Connect with us

Politica

Coronavirus, Lega: “No a posizioni più libertine, non vanifichiamo i risultati raggiunti”

Pubblicato

-

In questi giorni la Presidenza della Provincia ha emanato una nuova ordinanza in cui si parla di un alleggerimento delle ordinanze restrittive. Subito diverse forze politiche locali hanno espresso il loro parere, a volte positivo, a volte negativo.

In questo caso i 3 consiglieri provinciali della Lega Massimo Bessone, Rita Mattei e Giuliano Vettorato hanno espresso la loro perplessità sulla faccenda:

In questo momento particolare che, nelle ultime settimane, ci ha costretto a cambiare abitudini e stile di vita è importante continuare a rispettare le direttive igienico sanitarie e a stare a casa, salvo in casi eccezionali. Soprattutto adesso che i primi risultati evidenziano un leggero miglioramento della situazione, è essenziale continuare a seguire la strada tracciata nell’ultimo periodo per poter interrompere la catena del contagio ed accelerare il ritorno alla normalità, consci comunque che il futuro prossimo sarà condizionato da inevitabili limitazioni.

Pubblicità
Pubblicità

Va da sé dunque che noi esponenti della Lega non condividiamo posizioni più libertine che possano vanificare tutto il lavoro ed il sacrificio fin qui fatto, non solo dalle istituzioni, ma da ogni singolo cittadino.

La tragica realtà delle regioni vicine, che ogni giorno apprendiamo dai mass media e la notizia di una possibile “onda di ritorno” in talune zone della Cina, ci impongono prudenza ed una proroga dei tempi e delle misure restrittive almeno ancora fino a Pasqua.

Siamo consci che la sospensione di tutte le attività lavorative per ancora più tempo possa aggravare ulteriormente la crisi, ma al contempo il ritorno, benché parziale al lavoro, anche di piccole aziende, possa indurre ad un inevitabile effetto domino e favorire, in tal modo, un rafforzamento del contagio.

Sulle tematiche in oggetto abbiamo quindi chiesto un confronto con il presidente Kompatscher.

Facciamo inoltre appello al buon senso dei cittadini nel cercare di osservare tutte le disposizioni in materia di salute”.

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza