppi linguistici differenti è possibile. Per noi ragazzi, il contesto multilingue e multiculturale di cui la nostra provincia è pervasa rappresenta un’incredibile opportunità. In un mondo sempre più votato allo scambio di persone, idee ed esperienze, la nostra Provincia è già proiettata in questa direzione multiculturale, fornendo alla nostra generazione gli strumenti adatti per essere più preparati alle sfide che ci attendono“. Il vicepresidente della Consulta ladina Felix Ploner ha sottolineato il significato dell’autonomia per la tutela e lo sviluppo futuro della lingua ladina, per la scuola e la cultura ladina. “La Proporz rappresenta per questo un traguardo importante, affinché tutti e tre i gruppi linguistici siano adeguatamente considerati e tutelati in tutti i diversi settoriha detto Ploner.

Contesto storico: l’Accordo di Parigi

Il 5 settembre 2021 ricorre il 75° anniversario dalla firma dell’Accordo di Parigi. Con questo Accordo, l’allora ministro degli esteri austriaco Karl Gruber e l’allora presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, posero le basi per l’autonomia dell’Alto Adige con il cosiddetto Accordo De Gasperi-Gruber.

Per questo motivo il Giorno dell’Autonomia si celebra il 5 settembre. Certamente uno dei più eccezionali e importanti protagonisti dell’autonomia altoatesina fu Silvius Magnago. In suo onore, la piazza davanti al Consiglio provinciale e al Palazzo Widmann, dove ha sede la Giunta altoatesina, porta il suo nome. Le informazioni sulla Giornata dell’Autonomia sono disponibili anche sul web all’indirizzo: http://www.provincia.bz.it/giornata-autonomia/default.asp.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Great Green Wall, la grande muraglia verde per evitare la desertificazione e creare nuove economie
    Il problema dell’emergenza climatica, sta coinvolgendo il mondo intero non solo incidendo sull’intera economia, con effetti gravi sui bilanci mondiali ma anche in termini di qualità della vita, salute e sicurezza alimentare. Un passo verso... The post Great Green Wall, la grande muraglia verde per evitare la desertificazione e creare nuove economie appeared first on […]
  • Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro
    Da qualche anno il mondo del lavoro è stato travolto dalla Gig Economy dividendo l’opinione pubblica e l’economia. Cos’è la Gig Economy Nonostante l’arrivo della Gig Economy sia un fenomeno relativamente recente, negli ultimi 10... The post Gig Economy, un fenomeno da controllare e regolamentare: i pro e contro appeared first on Benessere Economico.
  • Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona
    Dal Governo nasce il programma GOL, Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori che punta a rilanciare l’occupazione in Italia, con un investimento di 4.9 miliardi di euro da investire tra il 2021 e il 2025. I... The post Arriva GOL, un programma per il reinserimento lavorativo delle categorie svantaggiate e fragili: come funziona appeared first on […]
  • Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online
    Da qualche settimana, è stata introdotta la possibilità di delegare una persona di fiducia all’esercizio dei servizi online pubblici. Identità digitale o SPID a cosa serve Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ovvero Spid permettere... The post Pubblica Amministrazione, possibilità di delegare l’identità digitale per accedere ai servizi online appeared first on Benessere Economico.
  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza