Connect with us

Italia ed estero

DAZN, tempo di bilanci: ecco a che punto è il servizio streaming dopo un anno

Pubblicato

-

Si è oramai chiusa la prima stagione sportiva di DAZN, la piattaforma streaming dedicata allo sport (la prima in Italia). E anche se la programmazione di questo servizio continua e continuerà anche in estate, con la Copa America 2019 e con altri eventi di spessore, è già tempo di bilanci. Perché tutto si può dire, tranne che sia stato un anno tranquillo per questa piattaforma: fra test, rallentamenti durante i match della Serie A e altri problemi, DAZN ha impiegato un po’ per oliare i propri meccanismi. Ecco perché può essere interessante studiare qualche numero relativo al primo anno del servizio.

Com’è andato il primo anno di DAZN?

I numeri relativi ai contenuti trasmessi da DAZN sono a dir poco strabilianti: secondo i dati diffusi, si parla di un totale superiore alle 81 milioni di ore di trasmissioni (corrispondenti a circa 9.200 anni). Inoltre, il 91% di questo consumo di video è stato assorbito dai programmi e dai match trasmessi in diretta, ed è normale che sia così, vista la presenza del pacchetto Serie A e di tanti altri sport interessanti.

Pubblicità
Pubblicità

Altri numeri da sottolineare: più della metà delle ore (63%) sono state fruite da smart TV, chiavette e da console gaming, mentre il 22% da mobile (smartphone e tablet). All’ultimo posto la visione da PC tramite browser, con il 15% del totale delle ore. Come detto, però, non è stato un percorso facile. Alla fine, però, i miglioramenti ci sono stati. E gli appassionati sembrano averli apprezzati, come confermano le dichiarazioni di Veronica Diquattro, vicepresidente esecutivo di DAZN Europa: “Il fatto che la partita più vista in termini di ore, Inter – Juventus, si sia giocata praticamente al termine della stagione, testimonia la fiducia che ci hanno dato i tifosi, riconoscendo i miglioramenti della piattaforma”.

Come vedere DAZN?

Dati a parte, come funziona DAZN? Trattandosi di una piattaforma streaming, i video sono fruibili anche in diretta, dunque serve necessariamente una connessione a Internet. Per usufruire al meglio di questo servizio conviene scegliere una connessione stabile e performante, per evitare il problema del buffering e i vari ritardi rispetto alla diretta. Qui il consiglio, dunque, è di controllare le diverse promozioni Internet presenti online, come questa di Linkem ad esempio. Quello di dotarsi della giusta connessione è il sistema migliore per trovare un’opzione adatta alla visione di DAZN, per poter godere al meglio di tutti i contenuti senza interruzioni. Detto ciò, per vedere lo streaming, basta iscriversi tramite l’apposita sezione e pagare la quota di abbonamento, e poi utilizzare l’app proprietaria su Smart Tv, stick vari, smartphone e tablet. Per chi invece usa il computer, bisogna andare sul sito di DAZN, fare login e iniziare con la visione.

Pubblicità
Pubblicità

Italia ed estero

Giappone, record di suicidi tra i giovani

Pubblicato

-

Il Giappone è il Paese con uno dei più alti tassi di suicidio del mondo e sebbene per il nono anno consecutivo il fenomeno risulti in calo, il numero è pericolosamente in aumento tra i giovani e giovanissimi sotto i 19 anni.

Non solo. Il numero dei giovanissimi nipponici che decidono di togliersi la vita sarebbe allarmante: nel 2018 i suicidi complessivi in Giappone sono stati 20.840, ovvero 16,5 persone ogni 100mila abitanti (il più basso dal 1978).

Per gli adolescenti invece il rapporto è di 2,8 per ogni 100mila abitanti, per un totale di 599 soggetti.

Pubblicità
Pubblicità

Il gesto estremo è addirittura praticato dai bambini di scuola elementare per conflittualità con i genitori e i rimproveri nell’ambito domestico, mentre i cattivi risultati scolastici e i timori generali sul futuro – associati alla depressione – sono i motivi più frequenti che spingono al suicidio gli studenti di liceo e i giovani universitari.

Il Giappone è al quinto posto nei Paesi dell’OCSE per rilevanza del fenomeno. Prima in classifica la Lituania, seguita dalla Corea del Sud e dalla Slovenia.

I dati sono del  ‘White Paper’ pubblicato dall’ufficio di Gabinetto.

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Italia ed estero

Ambizioso e attento ai dettagli: la regina Elisabetta cerca un nuovo chef reale

Pubblicato

-

Un impiego full time, dal lunedì al venerdì a 22mila sterline l’anno.

La regina Elisabetta è a caccia di un nuovo chef, “con standard elevatissimi, attento ai dettagli e con il giusto grado di ambizione, amante del cibo e portato per il gioco di squadra”.

L’annuncio emesso da Buckingham Palace è per un Demi Chef de Partie con base a Londra ma disposto a spostarsi tra le varie residenze della famiglia reale.

Pubblicità
Pubblicità

Il servizio comprende la preparazione di un’ampia gamma di piatti differenti e la copertura di diversi ruoli in tutti i reparti della cucina.

Il requisito dell’esperienza in cucine famose non è fondamentale: per Queen Elisabeth sono sufficienti abilità ed entusiasmo e, ovviamente, la capacità di soddisfare ogni giorno ognuno degli esigentissimi palati reali.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Italia ed estero

Sotto coca e metadone investe una giovane mentre getta la spazzatura: arrestato 34enne

Pubblicato

-

Con l’accusa di omicidio stradale è stato arrestato un uomo di 34 anni che la scorsa notte, intorno alle 2, ha investito e ucciso sotto l’effetto di cocaina e metadone la 25enne Martina Aprile.

La giovane, mamma di un bambino di pochi mesi, aveva terminato il suo turno di lavoro in un ristorante di Cava d’Aliga, nel ragusano, mentre stava gettando la spazzatura nei cassonetti sulla strada provinciale.

Ferito il suo collega di lavoro che era uscito dal locale per aiutarla a riporre i sacchi di rifiuti e si trova ora ricoverato in ospedale.

Pubblicità
Pubblicità

Le analisi effettuate all’ospedale di Modica hanno confermato come l’uomo guidasse la sua Y10 sotto l’effetto delle sostanze stupefacenti.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza