Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Ex rifugiato politico espulso per terrorismo: Il Questore di Bolzano interviene

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

Un uomo di 40 anni, originario del Medio Oriente e precedentemente riconosciuto come rifugiato politico, è stato espulso dal territorio italiano con l’accusa di terrorismo. La vicenda ha avuto inizio quando l’uomo, residente a Bolzano, è stato condannato dal Tribunale di Trento a quattro anni di reclusione per associazione a delinquere con finalità di terrorismo. Inoltre, nel 2021, il Tribunale di Bolzano lo aveva condannato a quattro anni e dieci mesi per maltrattamenti in famiglia.

Dopo aver scontato le pene, il soggetto, disoccupato, viveva in una stanza affittata insieme a un connazionale, senza impieghi stabili. Nel 2008, aveva ottenuto lo status di rifugiato politico, poi revocato dalla Commissione Nazionale per il Diritto di Asilo. Successivamente, nel 2021, la sua seconda richiesta di protezione internazionale è stata rigettata dalla Commissione Territoriale di Verona. Anche il Tribunale di Venezia ha respinto il suo ricorso, considerando la gravità delle accuse e ritenendo che non corresse rischi nel caso di rimpatrio.

L’uomo faceva parte dell’associazione “JWEB” di Merano, nota per preparare estremisti islamici disposti a compiere attentati in Europa e nel mondo. Alla luce di queste circostanze e della pericolosità sociale accertata durante i processi, il Questore della Provincia Autonoma di Bolzano, Paolo Sartori, ha emesso un decreto di espulsione per l’individuo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Nella giornata di ieri, l’uomo è stato condotto al Centro di Permanenza per i Rimpatri di Gradisca d’Isonzo (Gorizia) con una scorta rafforzata composta da agenti della DIGOS e dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Bolzano. Lì, attenderà di essere rimpatriato nel suo Paese d’origine nel più breve tempo possibile.

“È fondamentale che i provvedimenti di espulsione vengano resi effettivi con il concreto allontanamento dal contesto urbano di chi rappresenta una minaccia alla sicurezza dello Stato e dei cittadini,” ha dichiarato il Questore Sartori. “Questo genere di attività di Polizia di Sicurezza è finalizzato a evitare che soggetti stranieri, spesso privi del necessario titolo per soggiornare nel nostro Paese, possano radicarsi sul nostro territorio, causando allarme sociale e compromettendo la civile convivenza.”

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Alto Adige6 giorni fa

In fuga dalla giustizia si è rifugiato in montagna, ma è stato tradito dalla propria personalità

Bolzano3 settimane fa

Tifoso bolzanino istiga dei giovani alla violenza contro dei supporters albanesi. Scatta il daspo triennale

Bolzano2 settimane fa

Scoperto magazzino di droga a Bolzano: 42enne denunciato

Bolzano3 settimane fa

Ancora problemi per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini. Il questore chiude il bar Cristallo

Alto Adige3 settimane fa

Frana a Longiarù, Val Badia (Video) proseguono senza sosta i lavori per limitare i danni. Evacuate 56 abitazioni

Bolzano4 settimane fa

Casa e lavoro del domani: visione sinergica per progettare il futuro di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige flagellato dal maltempo, alberi abbattuti, grandine e forte vento

Italia ed estero3 settimane fa

Strage a La Mecca: almeno 800 morti tra i pellegrini durante l’Hajj: cosa è successo

Bolzano3 settimane fa

Danneggia le autovetture in sosta in zone diverse della città e minaccia gli agenti

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Tragedia sui binari: donna investita e uccisa da un treno a Salorno

Sport4 settimane fa

Il Bolzano Baseball Club coglie la seconda vittoria sul campo amico

Bolzano3 settimane fa

Magazzini pieni e poca liquidità: negozi altoatesini in difficoltà

Alto Adige3 settimane fa

ConnX: La Rivoluzione della Mobilità Urbana Presentata da Leitner

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: 43 nuovi agenti rinforzano la Polizia di Stato

Bolzano3 settimane fa

Irrompe negli uffici della provincia, minaccia gli impiegati ed aggredisce gli agenti

Archivi

Categorie

più letti