Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Docenti precari ora anche prigionieri, AANC/FdI: “La Provincia vieta di trasferirsi”

Pubblicato

-

Dopo la loro mancata stabilizzazione nel 2015, la Provincia di Bolzano ha deciso ora di negare ai docenti precari della scuola a carattere statale di lingua italiana anche la possibilità di trasferirsi in altra provincia d’Italia, per cercarvi il lavoro che la Provincia dice di non potergli garantire“.

Lo ha riferito il professor Enrico Palazzi, oggi, nel corso di un incontro con il consigliere regionale e provinciale Alessandro Urzì e la candidata regionale di Fratelli d’Italia alle prossime elezioni europee Francesca Gerosa.

Nonostante le sollecitazioni rivolte al MIUR, non c’è stato nulla da fare: “In nome di un accordo politico, voluto dalla SVP, che prevede di strappare ad ogni costo dalle mani dello Stato tutta la scuola altoatesina, si è fatto scempio di principi irrinunciabili e delle norme dello stesso Statuto d’Autonomia: sulla pelle dei lavoratori più deboli e sulla pelle di una comunità che dovrebbe rassegnarsi, solo perché minoritaria, a non poter avere più nella scuola statale un suo così importante e fondamentale riferimento“, ha proseguito Palazzi incassando solidarietà da Urzì e Gerosa ma anche l’impegno a trasferire la questione in ambito parlamentare ed europeo.

Si tratta infatti di una discriminazione inaccettabile, di un atto che ferisce la professionalità e il futuro di insegnanti venuti a trovarsi nel posto… sbagliato al momento… sbagliato“, hanno concluso Urzì e Gerosa al termine dell’incontro, a Trento.

Contrariamente alle promesse e agli impegni che Assessorato ed Amministrazione avevano già pubblicamente assunto, i docenti hanno dovuto scoprire che saranno invece costretti a rimanere in Provincia di Bolzano e a restare precari a tempo indeterminato.

Nessuna possibilità di stabilizzazione a Bolzano, ma anche nessuna possibilità di tornare ad insegnare in altra regione italiana e non resterà loro che adire, per la quinta volta nel giro di pochi anni, le vie legali.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Benessere e Salute4 settimane fa

Sanità, dal 1 gennaio 2023 nuove regole per l’accesso agli ospedali

Alto Adige3 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Bolzano4 settimane fa

Muore a 42 anni Chiara Cantaloni, ricercatrice senior all’Eurac di Bolzano

Politica3 giorni fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Alto Adige4 settimane fa

Morta Paola Zani, commissario capo della Questura di Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Bressanone4 settimane fa

Bressanone: corteo storico per l’Epifania

Alto Adige4 settimane fa

Capodanno, i Vigili del Fuoco avvisano: “Festeggiamo senza rischiare, usiamo correttamente i fuochi d’artificio”

Alto Adige3 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige3 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Merano2 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Bolzano3 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Laives3 settimane fa

Laives, auto ibrida prende fuoco mentre è in carica: i vigili del fuoco evitano il peggio

Alto Adige4 settimane fa

Termeno, crolla un pezzo dell’autolavaggio sulla macchina: intervengono i vigili del fuoco

Politica1 settimana fa

Parcheggio Cimitero sud a Oltrisarco, approvata la proposta di privatizzazione dell’area sosta camper

Archivi

Categorie

di tendenza