Connect with us

Bolzano

Conferenza all’Istituto Galilei di Bolzano: una lezione di consapevolezza sui residuati bellici inesplosi

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Giovedì 16 maggio, l’Istituto Galilei di Bolzano ha avuto l’onore di ospitare una conferenza di eccezionale importanza educativa e civile nella sua Aula Magna. L’evento, organizzato in collaborazione con l’Esercito Italiano e l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra (ANVCG), ha avuto come tema centrale la pericolosità dei residuati bellici inesplosi.

La conferenza ha visto la partecipazione entusiasta degli studenti, che hanno avuto l’opportunità di apprendere preziose informazioni grazie alle testimonianze toccanti e alle dimostrazioni pratiche offerte dagli esperti. Particolare rilevanza è stata data agli artificieri del 2° Reggimento Genio Guastatori Alpini della “JULIA” di stanza a Trento, che hanno esposto numerosi ordigni e presentato due robot utilizzati per la loro neutralizzazione.

Il personale specializzato dell’Esercito ha aperto l’incontro con un intervento significativo, sottolineando l’importanza della consapevolezza e della prevenzione riguardo ai rischi connessi ai residuati bellici. La presenza di ordigni inesplosi, eredità dei conflitti mondiali, rappresenta ancora oggi un pericolo reale in molti contesti, sia urbani che rurali.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’attività di prevenzione e educazione, svolta dagli artificieri del 2° Reggimento Genio Guastatori Alpini, è stata illustrata con l’ausilio di video, foto e simulacri degli ordigni. Questo approccio comunicativo ha permesso di rendere riconoscibili anche ai non addetti ai lavori gli oggetti pericolosi, spiegando quali comportamenti adottare in caso di ritrovamento. Gli studenti hanno appreso le tecniche di sicurezza necessarie per proteggere se stessi e la collettività, imparando a riconoscere e segnalare i residuati bellici. La lezione ha evidenziato come i residuati del Primo e del Secondo Conflitto Mondiale possano emergere durante scavi in cantieri edili o stradali, nelle aree urbane, rurali e persino montane, specialmente con il ritiro dei ghiacciai.

Il presidente della sezione di Trento dell’ANVCG, Fabio Mattevi, ha presentato la missione della sua associazione e ha condiviso toccanti testimonianze dirette di vittime civili di guerra, offrendo un quadro chiaro e commovente delle conseguenze che i residuati bellici possono avere sulla vita delle persone. Alcuni membri dell’ANVCG hanno raccontato le loro esperienze personali, toccando profondamente l’uditorio. Queste testimonianze hanno permesso agli studenti di comprendere a fondo l’importanza della prevenzione e della conoscenza in materia di sicurezza. Marco Girardi, invalido a causa di un ordigno inesploso, ha raccontato la sua dolorosa esperienza. Gino Merz, orfano a seguito di un bombardamento avvenuto il 2 settembre 1943 a Trento, ha condiviso i suoi ricordi struggenti e la perdita subita. Mario Rizza, ricercatore storico di Bolzano, ha fornito un quadro storico dei residuati bellici nella regione, evidenziando la loro diffusione e pericolosità. Infine, il presidente ha riportato il valore dell’associazione che rappresenta verso le vittime civili di guerra, invitando i giovani a contribuire alla memoria del passato come Promotori di Pace, sentimento di cui oggi c’è ancora più bisogno di condividere.

Il progetto ha dimostrato come le diverse Forze Armate e Forze dell’Ordine lavorino in sinergia per garantire la sicurezza della popolazione. L’intervento dell’Esercito Italiano, insieme all’ANVCG, ha rappresentato un esempio tangibile di come le Istituzioni territoriali collaborino con i Corpi di Stato per educare e garantire l’incolumità della cittadinanza in operazioni di Protezione Civile.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

La conferenza ha avuto un impatto profondo sui partecipanti, offrendo un momento di grande valore educativo e di consapevolezza. L’educazione alla sicurezza, soprattutto riguardo ai residuati bellici, è fondamentale per garantire un futuro più sicuro per tutti. Eventi come questo sono la prova tangibile di quanto sia importante investire nella conoscenza e nella prevenzione per proteggere la vita e la salute delle persone.

NEWSLETTER

Bolzano57 secondi fa

Conferenza all’Istituto Galilei di Bolzano: una lezione di consapevolezza sui residuati bellici inesplosi

Bolzano28 minuti fa

Distrugge a martellate il distributore automatico della pizzeria accanto alla Questura

Val Pusteria43 minuti fa

Tema sicurezza, a Sesto Pusteria, durante i festeggiamenti per il ritorno di Sinner. Ne hanno parlato i carabinieri con il sindaco

Sport53 minuti fa

Capitan Daniel Frank alla dodicesima stagione a Bolzano

Bolzano2 ore fa

Arrestati due pericolosi latitanti a Bolzano

Italia ed estero19 ore fa

Grandine devasta il muso di un aereo in volo: momenti di terrore a bordo

Alto Adige22 ore fa

«L’AI etica? Grande potenzialità anche per l’Alto Adige»

Arte e Cultura22 ore fa

“Andrea Pozza. Memoria e tempo”: nuova mostra a Castel Tirolo e Castel Velturno

Trentino23 ore fa

Salto e combinata slittano in estate. Il Nordic Ski Val di Fiemme ha pronto il piano B

Sport23 ore fa

Calato il sipario a san Martino in Primiero. Show delle “Stelline” dell’arrampicata

Sport23 ore fa

Climbers a San Martino di Castrozza, i giovani hanno infiammato il palazzetto

Sport23 ore fa

Alex “camoscio d’oro” della Saslong. Bilora è top in trincea tra la neve

Alto Adige24 ore fa

Visita di istruzione, per la scuola materna di Selva di Val Gardena, al centro Carabinieri addestramento alpino

Bolzano1 giorno fa

Casa occupata abusivamente diventa base per spaccio di cocaina: arrestato l’occupante marocchino

Politica1 giorno fa

I verdi volano in Alto Adige, ma Brigitte Foppa resta fuori

Alto Adige3 settimane fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Alto Adige3 settimane fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Arte e Cultura3 settimane fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Bolzano4 settimane fa

Violenta rissa dopo le lezioni. Denunciati 5 allievi di una scuola media di Bolzano e uno è finito all’ospedale

Alto Adige2 settimane fa

Proseguono i lavori per riaprire il passo Rombo e il passo dello Stelvio da oltre 5 metri di neve

Sport2 settimane fa

Il nuovo casino online ‘Instant Casino’ è l’Official Regional Partner della Juventus

Hi Tech e Ricerca4 settimane fa

Documenti elettronici: facciamo il punto sulla conservazione sostitutiva obbligatoria

Bolzano3 settimane fa

Ruba in un centro giovanile e aggredisce l’educatore. Arrestata giovane trentina

Bolzano4 settimane fa

Ruba all’Eurospin e minaccia un dipendente: revocato il permesso di soggiorno

Offerte lavoro3 settimane fa

Giustizia: concorso per diciannove posti a tempo indeterminato

Italia ed estero3 settimane fa

Chico Forti è rientrato in Italia dopo 24 anni

meteo3 settimane fa

Maltempo, la protezione civile emette l’allerta ordinaria (gialla)

Politica4 settimane fa

L’aula del Consiglio regionale approva una mozione per il riconoscimento Istituzionale della “Bandiera Ladina”

Trentino3 settimane fa

Lavarone: dopo l’incendio si aspetta il nuovo Drago Vaia

Alto Adige4 settimane fa

Elezioni Europee, Roberto Paccher (Lega): «Occasione storica per il Trentino Alto Adige»

Archivi

Categorie

più letti